Firmato David Fincher

Il film da vedere nel weekend Un bel thriller, “L’amore bugiardo”

Il film da vedere nel weekend Un bel thriller, “L’amore bugiardo”
20 Dicembre 2014 ore 08:45

Regia: David Fincher.
Cast: Ben Affleck, Rosamund Pike, Neil Patrick Harris, Tyer Perry, Carrie Coon, Kim Dickens, Meaghan Jette Martin, Patrick Fugit, Emily Ratajkowski, Missi Pyle, Lisa Banes, David Clennon, Casey Wilson, Sela Ward, Boyd Hlbrook, Lola Kirke, Lee Norris, Scoot McNairy.
Dove vederlo a Bergamo e provincia: Capitol MultisalaUci Cinemas Curno.

 

Amy e Nick sono una bella coppia: il sogno americano che si realizza. Sposati da una manciata d’anni, sono belli e intelligenti. Come non amarli? Il loro riconoscimento sociale è altissimo e per godersi la vita hanno deciso di abbandonare la caotica New York a favore della provincia, più tranquilla. Eppure lì, in un luogo assolutamente meraviglioso, la magia si rompe e l’ostilità fra i due inizia (e poi continua) a crescere. Sullo sfondo lo spettro della crisi economica, che ha infranto le rispettive carriere lavorative. Costretti loro malgrado a riscrivere le proprie vite, esplodono senza possibilità di salvezza nel giorno del loro quinto anniversario. Amy scompare e non lascia tracce dietro di sé, salvo una serie di indizi inquietanti nella sua abitazione, che fanno pensare tutti quanti alla colpevolezza del marito.

 

6

 

David Fincher sa giocare molto bene con i suoi personaggi. E Nick, diciamocelo chiaramente, ha tutta l’aria del marito colpevole. Gli indizi raccolti nella sua abitazione diventano prove pericolose di un rapporto che non funziona, mentre l’occhio indiscreto dei giornalisti scava nella vita dei protagonisti per metterne in luce gli aspetti più segreti. Tutti i vicini sono concordi nel raccontare con toni esasperati i loro litigi e le molte incomprensioni. E così, per tutta la prima parte di questo lungo L’amore bugiardo (circa 2 ore e mezza), sembra di vedere il solito Fincher, che mette in scena un thriller raffinato e misterioso in cui si aspetta solo il colpo di scena finale per veder capovolte le sorti della vicenda e rimanere a bocca aperta.

Eppure, quando tutto sembra chiaro, il film fa un’inversione a U e si rovescia completamente. Sembra di vedere un altro lungometraggio e ci ritroviamo spaesati di fronte a quella che sembra una commedia dal sapore evidentemente hitchcockiano. E così, di fronte ai nostri occhi si apre un misto inquietante – ma molto interessante e riuscito – sospeso fra il fascino mortifero di La donna che visse due volte e le atmosfere macabre di Seven, uno dei capolavori di Fincher. Amy e Nick sono figli del loro tempo e tutta la loro soddisfazione esistenziale, destinata presto a sbriciolarsi, si risolve negli sguardi altrui, nel desiderio spesso delirante di guardare ed essere guardati da tutti quelli che gli stanno attorno. Ma è tutto falso e destinato a cadere, Fincher lo mostra molto bene riaprendo i giochi a metà di un film che sembrava già determinato, cambiando registro ma non materia: la falsità dell’esistenza e la vanità del nostro rappresentarla sono alla base di un thriller di grande ispirazione e fascino, consigliatissimo agli amanti del genere e non solo.

 

1

 

Chi è David Fincher. Nato a Denver agli inizi degli anni Sessanta, David Fincher è un regista americano di grande talento e attualità. Dopo aver diretto il terzo episodio della saga degli Xenomorfi di Alien, Fincher fa il botto con Seven, thriller di grande valore commerciale e artistico, con un Brad Pitt al meglio della forma impegnato a scovare un sadico assassino seriale. Sarà però con Fight Club che Fincher diventerà oggetto di un vero e proprio culto, costruendo un film di grande fascino, a partire dalla psicologia tormentata e non lineare dei propri personaggi. Negli anni Duemila, fra diverse pellicole di buonissima fattura, spicca Zodiac, lungo e complicato thriller basato su fatti realmente accaduti ingiustamente accantonato dalla critica e da parte del pubblico perché ritenuto noioso. Si tratta, in realtà, del capolavoro di Fincher. Da recuperare.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia