Da Sanremo, in galleria

Se Gigi D’Alessio va a Le Due Torri Ermal Meta canta dentro Oriocenter

Se Gigi D’Alessio va a Le Due Torri Ermal Meta canta dentro Oriocenter
01 Aprile 2017 ore 11:00

Parata di stelle nei centri commerciali dell’hinterland nel weekend. Il nome più noto ce l’ha Le Due Torri di Stezzano, grazie alla collaborazione con Mediaworld, sabato primo aprile alle 17: Gigi D’Alessio, che firmerà copie del suo nuovo disco. Una carriera, la sua, che prosegue da oltre 25 anni, con più di 20 milioni di dischi venduti e centinaia di concerti alle spalle. Numeri che fanno entrare il cantante napoletano più famoso d’Italia di diritto a far parte della storia musicale del Belpaese.

4 foto Sfoglia la gallery

Gigi ha cominciato a pubblicare dischi da ragazzo e ha attraversato diverse fasi musicali, gran parte delle quali influenzate dalle sue esperienze di vita. Ora, a 50 anni, propone il suo ventitreesimo lavoro, un album maturo, ricco di sfaccettature, interessante, emozionante. Già il titolo introduce chi ascolta nella sua vita di Gigi: 24.02.1967  è la sua data di nascita. Le tracce raccontano di lui, a partire dalla canzone che ha portato a Sanremo La prima stella, dedicata a sua madre, scomparsa troppo presto. Un album non più ruvido come i suoi dischi di gioventù, ma un disco che ha la consapevolezza di un uomo che nella vita ha fronteggiato momenti belli e altri più difficili. Lo si nota nella dolcezza che si esprime attraverso piano e voce, nell’energia di pezzi che richiamano spiagge estive e una indispensabile leggerezza, nelle atmosfere che colpiscono dritte al cuore. D’Alessio non si ferma, oggi più che nel passato, ad un genere preciso: nei suoni incontriamo chitarre distorte, che reggono e rigenerano, melodie definite. E oggi più di ieri, dà l’impressione di divertirsi a scrivere musica e parole, a saltare dalle linee melodiche classiche al pop che incrocia citazioni rockeggianti e latine.

 

 

Domenica 2 aprile invece, all’Oriocenter (ore 17) sarà la volta di Ermal Meta. Anche lui è stato a Sanremo e anche lui incontrerà i fans, firmerà i cd e si esibirà in una performance live. Appuntamento al piano terra, vicino al punto vendita Nespresso. Meta è un cantautore albanese, naturalizzato italiano, che si appresta alla sua prima avventura in un talent show, ma in veste di giudice: ad Amici. Nato a Fier, in Albania, il 20 aprile 1981, a 13 anni si è trasferito con la famiglia a Bari. Poco dopo incontra la musica, che lo spinge a iniziare a suonare a 16 anni. Dopo tante band giovanili, la prima esperienza di rilievo di Ermal Meta è quella con gli Ameba 4. Come chitarrista in questa formazione, prende parte al Festival di Sanremo 2006, nella sezione Giovani con il brano Rido… forse mi sbaglio. Si tratta della prima esperienza sanremese che termina con un’eliminazione alla prima puntata, vanificando così il tentativo della produttrice Caterina Caselli di replicare il successo dell’anno precedente con un’altra band pugliese, Negramaro. Dopo l’unico album omonimo, la band si scioglie l’anno dopo Sanremo e Ermal Meta fonda insieme a Jonni, Lele e Dino La Fame di Camilla. Con questa band arriva la seconda partecipazione al Festival di Sanremo nel 2010, sempre nella sezione Giovani. L’esperienza con La Fame di Camilla continua con tantissimi concerti in tutta Italia, compreso l’Heineken Jammin Festival al fianco di artisti internazionali. Ermal Meta è solista dal 2012, anno in cui si scioglie amichevolmente la band di cui faceva parte e da quel momento inizia a scrivere per altri artisti come Emma, Francesco Renga, Patty Pravo, Chiara, Marco Mengoni, Francesca Michielin, Francesco Sarcina, Giusy Ferreri e Lorenzo Fragola. E due suoi brani arrivano anche a Sanremo nel 2013: Non so Ballare cantato da Annalisa, e nel 2015 Straordinario cantata da Chiara. Tra le sue canzoni ricordiamo anche quelle che sono andate nella colonna sonora della serie Braccialetti Rossi, prima e seconda stagione. Così Ermal Meta ha iniziato una strada da cantautore che lo ha portato a un successo sempre crescente fino al 2015 quando partecipa alle selezioni per Sanremo Giovani e partecipa il gennaio successivo a Sanremo 2016 con il brano Odio le Favole, con cui si è classificato terzo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia