Tutti i vincitori

La bellezza e il dolore del mondo nei 15 scatti del World Press Photo

La bellezza e il dolore del mondo nei 15 scatti del World Press Photo
Eventi 19 Febbraio 2016 ore 05:00

Sono stati annunciati i vincitori del World Press Photo, il premio di fotogiornalismo più importante al mondo. Dal 1955 l’organizzazione omonima, olandese, osserva e valuta migliaia di foto e sceglie le migliori. Oltre al vincitore assoluto, vengono segnalati i primi tre classificati in varie categorie: Contemporary Issues, Daily Life, General News, Long-Term Projects, Nature, People, Sports, Spot News.

Quest’anno sono state valutate 85mila foto, scattate da 5775 fotografi. La giuria è composta da sette membri, nominati dal direttore del WPP, e cambia ogni anno. I giudici votano a scrutinio segreto, finché una foto non ottiene sei preferenze. A quel punto lo scatto si aggiudica il premio della categoria in questione. Le foto vengono proiettate in una sala quasi completamente buia, con una temperatura molto bassa per favorire la concentrazione dei giurati. Il vincitore principale riceve 10mila euro, mentre quelli delle categorie 1500 a testa: la premiazione si terrà ad Amsterdam, ad aprile.

 

Il vincitore assoluto

Speranza di una nuova vita, Warren Richardson

epfhdiprkubvilmylaja

La foto valutata come migliore in assoluto, e vincitrice anche della categoria Spot News Singles, è di Warren Richardson. Si intitola Speranza di una nuova vita e ritrae un uomo che fa passare un bambino attraverso il filo spinato che separa la frontiera tra Ungheria e Serbia, a Röszke. Presso questo confine, nel 2015, Warren si è occupato della crisi dei migranti, venendo anche picchiato dalla polizia. Richardson è un fotogiornalista freelance australiano, che attualmente lavora in Europa orientale.

Il momento dello scatto. La fotografia è stata scattata con una Canon EOS 5D Mark II, ad alta sensibilità (6400 ISO) e con un tempo lento (1/5 secondi). Il fotoreporter ha raccontato come è nata: «Quella notte, dopo cinque giorni in un campo profughi, vidi un gruppo di circa 200 persone che si muoveva nascondendosi tra gli alberi, lungo la barriera di filo spinato. Mandavano avanti le donne, i bambini e le persone anziane. Giocammo tutta la notte al gatto e al topo. Erano circa le tre del mattino quando scattai la foto, senza utilizzare il flash perché la polizia avrebbe potuto vedere quella gente. Scattai al chiaro di luna».

 

I vincitori delle altre categorie

 

CONTEMPORARY ISSUES SINGLES
Haze in China, Zhang Lei

Tianjin, Cina, 10 dicembre 2015. Una città nella Cina del nord, avvolta nella foschia.

xistwhmjf40lnyakd39a

 

CONTEMPORARY ISSUES STORIES
I talibe, schiavi moderni, Mario Cruz

Senegal, 18 maggio 2015. Abdoulaye, 15, è un talibe imprigionato in una stanza con sbarre di sicurezza per impedirgli di fuggire. La serie ritrae la piaga dei talibe, ragazzi che vivono nelle scuole islamiche conosciute come Daaras in Senegal. Con il pretesto di ricevere un’istruzione Coranica, sono costretti ad elemosinare nelle strade mentre i loro guardiani religiosi, i marabout, raccolgono il loro guadagno quotidiano. Vivono spesso nello squallore e sono abusati e picchiati.

thzosojp3tzg5lerxu57

 

DAILY LIFE SINGLES
La dipendenza della Cina dal carbone, Kevin Frayer

Shanxi, Cina, 26 novembre 2015. Un uomo cinese spinge un triciclo nei dintorni di una centrale elettrica a carbone. Una storia di lunga dipendenza dalla combustione del carbone per ottenere energia ha reso la Cina la terza produttrice al mondo di emissioni di anidride carbonica, l’inquinante tossico responsabile principale del riscaldamento globale. Foto commissionata da Getty Images.

ueyuyqppdkp8ucehegys

 

DAILY LIFE STORIES
Un vantaggio antartico, Daniel Berehulak

Base russa antartica di Bellingshausen, 28 novembre 2015. Uno scienziato cileno cammina al di sopra della chiesa ortodossa della Santa Trinità. I team di ricerca cileni, cinesi e russi cercano di esplorare opportunità commerciali che aumenteranno una volta che gli accordi per proteggere il continente a scopi scientifici verranno meno. Commissionata dal New York Times.

wgmikcyportragkojowf

 

GENERAL NEWS SINGLE
Un combattente dell’IS curato in un ospedale curdo, Mauricio Lima

Hasaka, Siria, 1 agosto 2015. All’ospedale Y.P.G., un dottore spalma del balsamo sulle bruciature di Jacob, un combattente 16enne dello Stato Islamico, di fronte a un poster di Abdullah Ocalan, il leader imprigionato del Partito dei Lavoratori Curdi. Commissionata dal New York Times.

hxo5raoggc6iha9cmkmb

 

GENERAL NEWS STORIES
Raccontando la crisi dei migranti dell’Europa, Sergey Ponomarev

Skala, Lesbo, Grecia, 16 novembre 2015. I rifugiati arrivano con la loro barca. Commissionata dal New York Times.

tvfynn2lmieoo47ge9t4

 

LONG TERM PROJECTS
Lo stupro nell’esercito americano, Mary F. Calvert

21 marzo 2014. Natasha Schuette, 21 anni, Specialist dell’esercito Usa, è stata costretta a non riferire dello stupro subito dal suo sergente d’esercitazione durante l’allenamento a Fort Jackson, South Carolina. Natasha si è rifiutata di tacerte e ora il sergente Louis Corral è in prigione per le violenze perpetrate ai danni suoi e di altre ragazze reclute. L’esercito americano ha premiato Natasha per il suo coraggio nel raccontare la violenza subita e il Servizio di Risposta e Prevenzione per Violenze e Molestie Sessuali ha distribuito un video con la sua storia. Natasha è ora in servizio a Fort Bragg, North Carolina.

La serie ritrae donne che sono state stuprate o molestate durante il loro servizio nell’esercito americano. Al momento, solo uno su dieci casi di violenza arriva davanti a un tribunale e la maggior parte delle sopravvissute a una violenza sessuale è costretta a lasciare il servizio. Le vittime soffrono per gli effetti da MST (Military Sexual Trauma), che includono depressione, abuso di sostanze, paranoia e sensazione di isolamento.

cmhllrrppemi067y0y8y

 

NATURE SINGLES
Il fronte della tempesta a Bondi Beach, Rohan Kelly

Bondi Beach, Sidney, Australia, 6 novembre 2015. Una gigantesca “nuvola tsunami” si profila sopra Sidney mentre una bagnante legge, noncurante. Commissionata dal Daily Telegraph.

hboavfnmajrop1tnskgs

 

NATURE STORIES
Tempi duri per gli orangotanghi, Tim Laman

Batang Toru Forest, North Sumatra, Indonesia, 17 marzo 2014. La vita degli orangotanghi selvaggi viene portata alla luce. Le minacce a questi animali a causa del fuoco, della caccia illegale e la perdita dell’habitat per via della deforestazione hanno portato molti orangotanghi orfani a essere ricoverati in centri di riabilitazione.

mescdyeezacwdizrgnsz

 

PEOPLE SINGLES
Aspettando di registrarsi, Matic Zorman

Preševo, Serbia, 7 ottobre 2015. Una bimba coperta con un telo antipioggia aspetta in fila per la registrazione in un campo profughi.

evd4v7qocp5pg0xk7bjc

 

PEOPLE STORIES
Esposizione, Kazuma Obara

Chernobyl, Ucraina, 12 luglio 2015. «Mia madre disse che era un tipico giorno normale, caldo e ventoso. Lei e mio padre aprirono la finestra e si sentiva completamente al sicuro nel giorno dell’esplosione, il 26 aprile 1986». Il peggiore incidente nucleare mondiale alla centrale di Chernobyl. Solo cinque mesi dopo il disastro, una ragazza nasce a Kiev, solo 100 chilometri più a sud. Il vento ingloba un grandissimo quantitativo di elementi radioattivi e la ragazza diventa una delle vittime della tragedia. Questa serie di immagini rappresenta gli ultimi 30 anni della vita di quella ragazza invisibile. Tutte le fotografie sono state scattate su vecchi negativi ucraini a colori, trovati nella città di Pripyat, a cinque chilometri dalla centrale nucleare.

ceaaanvlrl0cnm1rwj2p

 

SPORTS SINGLES
FIS World Championships, Christian Walgram

Beaver Creek, Colorado, Usa, 8 febbraio 2015. L’incidente di Ondrej Bank della Repubblica Ceca durante discesa libera di Alpine Combinate al campionato mondiale FIS. Commissionati da GEPA pictures.

x7sodsznhvfrs9lq5tak

 

SPORTS STORIES
Hockey di Vetluga, Vladimir Pesnya

Vetluga, Nizhny Novgorod Oblast, Russia, 19 febbraio 2015. Evgeny Solovyov, head coach dell’HC Vetluga, prepara lo stadio per la partita. La serie ritrae i giocatori di una squadra amatoriale di hockey in una zona provinciale della Russia, prima, durante e dopo un match. Commissionata da Sputnik.

sciel1umbqlvbqhldpqj

 

SPOT NEWS STORIES
All’indomani dei bombardamenti in Siria, Saamer Al-Doumy

Douma, Siria, 30 ottobre 2015. Commissionata da Agence France Presse. Il fumo sale da un edificio dopo un bombardamento condotto dalle forze siriane. Douma, una città ribelle alla periferia della capitale Damasco, si trova nell’Eastern Ghouta, zona-roccaforte dell’opposizione, ed è stata soggetta a bombardamenti massivi da parte del regime. L’area è anche stata sottoposta a un paralizzante assedio da parte del governo per due anni, nel tentativo di indebolire la presa dei ribelli sulla regione. Douma e le piccole città rurali dell’Eastern Ghouta hanno registrato il più alto numero di vittime dall’inizio della ribellione contro il presidente Bashar al-Assad nel marzo 2011, secondo l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani. Il governo bombarda regolarmente Douma e le altre piccole città rurali, lasciandole in un costante stato di distruzione e perdita di vite. Alla fine di settembre 2015, la Russia ha inviato il suo sostegno aereo in supporto del presidente Bashar al-Assad. Il vigoroso bombardamento su e attorno la città ha costretto i civili ad andarsene per raggiungere il numero crescente di più di quattro milioni di siriani che stanno lasciando il Paese dall’inizio del conflitto nel 2011.

kcjdvilzw49yk8ly58ic

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli