Prima edizione

Chiuduno, la sagra che non c’era. Prima volta con bollito e risotto

Fino a domenica il PalaSettembre (quindi al chiuso, in ambiente riscaldato) ospita una nuova manifestazione gastronomica

Chiuduno, la sagra che non c’era. Prima volta con bollito e risotto
22 Febbraio 2020 ore 09:30

C’era una volta la stagione delle sagre. Che, con pochi sconfinamenti, partiva in primavera inoltrata e si placava ai primi veri accenni di autunno. Oggi non è più così, e da tempo: la stagione è andata sostanzialmente a occupare l’interno anno. In questo fine settimana carnevalizio, per dire, il PalaSettembre di Chiuduno (quindi al chiuso, in ambiente ampio e riscaldato) ospita la “Sagra del Bollito e del Risotto”. È la prima edizione, tra l’altro. Due piatti assolutamente da stagione fredda, anche se le fioriture nei prati fanno già pensare ad altro.

Da venerdì 21 alle 19 fino a domenica 23 febbraio alle 16 la struttura fieristica della Val Calepio punta dritto sui sapori lombardi, insomma. Nel menù non mancheranno bollito misto, bollito di manzo alla lombarda, zampone e cotechini, tutti rigorosamente accompagnati da contorni come purè, fagioli e polenta. E poi gli immancabili risotti, nelle mille interpretazioni possibili. E l’ossobuco. Il languore si fa sentire. Nel programma, oltre all’ottima cucina, fa capolino l’animazione: musica (anche per ballare), laboratorio, intrattenimento bimbi. Oltre alle degustazioni.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia