Le perle della domenica

Il bello della XV giornata di A per quelli che se lo son perso

Il bello della XV giornata di A per quelli che se lo son perso
15 Dicembre 2014 ore 10:34

CHE GOL!

Così spregiudicato da risultare inaspettato. Sarà che l’aria educata finisce per cozzare e fare a pugni con le sue giocate, tant’è che Manolo Gabbiadini quando si presenta alle telecamere riesce a bucare persino lo schermo: «A me non interessa niente. Del futuro si è parlato anche troppo. Io parlo solo in campo». La rete l’aveva bucata qualche istante prima con un gol che è la metafora della sua vita. Un tiro a giro, a superare le difficoltà, a mettere in ginocchio le avversità e pure Buffon. La perla di giornata è (l’ennesima) di Gabbiagol, il ragazzo di Calcinate che ha fermato la Juventus. Il campionato, insomma, non è finito.

http://youtu.be/lTXngao1vik

 

L’UOMO IN PIU’

Infinito è invece Luca Toni. Il gol contro l’Udinese è il 300° della carriera. Alla fine dirà così: «Sono strafelice: è stata la giornata perfetta. Finalmente un mio gol ci ha aiutato a ottenere una vittoria che meritavamo da tempo». Quando gli chiedono quale dei tanti ricorda con più gusto, Toni non esita a rispondere: «Uno solo? Impossibile. Quelli con questa maglia, del Verona. Ma poi ne ho fatti ai mondiali, in Germania con il Bayern, con la Fiorentina. Tengo a tutti». A 37 anni Toni è ancora uno dei bomber più forti in circolazione.

http://youtu.be/XpiHP7g-5z0

 

SHOW-TIME

E in giro si dice un gran bene anche di Belotti, l’uomo che ha dato tre punti al Palermo. Ko ci finisce il Sassuolo e così i rosanero allungano la striscia positiva a 7 gare. I siciliani partono a tutta e affondano con Rigoni dopo appena 3′. Dall’altra parte Zaza prova a suonare la carica, ma gli emiliani non sfondano. Poi al 22′ della ripresa restano addirittura in 10 per l’espulsione di Consigli, che esce a valanga su Maresca. Pavoletti pareggia quando mancano 5′, ma è Belotti in pieno recupero a segnare il gol da tre punti.

http://youtu.be/VjdugBj5mY0

 

HANNO DETTO

Un’unica dichiarazione, invece, vale tutta l’attenzione mediatica e le mani nei capelli. È quella di Enrico Preziosi, presidente del Genoa, dopo la sconfitta contro la Roma. «Stanno succedendo cose strane a Roma, non vorrei fosse coinvolto anche il calcio» dice riferendosi all’inchiesta “Mafia Capitale”. E ancora: «Mi spiace per l’arroganza di certi arbitri che vengono qua ed innervosiscono il pubblico». Ah, e poi? Che altro?

 

RISULTATI E CLASSIFICHE

15° Giornata:

PALERMO-SASSUOLO 2-1 (Rigoni, Pavoletti, Belotti)
LAZIO-ATALANTA 3-0  (Doppietta di Mauri, Lulic)
JUVENTUS-SAMPDORIA 1-1 (Evra, Gabbiadini)
GENOA-ROMA 0-1 (Nainggolan)
PARMA-CAGLIARI 0-0
UDINESE-VERONA 1-2 (Di Natale, Toni, Christodoulopoulos)
CESENA-FIORENTINA 1-4 (Borja Valero, Savic, autogol di Savic, G. Rodriguez, El Hamdaoui)
MILAN-NAPOLI 2-0 (Menez, Bonaventura)
EMPOLI-TORINO (oggi 15/11, ore 19)
CHIEVO-INTER (oggi 15/11, ore 21)

LA  CLASSIFICA: Juventus 36; Roma 35; Lazio, Sampdoria, Genoa 26; Napoli, Milan 24; Fiorentina 23; Udinese, Palermo 21; Sassuolo 19; Inter*, Verona 17; Empoli 15; Atalanta 14; Chievo*, Torino 13*;Cagliari 12, Cesena 8; Parma 6.
*una partita in meno

PROSSIMO TURNO: Cagliari-Juventus, Napoli-Parma, Sassuolo-Cesena, Roma-Milan, Verona-Chievo, Sampdoria-Udinese, Fiorentina-Empoli, Atalanta-Palermo, Torino-Genoa, Inter-Lazio.

MARCATORI: 9 gol: Tevez; 8 gol: Callejon, Di Natale, Icardi, Menez; 7 gol: Dybala, Higuain; 6 gol: Djordjevic, Gabbiadini, Honda, Ljajic, Matri, Mauri; 5 gol: Cassano, Osvaldo, Théréau, Toni.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia