Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (8-13 maggio 2017)

Notizie su Bergamo e provincia (8-13 maggio 2017)
11 Maggio 2017 ore 09:00

13 MAGGIO

 

1 – La poliziotta ferita ieri sta bene. «Paura? Tutto troppo in fretta»

La poliziotta ferita ieri da un mendicante alla rotatoria del Cristallo Palace, sulla circonvallazione, sta bene. Il senegalese le ha sferrato un pugno sul volto, all’altezza dell’occhio destro, e l’ha ferita al sopracciglio con le forbici con cui prima aveva colpito senza conseguenze l’altro agente. Che poi ha sparato al polpaccio dell’aggressore. La poliziatta, 25 anni, di origini venete, è e al suo primo incarico a Bergamo dopo il concorso.

2 – Il pm: due cooperative in odore di ‘ndrangheta

L’Antimafia di Brescia indaga su due gruppi famigliari di Treviglio, Provenza e Stillitano. In ballo una doppia accusa di associazione a delinquere per la gestione di più cooperative nel mondo del facchinaggio e delle pulizie. In più, presunti collegamenti con la ‘ndrangheta brianzola. Lo scrive oggi il Corriere della Sera Bergamo L’inchiesta è ancora in corso.

3 – Due fratelli arrestati per droga alle torr di Zingonia

Sono stati arrestati in flagranza di reato per concorso in detenzione ai fini di spaccio due fratelli marocchini di 34 e 39 anni, clandestini e con alle spalle già altri precedenti specifici. Li hanno catturati i carabinieri della Compagnia di Treviglio durante un’operazione antidroga venerdì sera a Zingonia.

4 – A Bergamo diminuiscono le mamme, però aumentano le over 40

Diminuiscono in generale le mamme, ma aumentano le over 40 che decidono di avere un figlio. Questa in sintesi la fotografia della realtà bergamasca realizzata dalla Coldiretti provinciale con un’analisi dei dati Istat in occasione della Festa della mamma di domenica 14 maggio. Nel 2009 le donne che hanno avuto un figlio dopo i 40 anni sono state 611 mentre nel 2015 sono state 649 (+ 6%). Nonostante l’aumento delle madri delle generazioni “anta”, complessivamente le mamme in provincia di Bergamo si sono ridotte da 12.060 del 2009 a 9.523 del 2015 (- 21%), un calo particolarmente significativo rispetto alla realtà regionale. Infatti in Lombardia le mamme erano 98.792 nel 2009 e 84.149 nel 2015 (– 15%).

5 – Città Alta, domenica in Cattedrale la statua della Madonna di Fatima

C’è grande attesa tra i fedeli bergamaschi: domani arriva in città la statua della Madonna di Fatima, pellegrina tra le cattedrali lombarde. Giungerà dal Duomo di Milano, dove sarà sabato sera. L’arrivo della statua cade nei giorni di celebrazione del centenario dell’Apparizione in Portogallo.

 

12 MAGGIO

 

1 – Mendicante colpisce una poliziotta e un agente spara all’aggressore

Sparatoria in città, alla rotatoria del Cristallo Palace, nella zona della circonvallazione Mugazzone, tra Campagnola e Boccaleone. Secondo una prima ricostruzione, un automobilista ha chiamato il 112 per segnalare che un mendicante di origini senegalesi (ma cittadino italiano), K.S., 48 anni, già provvisto di foglio di via, stava importunando la gente ferma in coda. All’arrivo di una pattuglia della polizia di Stato, il mendicante avrebbe dato in escandescenze aggredendo il poliziotto con un paio di forbici, ma senza conseguenze. Poi se l’è presa con una collega, ferendola al sopracciglio. A questo punto l’agente ha estratto la pistola e ha fatto fuoco, ferendo al polpaccio il senegalese. L’uomo è in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e tentato omicidio.

2 – Scippa una donna, un ivoriano insegue il ladro e lo fa arrestare

Ieri pomeriggio, verso le 13,30, un ivoriano ha inseguito, bloccato e consegnato agli agenti della polizia un 34enne di Nembro che aveva appena scippato una borsa a una donna che era ferma nella sua auto, al semaforo, all’incrocio tra via Paglia e via Spaventa, in pieno centro a Bergamo. L’immigrato passava di lì in bici: ha subito abbandonato la sua due ruote e si è lanciato alla volta del ladro, bloccato dopo pochi metri.

3 – Rissa tra alpini al raduno di Treviso: grave un bergamasco

Una caduta la scorsa notte nei pressi di Porta Carlo Alberto, a Treviso, durante il raduno nazionale, sta costando cara a un alpino bergamasco di 53 anni, A.L. Una caduta che gli ha procurato un trauma cranico: si trova ricoverato in gravi condizioni all’ospedale. Il fatto si sarebbe verificato al termine di una lite con un altro alpino generata da motivi, secondo le testimonianze, piuttosto inconsistenti. Il bergamasco sarebbe stato ripreso dal collega – M.Z, un trevigiano quarantasettenne – per un gesto di danneggiamento ad un paracarro a lato della strada. Ne è sfociato un diverbio, da cui la rissa.

4 – Pioggia, frana sull’asse interurbano. Oggi chiuso il tratto Mapello-Locate

A causa delle abbondanti piogge di ieri, è crollato un tratto di 20 metri cubi sull’asse interurbano nella notte tra giovedì 11 e venerdì 12, nel tratto tra Mapello (zona Centro commerciale Continente) e lo svincolo per Locate, in direzione Isola-Bergamo. È successo poco dopo l’una. Il tratto è stato chiuso in direzione Bergamo, con disagi per gli automobilisti, che si sono riversati sulla Briantea.

5 – Altri due arresti per spaccio da parte della Polizia Locale

Continua il giro di vite della Polizia Locale sullo spaccio di sostanze stupefacenti in città: altri due arresti nella giornata di mercoledì 10 maggio sono stati effettuati dal nucleo di Sicurezza Urbana del Comando di via Coghetti durante un’operazione di controllo delle zone Malpensata, Bonomelli, Paleocapa, San Giorgio e Quarenghi. È servita una lunga fase di osservazione e monitoraggio dell’area per fermare due persone con precedenti e procedere al sequestro di alcuni grammi di hashish. Il primo arresto è avvenuto alle ore 15.30 tra le vie Scotti e Paleocapa: B.S.A., di quarant’anni è denunciato per spaccio e detenzione ai fini dello spaccio. Il secondo arresto è stato effettuato in Via S.Giorgio, alle ore 17.00; B.H, di 35 anni, è stato denunciato per detenzione ai fini dello spaccio e false attestazioni. Entrambi gli individui saranno processati per direttissima la prossima settimana.

6 – Aeroporto, il neopresidente Bruni: «Alleanze solo se convenienti»

Dopo Miro Radici, da ieri è Roberto Bruni, ex sindaco di Bergamo e consigliere regionale, a presiedere la Sacbo, società di gestione dell’aeroporto di Orio. È disposto a parlare con tutti, ha detto, ma in questo momento di frenare sul numero dei voli non se ne parla. Per quanto riguarda eventuali nuove alleanze ha dichiarato: «Servono solo se possono rivelarsi davvero convenienti».

7 – 80enne investito in bici a Mozzanica, elisoccorso in azione

Grave incidente stamattina poco dopo le 9 a Mozzanica, in via Crema, sulla strada che conduce al cimitero del paese. Un 80enne in bici è stato investito da una Bmw X3 con a bordo madre e figlia. L’uomo è stato trasportato in gravi condizioni con l’elisoccorso al «Papa Giovanni XXIII».

8 – Pronto soccorso del Papa Giovanni, più 9,2 per cento di accessi nel 2016

Numeri in crescita al servizio di Pronto Soccorso delll’Ospedale Papa Giovanni XXIII. I dati sono stati diffusi in occasione della Settimana del Pronto Soccorso. Nel 2016 le registrazioni hanno superato la soglia delle centomila unità (108.054 con una crescita di +9,2% sul 2015). Circa la metà dei casi (53.068) vengono presi in carico dal Pronto Soccorso generale. Qui si registra un picco di “codici rossi” cioè di prestazioni della massima urgenza pari al 3,2% del totale, contro un dato medio regionale di 1,46%. L’altra metà degli accessi viene smistata dagli operatori del Triage ai Pronto Soccorso specialistici: quello pediatrico registra 21.355 accessi (con il 75,8% di “codici verdi”, ovvero casi differibili e che non hanno un’urgenza immediata); seguono l’ambulatorio dedicato ai traumi minori con 14.957, ostetricia e ginecologia con 14.026 accessi e infine oculistica con 4.644. Elevato anche il numero di pazienti ricoverati in medicina d’urgenza: 630 nel solo anno 2016. Diversa la situazione all’ospedale di San Giovanni Bianco, che su 14.220 accessi nel 2016 conta solo lo 0,1% di “codici rossi”.

 

11 MAGGIO

 

1 – Nuovo Oriocenter, il 23 la presentazione. Avrà 280 negozi e 14 sale cinema

Si arriverà a 280 negozi, 50 tra bar e ristoranti, 105mila metri quadrati, 8mila parcheggi e anche 14 sale cinema grazie al multisala Uci (la stessa catena presente a Curno). Numeri giganteschi quelli del nuovo Oriocenter ampliato, che sarà presentato il 23 maggio. L’inaugurazione, probabilmente, il 25 maggio: è già partita una campagna pubblicitaria che gioca sul mistero. Per quanto riguarda il cantiere una corsa contro il tempo: il lavoro degli operai è febbrile per la realizzazione delle ultime strutture, parcheggi interrati compresi.

2 – Lavori in piazza Carrara, Cittadella, Galgario, ciclabile del centro e Borgo Palazzo

Sarà un maggio intenso per i lavori pubblici del Comune di Bergamo: un calendario di lavori fitto in città nelle prossime settimane, con diversi interventi in fase di avvio entro la fine del mese. Cantiere consegnato in questi giorni per quello che riguarda piazza Cittadella a Bergamo Alta: l’Amministrazione interviene su tutte le parti pedonali della piazza, iniziando dalla pavimentazione del porticato, allo stato attuale particolarmente ammalorata e danneggiata. Una nuova pavimentazione sarà posata in un cantiere che sarà realizzato per lotti (comprendendo gli ingressi da Colle Aperto e Piazza Mascheroni e anche il marciapiede che attraversa l’intera piazza), in maniera da risultare il meno impattante possibile sull’accessibilità e la fruibilità dello spazio pubblico. Necessario intervenire in questo periodo dell’anno per via delle favorevoli condizioni climatiche: si tratta infatti di lavori che non sarebbero possibili durante la stagione fredda. Entro la fine del mese toccherà a Piazza Carrara: durante l’estate saranno realizzati i lavori per la riqualificazione della piazza prospiciente l’Accademia Carrara e la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea. Si inizia con i lavori che Uniacque ha messo in calendario per la sistemazione delle tubazioni sotto la superficie della piazza. Al termine – intorno alla metà di giugno – inizieranno i lavori veri e propri, con un intervento che prevede una pavimentazione a ciottoli elegante, il taglio di un albero per consentire il collegamento – anche visivo – tra i due musei d’arte cittadini e il riordino della zona centrale erbosa. Lavori in corso anche nel centro di Bergamo, con l’avvio del cantiere per la realizzazione del tratto ciclabile destinato a collegare piazzale Alpini e la stazione ferroviaria con l’asse che dal Sentierone si snoda verso lo stadio da un lato e verso Loreto e Longuelo dall’altro. L’intervento – che durerà una ventina di giorni – si concentrerà su via Taramelli, lungo la quale saranno spostati alcuni posti auto per far spazio a un percorso alternativo all’asse ferdinandeo e che consentirà alle due ruote di percorrere in sicurezza le zone centrali della città. Sono già in stato avanzato i lavori allo storico pennone portabandiera di piazza Mercato del Fieno a Bergamo Alta. Ma sempre a Bergamo Alta entro la fine del mese dovrebbero iniziare gli interventi di riqualificazione del marciapiede di via Porta Dipinta all’altezza dell’area verde della Fara: un cantiere richiesto da anni da residenti e frequentanti degli spazi dell’area (si tratta di uno dei punti di accesso principali a Bergamo Alta e sede dell’Università di Bergamo a Sant’Agostino), intervento che prevede la rimozione delle pietre maggiormente danneggiate e il taglio di due alberi lungo via Porta Dipinta. Lavori già appaltati invece per quel che riguarda l’ex convento di Ognissanti al Galgario: il cantiere del primo lotto, sul quale è al lavoro la Caritas di Bergamo, sarà infatti avviato tra maggio e i primi di giugno. È prevista la ristrutturazione di una delle principali strutture di accoglienza della città, con la realizzazione di una mensa per le persone fragili e la disponibilità di 70 posti letto. Appaltati qualche giorno fa i lavori per il rifacimento della pavimentazione di via Borgo Palazzo, nel tratto che da piazza Sant’Anna arriva a via Camozzi. In questi giorni l’Assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembilla ha incontrato rappresentanti dei commercianti e dei residenti della via, per coordinare le date del cantiere alle esigenze del quartiere: sarà rimossa la lingua d’asfalto posata alcuni anni or sono e attualmente costellata di buche e sarà ripristinato il porfido che storicamente ha caratterizzato uno dei borghi più interessanti e vitali della città.

3 – Scontro ad Ambivere, tre giovani feriti

Incidente oggi sulla ex 342 in territorio di Ambivere tra un camion e un’auto. In tilt il traffico nella zona dell’Isola. Feriti tre ragazzi di 14,16 e 17 anni. Lunghe code sull’Asse interurbano da Bonate Sopra fino allo svincolo per la Briantea.

4 – Per chi vuol guardare il cantiere tariffa da 10 euro con rinfresco

Al bar dell’oratorio del quartiere San Paolo il gestore è Simone Paganoni. Che è anche consigliere comunale, noto per le trovate goliardiche con cui rallegra alcune sedute a Palazzo Frizzoni (senza che questo infici la serietà con cui affronta il mandato, secondo giudizio unanime ineccepibile). Nel bar, come è giusto che sia, le sue trovate si moltiplicano. L’ultima? Un cartello attaccato alla rete del cantiere per il rifacimento del campo da calcio con le tariffe per i pensionato che si attardano a guardare gli operai al lavoro: per i più appassionati c’è il pacchetto «un’ora più rinfresco» a 10 euro.

5 – Seriate dichiara guerra a chi abbandona i rifiuti per le strade

Il Consiglio comunale di Seriate ha approvato all’unanimità una mozione presentata dal gruppo consiliare 5 Stelle. Oggetto del documento: l’installazione di fototrappole contro l’abbandono di rifiuti sul territorio comunale. Ora bisogna vedere nel dettaglio quale tipo di apparecchiatura verrà adottata e quali saranno le modalità da seguire per evitare che vengano danneggiate o rubate.

6 – Ricercato per furto: arrestato a Osio Sopra su un’auto rubata

Arrestato un 25enne cittadino italiano, nativo del Brasile, rintracciato ieri dai carabinieri della Compagnia di Treviglio a Osio Sopra. Su di lui pendeva un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Bergamo: era stato condannato in via definitiva a 3 anni e mezzo per un furto pluriaggravato commesso, nel 2014, nella Bergamasca. I militari l’hanno pizzicato alla guida di un’auto rubata nei giorni precedenti nella Bassa.

7 – L’aeroporto di Montichiari chiama Orio: «Urgenti sinergie»

Dall’aeroporto di Montichiari decollano, in un anno, tante persone quante a Bergamo in mezza giornata. Lo scrive ieri il Corriere della Sera Brescia. E le timide speranze di rilancio date dall’avvio del vettore cargo Sw verso l’Asia, attivo da un mese e mezzo, rischiano di essere paralizzate dal maxi debito da 20 milioni di euro che i gestori veronesi hanno contratto con Enav: non sarebbero stati pagati i servizi di assistenza aerea dal 2002 al 2012. Il presidente della Provincia di Brescia, Pierluigi Mottinelli, si auspica che «la ripresa delle relazioni e delle sinergie con Bergamo, aeroporto che ha raggiunto un livello tale di saturazione da dover cercare altri sbocchi, così come Linate del resto». Ci sono ottimi rapporti politici con Gori: bisogna vedere se basteranno.

8 – Spaccata in un negozio di bomboniere a Calusco

Ladri in azione a Calusco d’Adda nella notte tra martedì e mercoledì. Hanno dedicato le loro attenzioni a «Adas Bomboniere», nella zona commerciale lungo la provinciale 166, quella che collega il paese con Carvico e Paderno. Il colpo attorno le 3: mazzate sulle vetrine. Una ha ceduto. I malviventi hanno prelevato alcuni oggetti da una vetrinetta e sono scappati, riuscendo a far perdere le proprio tracce.

 

10 MAGGIO

 

1 – Centro trapianti di Napoli chiuso. Ragazza viene operata a Bergamo

Martina, 16 anni, è stata sottoposta ad un trapianto di cuore a Bergamo perché al centro pediatrico dell’ospedale Monaldi di Napoli gli interventi sono stati sospesi. La vicenda viene riferita dal Mattino. «Il fatto che Martina fosse stata ritenuta in buone condizioni di salute dalla struttura napoletana per poi essere rimessa urgentemente in lista a Bergamo ed essere sottoposta a trapianto cardiaco è la dimostrazione evidente che la qualità dell’assistenza è notevolmente diminuita», dice all’Ansa Maria Rosaria Lanza, del Comitato sanità Campania, a cui fanno riferimento oltre 50 associazioni che si occupano di igiene salute e ambiente.

2 – Minaccia la ex che l’aveva denunciato, 43enne ai domiciliari

Arrestato e messo ai domiciliari dal gip un 43enne bergamasco, residente a Verdello. L’uomo, dopo essersi lasciato con l’ex compagna, dalla quale aveva avuto un figlio, era stato indagato per atti persecutori in considerazione dell’atteggiamento di molestie, violenza e prevaricazione assunto nel proprio ambito familiare, venendo quindi sottoposto lo scorso febbraio alla misura coercitiva del divieto di avvicinamento. Però questa misura negli ultimi mesi l’ha violata, minacciando ed insultando l’ex compagna.

3 – Il commissario Paleari: entro luglio il nuovo piano industriale Alitalia

Sarà pronto entro fine luglio il nuovo piano industriale che predisporranno i commissari straordinari di Alitalia, secondo quanto previsto dalla legge Marzano. A indicarlo il commissario Stefano Paleari, ex rettore dell’Università di Bergamo, che nel corso della conferenza stampa ha anche spiegato la metodologia che verrà applicata per la stesura del business plan. «Nell’arco di 4-6 settimane valuteremo i piani esistenti e nelle successive 4-6 settimane procederemo all’elaborazione del nuovo piano, arrivando così entro fine luglio». «Siamo liberi di valutare quello che è contenuto negli altri piani e riportarlo in quello nuovo. Le idee buone potranno essere inserite nella nuova pianificazione. Faremo una valutazione e rielaborazione nelle nuove condizioni», ha detto Paleari.

4 – Cgil, il capo dell’ufficio vertenze se ne è andato sbattendo la porta

Il capo dell’Ufficio vertenze della Cgil ha lasciato via Garibaldi dopo 40 anni. Carmelo Ilardo è sempre nella Cgil, ma a Crema. Se ne è andato, scrive oggi il Corriere della Sera Bergamo, per alcune divergenze sull’organizzazione del personale. A portare alla rottura, due mancate assunzioni che il sindacalista aveva chiesto. Invece di tali assunzioni, un tirocinante e un contratto di collaborazione gratuita con un’avvocatessa in pensione. «Nulla di illegale – ha commentato Ilardo al Corriere Bergamo -, le norme permettono di più rispetto al passato. Ma è proprio contro queste norme che ci siamo sempre battuti. Questi escamotage te li aspetteresti da un datore di lavoro, non da un sindacato».

5 – Condannato a 7 anni per aver sfregiato al volto l’ex fidanzata

Porta le cicatrici di quel rapporto degenerato nella violenza, la 22enne. L’ex compagno, padre del suo bimbo, le ha lasciato degli sfregi sulla fronte e sulla guancia sinistra: non ha accettato di essere stato lasciato. Lei era in una comunità di suore, ma lui l’ha scoperto e si è introdotto nel convento. Sfregi e minacce. Ma è stato arrestato. È in carcere: ieri la condanna a 7 anni.

6 – Ragioniere truffò la sua azienda per 900mila euro, condanna a 22 mesi

Alla Eurotubi di Mozzanica, dove lavorava da 26 anni, ha portato via quasi 900mila euro. Nessun risarcimento da parte sua, per il momento: del resto, come aveva confessato al Cda in una lettera, è ludopatico. O almeno così sostiene. Ora Renato Capetti, 58 anni, ex ragioniere dell’azienda (ora ceduta a una società toscana) ha patteggiato un anno e 10 mesi, con la pena sospesa, e mille euro. Per la truffa le pene vanno dai 6 mesi ai 3 anni, da 1 a 5 anni se aggravata. Per il risarcimento è in corso un processo civile.

7 – Una app per trovare un fasciatoio

Bella l’idea di due neomamme bergamasche: una app per trovare un fasciatoio. Visto che non tutti i bar e i ristoranti (ma neppure i musei e i supermercati) ne hanno uno. Si chiamano Stefania Brivio e Chiara Lorenzi, rispettivamente di 31 e 33 anni, e il software, attualmente solo su Android, è 2Mums4Baby. Sono 37 i locali attualmente censiti tra bar, centri commerciali, negozi, ristoranti e altre aree pubbliche. Una sezione apposita è inoltre dedicata ai parchi di città e provincia.

8 – Azalee per la ricerca, Sofia Goggia fra i testimonial

Domenica tornano le azalee in piazza per la ricerca contro il cancro, in occasione della festa della mamma, come al solito. La pianta sarà distribuita in 36mila piazze in Italia; 70 quelle bergamasche, tra cui, in città il Quadriportico del Sentierone. E quest’anno tra i testimonial dell’iniziativa c’è anche una bergamasca celebre: Sofia Goggia.

 

9 MAGGIO

 

1 – Candidatura delle mura all’Unesco. Un altro passo avanti per il sì

Una notizia davvero importante per il percorso di candidatura Unesco di Bergamo e delle Città fortificate veneziane tra il XV e il XVII secolo: è di queste ore la conferma da parte del Mibact che Icomos, l’ente di valutazione dei progetti di candidatura, ha raccomandato agli uffici di Parigi di iscrivere la proposta transnazionale di cui Bergamo è capofila tra i siti patrimonio dell’Umanità. La valutazione da parte degli uffici è stata attenta e particolarmente approfondita: la proposta di Italia, Croazia e Montenegro (che prevedeva oltre 10 siti, sparsi su tre regioni italiane e tre nazioni) è stata in parte ridimensionata (con l’esclusione di alcuni luoghi inclusi nella candidatura), ma ha comunque passato il vaglio di Parigi e ha ora buone possibilità di entrare entro la fine del mese di giugno nella lista dei patrimoni Unesco. La valutazione di Icomos, che raccomanda l’iscrizione per i siti di Bergamo, Palmanova, Peschiera del Garda (Italia), Zara e Sebenico (Croazia), Cattaro (Montenegro), costituisce un’ulteriore importante tappa del processo di approvazione della candidatura, che verrà valutata nel corso della 41esima sessione che si terrà a Cracovia dal 2 al 12 luglio. L’Italia, insieme con Croazia e Montenegro, ha presentato a gennaio 2016 all’Unesco la proposta di candidatura de «Le opere di difesa veneziane tra il XV ed il XVII secolo» per l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale. La proposta ha riunito i sistemi difensivi “alla moderna” più rappresentativi della Repubblica di Venezia, dislocati nello Stato di Terra e nello Stato di Mare (Mar Adriatico). «Un risultato di fondamentale importanza – ha commentato il sindaco  Giorgio Gori – figlio del grande lavoro di costruzione di una candidatura così complessa e di un notevole sforzo diplomatico da parte di tutti le parti coinvolte. Icomos ha giudicato la proposta idonea a divenire patrimonio Unesco, confermando il carattere transnazionale della candidatura».

2 – Trattato di Schengen sospeso per 3 settimane, controllo documenti a chi atterra

Da mercoledì 10 maggio a martedì 30 maggio, in occasione dei vertici dei Paesi G7 che si terranno a Bari dall’11 al 13 maggio e a Taormina dal 26 al 27 maggio, il Ministero dell’Interno ha disposto negli aeroporti italiani la sospensione temporanea del Trattato di Schengen e il ripristino dei controlli per i passeggeri che viaggiano sui voli in arrivo dai Paesi aderenti, ad eccezione dei voli operati sulle rotte nazionali. Coinvolto anche allo scalo di Orio al Serio, quindi.

3 – Ol disnà, 55 mila euro dal Comune per i pasti agli anziani

Riconfermato anche per il 2017 il contributo di 55mila euro da parte del Comune di Bergamo a sostegno del progetto Ol disnà dell’organizzazione di volontariato Aiuto per l’Autonomia Onlus, che ogni anno consegna 80 mila pasti a persone fragili e anziane. Il progetto consente la consegna di 275 pasti al giorno in tutta la città, fatta eccezione per Bergamo Alta dove il servizio è garantito in collaborazione con la Cooperativa Città Alta. I volontari dell’Associazione contribuiscono così a sostenere l’autonomia di tante persone anziane, disabili e segnalate dai Servizi Sociali in città, favorendo così un miglioramento della qualità della vita presso la propria abitazione ed evitando la cosiddetta “istituzionalizzazione” all’interno di strutture di assistenza specializzate. Il costo di un pasto completo (primo, secondo, contorno, frutta e pane) è di soli 4,50 euro, ma il progetto prevede anche la consegna di 5600 pasti gratuiti all’anno a persone in particolari situazioni di disagio economico. Sono 6 i mezzi dell’associazione che consegnano quotidianamente i pasti, quasi un centinaio i volontari coinvolti nell’iniziativa. Secondo i termini della convenzione, il Comune di Bergamo eroga un contributo di 30mila euro per coprire i maggiori costi a carico dell’organizzazione e costituisce un fondo di 25.000 euro per i pasti erogati gratuitamente alle persone in situazione di fragilità economica.

4 – Basta bici a velocità folli e cani liberi. La ciclabile della Val Seriana frena

Giro di vite su alcuni comportamenti obbiettivamente pericolosi e che minano la convivenza civile nei dì di festa. Sulla ciclabile della Val Seriana entra in vigore un nuovo regolamento che spinge sul freno dei ciclisti, spesso di passaggio a velocità troppo elevate, mettendo a repentaglio l’incolumità dei pedoni. Buon senso richiesto anche ai proprietari di cani: lasciarli liberi significa trasformare in un terno al lotto il passaggio dei ciclisti.  Il documento, preparato dopo mesi di consultazione tra i 38 sindaci seriani, da Ranica a Valbondione, con i suoi 17 articoli è il primo della Bergamasca a normare l’utilizzo di una ciclovia sovraccomunale. Chi non rispetta le norme sarà passibile di multa.

5 – I fratelli Cerea hanno cucinato per l’ex presidente Usa Obama

Sono tristellati e spesso chiamati per nobilitare le cena di gala di maggior prestigio. Per questo i fratelli Cerea, noti per il ristorante Da Vittorio, ieri sera non hanno certo sfigurato a Villa Clerici, Milano, zona Niguarda, dove hanno contribuito, con altri chef, alla cena in onore di Barack Obama. Hanno preparato, come piatto di apertura, un’aletta di vitello alla californiana (ma la California è una cascina del Milanese dove questa ricetta – carne stufata con verdure passate – è stata inventata), accompagnata da piselli novelli e crema di patate di Martinengo. Per primo, gnocchetti di ricotta con Branzi e barba di frate all’interno. Gran finale con i dolci.

6 – Curno, ladri in fuga fondono il motore: inseguiti e arrestati

Due cileni di 24 e 19 anni, residenti a Milano, incensurati, si sono improvvisati ladri nei centri commerciali. Arrivati in Italia come turisti, speravano di poter sbarcare il lunario. Invece, nulla. Da qui la scelta malavitosa. L’ultimo colpo, sabato intorno alle 13, all’Iper di Seriate: si sono impadroniti di 28 magliette Lacoste (valore complessivo: 1.700 euro) e si sono dati alla fuga. Inseguiti dai carabinieri, hanno fuso il motore della loro vecchia Mini Cooper, quindi sono stati arrestati.

7 – Amici della De Filippi nel nuovo pv Fry Chicken a Stezzano

Fry Chicken sbarca con il suo primo punto vendita in Lombardia nell’area food del centro commerciale Le Due Torri di Stezzano. Per l’inagurazione, giovedì 11 dalle 18, saranno presenti cinque ragazzi dell’edizione Amici 2017, appena usciti dalla scuola, che trascorreranno un pomeriggio con i propri fan presso il punto vendita. La qualità sopra ogni cosa recita il claim del marchio nato grazie all’intuizione dell’imprenditore campano, Alberto Langella, attivo da oltre 10 anni nel settore food, che ha creduto nella possibilità di successo di un’idea semplice: prendere un classico – pollo fritto, panino e patatine – e trasformarlo in un piatto di qualità con ingredienti di origine rigorosamente italiana. Il coinvolgimento del team di Amici coglie appieno il target della clientela Fry Chicken compresa tra i 15 e i 24 anni con una prevalenza (70%) di pubblico femminile, mentre per il 60% dei consumatori uomini oscilla tra i 24 e 35 anni.

8 – Turisti stranieri in aumento del 6,6 per cento nel 2016 in Bergamasca

Il dato delle presenze dei turisti nel 2016 in Bergamasca è praticamente identico a quello del 2015 (quando però c’era Expo). Anzi, fa segnare un leggero segno più (0,2 per cento). I numeri diventano significativi se si scorporano i turisti e i visitatori italiani, in calo del 3,8%, da quelli stranieri, che hanno fatto un balzo in avanti del 6,6 per cento. Il dato emerge dal rapporto sui flussi turistici messo a punto dalla Provincia di Bergamo e pubblicato ieri.

 

8 MAGGIO

 

1 – Bando per la vendita dello stadio chiuso, sembra siano due le offerte pervenute

La deadline è scoccata alle 12 di lunedì 8 maggio. Si è chiuso a mezzogiorno il bando indetto dal Comune di Bergamo per la vendita dello stadio Atleti Azzuri d’Italia e sembra che le offerte pervenute negli uffici di Palazzo Frizzoni siano soltanto due: una dell’Atalanta e una, invece, dell’AlbinoLeffe. Le offerte, come prevede la regolamentazione del bando, sono pervenute in busta chiusa e soltanto mercoledì 10 avverrà l’apertura delle stessee. A quel punto, dunque, si scoprirà chi sarà il nuovo proprietario dell’impianto comunale. Ricordiamo che la base d’asta è di 7 milioni e 826 mila euro, ovvero la cifra stimata come valore dello stadio dalla società di consulenza Avalon.

2 – Investito da un muletto, operaio muore a Bonate Sotto

Infortunio mortale sul lavoro oggi intorno alle 17 a Bonate Sotto, in una ditta nella zona industriale del paese, in via 2 Giugno. La vittima è un operaio e per ora si sa solo che è stato schiacciato da un muletto. Sul posto, oltre ai soccorritori inviati dal 1008, anche i vigili del fuoco, le forze dell’ordine e i tecnici dell’Ats, per verificare che le condizioni di sicurezza siano state tutte rispettate.

3 – Imprenditore bresciano occulta 100 milioni al fisco, sequestri anche a Bergamo

Per gli investigatori della Guardia di Finanza di Pavia, M.V., imprenditore residente nel Bresciano, gestiva almeno una trentina di società operanti nel settore immobiliare. Le stesse che, pur figurando intestate a vari prestanome, avrebbero consentito all’uomo di accumulare una ricchezza – tra immobili e conti correnti – stimata in circa 100 milioni di euro. Ma di tasse pagate non c’è neppure l’ombra. Una cifra da capogiro, tanto più che invece il 50enne risultava nullatenente. L’inchiesta, partita da una vicenda di turbativa d’asta nell’ambito della sanità  a Pavia, ha trovato terreno fertile sul versante milanese. I militari, infatti, hanno sequestrato immobili (dislocati nelle province di Brescia, Bergamo, Mantova e Parma) e conti correnti per 2 milioni di euro, come disposto dal gip milanese su richiesta della Dia.

4 – Vuol raggiungere il padre malato con le strade bloccate, «maltrattato dai vigili»

Lui è un nome noto dell’Fm. Luca Viscardi, direttore dei programmi di Radio Number One, ha scritto una lettera al comando della polizia locale di Bergamo per un eventuale accertamento disciplinare dopo essere – a suo dire – stato maltrattato e offeso da due agenti in servizio a Bergamo domenica mattina. Voleva raggiungere il padre malato nonostante le strade bloccate per lo svolgimento della Gran Fondo Felice Gimondi.

5 – Una notte di sangue sulle strade. Due morti tra sabato e domenica

Strade di sangue in provincia nella notte tra sabato e domenica: ben due le vittime. All’alba è morto un operaio di Bolgare, Giampiero Calvi, di 54 anni. Si stava recando al lavoro, nel Bresciano, ma vicino a casa (sulla 91bis), si è schiantato con una Fiat 500 che avrebbe invaso la corsia opposta: a bordo tre ragazze di rientro dalla discoteca, rimaste ferite. Poche ore prima, sulla 525, a Osio Sotto, un 33enne rumeno residente a Pagazzano, Adrian Costea, papà di tre bambini, ha perso il controllo dell’auto ed è andato a finire contro altre due macchine. Nulla da fare per lui.

6 – Infarto durante il match, salvato con defibrillatore da un «avversario»

Momenti di tensione sabato sera al palazzetto dello sport di Almenno San Salvatore. Stava per cominciare una partita di pallavolo quando uno spettatore del paese, 50 anni, è stato colpito da un improvviso malore. Un giovane infermiere bresciano, Paolo Corberi, dirigente della squadra ospite, è intervenuto però prontamente: aiutato da due giocatrici, Giorgia Ferrai e Beatrice Alghisi, ha utilizzato il defibrillatore presente nella struttura sportiva e salvato il bergamasco. Che, soccorso da personale del 118 e trasportato all’ospedale Papa Giovanni XXIII, è stato poi sottoposto a un intervento chirurgico al cuore. Sembra che sia fuori pericolo.

7 – Nella Bergamasca sono 500 gli imprenditori «a mano armata»

A Bergamo lo scorso anno la questura ha rilasciato 5.436 licenze per porto d’armi, tra rinnovi e nuove. Lo scrive oggi L’Eco di Bergamo. In più, e questo è il dato interessante, all’indomani dell’approvazione della legge sulla legittima difesa,ci sono 134 licenze – sempre tra nuove o rinnovate – rilasciate dalla prefettura per difesa personale a imprenditori, gioiellieri e commercianti che potrebbero subire agguati e che, in tutto sono circa 500. Posizione bloccata per altri 190 che vorrebbero far parte di questo elenco.

8 – Si corre a Dalmine il campionato italiano Fidal 2017

Con amarezza l’Asd Runners Bergamo deve rinunciare ad organizzare il campionato italiano a Bergamo; per l’amministrazione comunale del capoluogo bergamasco il calendario di settembre è già occupato. Si disputerà quindi a Dalmine il diecimila tricolore Fidal su strada: le iscrizioni sono aperte.​ La gara è aperta anche ai runner amatoriali che avranno un’occasione esclusiva per misurarsi con i campioni dell’atletica.​​​

9 – Finanza, cambio al vertice per il comando provinciale

Il comandante provinciale della Guardia di Finanza Vincenzo Tomei lascerà Bergamo per andare a Messina. Si sa già chi sarà il sostituto, che subentrerà entro la fine di agosti: il colonnello Mario Salerno, 46 anni, originario di Lecco, oggi all’Accademia di Roma. Tra il 2012 e il 2015 ha guidato il gruppo di Monza e lavorato con il procuratore Walter Mapelli.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia