I cent’anni del museo di scienze

I dinosauri in città già star del web Le installazioni spopolano sui social

I dinosauri in città già star del web Le installazioni spopolano sui social
03 Marzo 2018 ore 04:00

Piazza Cittadella, davanti al Caffi, è dominata da un enorme Diplodocus. Alla stazione ferroviaria ad accogliere i passeggeri c’è un Indricotherium, mentre un Pachyrhinosaurus si aggira per piazza Vittorio Veneto, tra il Donizetti e il municipio. Non poteva mancare il famosissimo Tyrannosaurus rex, in arrivo sabato all’ospedale Papa Giovanni XXIII. L’idea di far invadere il centro da creature preistoriche a grandezza reale sta spopolando sui social: si tratta di un’iniziativa collaterale a una mostra dal titolo Noi abbiamo 100 anni, loro molti di più: dinosauri al museo, per festeggiare i 100 anni del museo di Scienze Naturali Caffi.  L’esposizione vera e propria, poi, sarà allestita dal 10 marzo al 30 settembre negli spazi di piazza Cittadella: 50 dinosauri a grandezza naturale, oltre a riproduzioni di altri animali estinti, fossili, calchi, ricostruzioni e animali imbalsamati.

 

 

 

 

Per quanto riguarda la mostra in arrivo, visitabile da martedì a venerdì 9-13 e 14,30 -18, sabato, domenica e festivi con orario continuato 10-19 (il prezzo del biglietto sarà di 8 euro per gli adulti, 4 euro dai 4 ai 18 anni), è stata ideata una serie di giornate evento che coprirà i fine settimana dell’intero periodo di apertura con proposte culturali aperte a tutti e laboratori.

4 foto Sfoglia la gallery

«Si tratta di un appuntamento molto importante per il museo – spiega l’assessore alla cultura del Comune di Bergamo Nadia Ghisalberti – che vive uno degli anni più significativi della propria storia centenaria: dopo la realizzazione del nuovo ingresso e della nuova biglietteria, il Caffi si apre ancora di più alla città, dialogando con la piazza e invitando bergamaschi e visitatori a entrare nelle proprie sale».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia