Menu
Cerca
Su La 7, alle ore 21

Un bel film stasera in tv? “Omicidio a luci rosse” di De Palma

Un bel film stasera in tv? “Omicidio a luci rosse” di De Palma
Eventi 31 Ottobre 2014 ore 09:33

Jake è un attore che ha costruito tutta la sua carriera sui film di genere e si trova a un punto di svolta nella sua vita. In piena crisi sul set, ha appena perso il ruolo del vampiro in un horror da quattro soldi a causa della claustrofobia di cui soffre. A complicare la situazione i problemi sentimentali, derivanti dalla fidanzata che lo tradisce. Grazie all’amico Sam riuscirà a trovare una sistemazione provvisoria in un meraviglioso attico, la cui vista da sull’appartamento di una seducente sconosciuta. Ogni giorno, alla stessa ora, la donna si lancia in un intrigante strip-tease. Dopo l’iniziale piacere per questo inedito spettacolo Jake sospetta che non tutto sia limpido come appare: apprenderà presto che la giovane donna è pedinata da un losco figuro che, una notte, si intrufolerà nel suo appartamento cercando di ucciderla.

Un po’ La donna che visse due volte e un po’ La finestra sul cortile, Omicidio a luci rosse è la perfetta sintesi della stima e dell’affetto che lega Brian de Palma ad Alfred Hitchcock. Palesi sono i debiti ai due film, su cui emerge soprattutto il tema della visione morbosa e seducente. La genialità del film e il grande pregio di de Palma sta nel non cercare di imitare la lezione del maestro (peraltro già perfetta), ma nell’arricchirla creando un prodotto diverso e al tempo stesso molto riuscito. Il film è un gioiello della tensione, che si rilancia ad ogni scena e ad ogni sviluppo della storia. Thriller insomma quasi perfetto, girato magnificamente e con una Melanie Griffith al massimo della forma.

4 foto Sfoglia la gallery

Nonostante alcuni difetti per quanto riguarda alcune precise sequenze e soprattutto il finale, che rischia di mettere in discussione la tenuta complessiva del film, Omicidio a luci rosse è un ottimo omaggio al cinema di Hitchcock. Realizzato nel 1984, quindi del tutto fuori tempo rispetto allo stile classico del maestro del brivido, il film riesce a ridare corpo ad alcune delle più interessanti suggestioni del thriller classico, fra cui l’attrazione morbosa per il corpo femminile e il gioco sulle dinamiche dello sguardo. Senza dubbio de Palma si conferma il migliore fra i seguaci della lezione hitchcockiana.

Chi è Brian de Palma. Classe 1940, de Palma è considerato ancora oggi uno dei maggiori registi americani. Fra i fondatori di un nuovo stile cinematografico, insieme a Scorsese e altri grandi maestri ha contribuito a svecchiare un sistema produttivo che, negli anni Sessanta, cominciava a non essere più al passo coi tempi. Grande amante del cinema americano classico, de Palma ne ha sempre portato avanti l’eredità in modo originale e mai banale, regalando pellicole di grande riuscita lungo una carriera cominciata nell’ormai lontano 1960. Fra le sue pellicole più note vanno senza dubbio ricordate Carrie – Lo sguardo di Satana, felice trasposizione su schermo di un’opera di Stephen King e Blow out, interessante thriller con John Travolta come protagonista. È tuttavia con Scarface che de Palma realizza il suo capolavoro, riprendendo il film omonimo di Howard Hawks e realizzando una delle migliori crime-storiesdel cinema mondiale.