Jersey Boys, cioè i Four Seasons

Il nuovo film di Clint Eastwood

Il nuovo film di Clint Eastwood
17 Giugno 2014 ore 11:40

Esce nelle sale italiane mercoledì 18 giugno “Jersey Boys”, l’ultima fatica cinematografica di Clint Eastwood, già presentata in anteprima europea al Festival del Cinema di Taormina. L’opera prende spunto da un musical di successo del 2006 e narra la storia di uno dei gruppi più famosi della storia del rock-pop americano, i Four Seasons. Che, giunti al successo negli anni ’60, hanno venduto, durante la loro carriera, oltre 100 milioni di dischi (secondo le stime della nota rivista di settore RollingStone). Il film racconta la loro storia dall’esordio, quando quattro giovanotti di Newark, periferia del New Jersey, decisero di formare una band. Destinata a diventare, poi, un’icona della musica americana.

 

 

Il film si concentra innanzitutto sulla figura di Frankie Valli, leader e frontman del gruppo. Sul suo incredibile falsetto si modulavano le armonie e i cori degli altri tre componenti della band, Bob Gaudio, Tommy DeVito e Nick Massi.
Clint Eastwood ha scelto di seguire con completezza cronologica il percorso di questi ragazzi, dalla realtà semplice degli inizi fino alla fama, dissidi (alla fine degli anni Sessanta, De Vito e Massi lasciarono la Band) e debiti compresi. Fino allo scioglimento. E alla perseveranza di Frankie Valli, che mantenne il nome del gruppo e continuò ad esibirsi in una carriera solista che oggi, a 80 anni, porta ancora avanti.
La colonna sonora attinge, naturalmente, più grandi successi dei Four Seasons: Sherry (1962), Big Girls Don’t Cry (1963) e Rag Doll (1964).

 

 

Chi è Clint Eastwood. Clint Eastwood è nato il 31 maggio 1930 a San Francisco. Infaticabile artista del grande schermo, attore, regista e produttore cinematografico, nella sua lunghissima carriera, iniziata nel 1955 con il film La vendetta del mostro, ha interpretato oltre 50 film.
Il suo successo e la sua fama arrivaribi grazie a Sergio Leoni, con la Trilogia del Dollaro (Pe un pugno di dollari, Per qualche dollaro in più, Il buono, il brutto, il cattivo).
Nel 1971, la prima regia, con Brivido nella notte. Poi più di 30 opere, tra cui i famosi Gli spietati (1993, vincitore dell’Oscar in quattro diverse categorie: miglior attore, miglior regia, miglior attore non protagonista e miglior montaggio), Space Cowboys (2000), Mystic River (2003), Million Dollar Baby (2004, con altri quattro Oscar per miglior film, miglior regia, miglior attrice protagonista e miglior attore non protagonista) e Gran Torino (2008).
Con Jersey Boys, Eastwood racconta la sua grande passione per la musica, trasmessagli dal padre metalmeccanico e musicista blues e country, e che negli anni lo ha portato a comporre le colonne sonore di suoi 18 film a pubblicare quattro singoli suoi.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia