Notizie su Bergamo e provincia

Polizia ritrova i regali di un bimbo Lui: più contento oggi che a Natale

Polizia ritrova i regali di un bimbo Lui: più contento oggi che a Natale
27 Dicembre 2019 ore 09:00

27 DICEMBRE

 

1 – Polizia ritrova i regali di un bimbo. Lui: più contento oggi che a Natale

Il regalo di Natale a un bambino di 11 anni di Bergamo l’ha fatto la polizia di Stato che ha recuperato i suoi regali, perduti la sera prima. Il bimbo, infatti, il 25 sera aveva lasciato il suo zainetto pieno dei doni scartati la mattina al McDonald’s alla staziondi Bergamo e il 26, non trovandolo al ristorante, si è rivolto alle forze dell’ordine che l’hanno prontamente rinvenuto. Toccante il suo ringraziamento agli agenti mediante una letterina: «Sono più felice di quando me li ha portati Babbo Natale».

2 – “Stop and go”, ambulatorio per giovani intossicati da alcol e droghe

“Stop and go” è il nome del nuovo ambulatorio dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Da gennaio offrirà una risposta ai casi di intossicazione per alcol e droghe di ragazzi sotto ai 25 anni.

3 – Hog raddoppia: dopo Curno, apertura ad Azzano San Paolo

Hog raddoppia. A quasi tre anni dall’apertura del ristorante birreria a Curno in via Fermi 52 (dopo anni alla “Taberna La Coronne” di Longuelo) i proprietari hanno avviato un nuovo locale, il bar “Hog Café”, ad Azzano San Paolo.

4 – Anh Tu Ranghetti, dal cortile del nonno alle gare

Lo scorso 21 marzo ha compiuto appena dieci anni, ma il trevigliese Anh Tu Ranghetti ha già messo in bacheca titoli e affermazioni nel mondo del kart. Quest’anno ha conquistato il primo posto assoluto nella categoria Mini Stok 60 nel campionato Kart Sport 2019 dove ha messo in fila la bellezza di 28 agguerriti piloti grazie alle 3 vittorie, 3 secondi e altrettanti terzi posti ottenuti nelle 10 prove in programma della lunga e impegnativa stagione.

5 – Cgil: diminuisce potere d’acquisto e qualità dell’occupazione

Dieci miliardi di euro e una spesa pro-capite di 167 euro: è il bilancio del Natale 2019 secondo il Codacons che registra una riduzione della spesa complessiva per le festività appena trascorse. Quest’anno solo per i regali si registrerebbe in alcuni comparti una contrazione fino al 7% rispetto al 2018. Sullo stato di salute del settore interviene, oggi, Mario Colleoni, segretario generale della Filcams-Cgil di Bergamo. «La fiducia e i ricavi del commercio sono in leggero calo: dopo la lieve ripresa degli scorsi anni è, infatti, tornata a frenare la spesa di famiglie e cittadini. Se non emergeranno inversioni di tendenza improvvisi l’anno si chiuderà con il segno negativo. È una crisi che nei fatti non accenna a esaurirsi. La nuova frenata nella spesa delle famiglie è comportamento inevitabile in un Paese dove il potere d’acquisto stenta a crescere. Se non ci saranno inversioni di tendenza, il 2019 si chiuderà con una flessione del 0,4% delle vendite. I lavoratori hanno inoltre guadagnato meno nel 2018 rispetto al 2017. È chiaro che le riforme del mercato del lavoro, definite negli anni di crisi, hanno condizionato la modesta crescita dei salari reali dal 2010 ad oggi, e hanno portato purtroppo a un aumento notevole delle disuguaglianze sociali. Scelte, di riforma, fatte in un Paese, dove a crescere è stato solo il lavoro povero e che hanno portato ad una crescita della flessibilità verso il basso dei salari, indebolendo di fatto i lavoratori e diminuendo le loro tutele reali. Tanti i fattori che oggi mettono a dura prova il settore, dalla grande avanzata del commercio elettronico per lo più gestito da grandi società estere, fino ad arrivare appunto alla relativa crescita dei salari reali e che inducono famiglie e cittadini a temere per il loro futuro. La riduzione del tasso di risparmio verificatasi negli ultimi dieci anni non ha precedenti e spesso questa scelta si materializza per assenze di alternative. Molti sono i cittadini che per rispondere ai propri bisogni primari hanno dovuto erodere i risparmi propri o dei famigliari, cosi come tanti hanno dovuto indebitarsi. Nella grande distribuzione alimentare, nel terzo trimestre, le vendite arretrano leggermente e con esse il numero di addetti delle imprese del commercio al dettaglio. A  Bergamo si evidenzia, tra l’inizio e la fine del trimestre, un saldo negativo dello 0,3%. La  qualità dell’occupazione nel settore tende a peggiorare nel commercio e nei servizi. Oltre a situazioni oggi estremamente critiche che vedono coinvolti i lavoratori di grandi gruppi quali Mercatone Uno e Conad-Auchan, ci sono numerose piccole realtà dove nel complesso operano migliaia di lavoratori dei quali poco si parla ma che si trovano spesso con poche tutele. Il rischio, anche per Bergamo, è quindi che la stagnazione certificata a livello nazionale dall’andamento del Pil si rifletta in un rallentamento dell’occupazione e in un calo della fiducia dei consumatori, condizionando la lieve crescita dei consumi verificatasi nei primi mesi del 2019. Il dato negativo fatto registrare poi dalla grande distribuzione alimentare a Bergamo rappresenta un ulteriore campanello d’allarme. Le famiglie lombarde dal 2011 ad oggi hanno perso il 3,5% di potere d’acquisto e a Bergamo la situazione è simile. Le difficoltà del commercio, che coinvolgono anche i piccoli commercianti, sembrano ormai strutturali. Per questo c’è bisogno di un intervento urgente per fronteggiarle. Sarà fondamentale stimolare al più presto un clima economico positivo, in grado di fornire prospettive durature di aumento dei redditi familiari, nonché sostenere le famiglie in grave difficoltà economica, al fine di evitare effetti negativi sulla tenuta complessiva del tessuto sociale. Una crescita salariale più forte è vitale per il futuro del sistema Paese e lo è, non solo per ritrovare un’equità sociale ormai dispersa, ma anche per stimolare una crescita reale e  creare posti di lavoro di qualità».

 

26 DICEMBRE

 

1 – Vandalizzato presepe di Martinengo. Il sindaco Seghezzi: «Sistemate tutto»

«Sono veramente dispiaciuto per l’atto ignobile verificatosi nella notte della Vigilia al presepe adiacente alla Chiesa Parrocchiale – ha scritto ieri su Facebook il sindaco di Martinengo, Mario Seghezzi -. Un atto che ferisce la serenita, la magia e il calore del Natale. Mi auguro solo che l’ignoranza e la poca furbizia di questi 3 ragazzi (visto che l’atto vandalico si è verificato sotto le telecamere di videosorveglianza) non superino la loro intelligenza. Pertanto auspico che, oggi, nel giorno di Natale, ricompongano il presepe». Niente ricomposizione, invece, a quanto pare.

2 – Migliora l’operaio colpito da sepsi da meningococco C

Resta ricoverato in terapia intensiva agli Spedali Civili di Brescia il 36enne di Villongo colpito da sepsi da meningococco C. Ma sembra in via di miglioramento, anche se per prudenza i medici non hanno sciolto la prognosi: il giovane operaio della Oldrati group di Adro non sarebbe più intubato.

3 – Foppolo, più piste per le feste: seggiovia del Valgussera aperta

Si va progressivamente verso l’apertura al completo del comprensorio dell’alta Val Brembana. Da sabato scorso sono funzionanti tutti i giorni le seggiovie di Foppolo della Quarta Baita e del Montebello.

4 – Accoltellato nella notte di Natale, un fermato per tentato omicidio

Svolta nelle indagini sul tentato omicidio avvenuto a Crema nella notte della Vigilia. La Polizia cittadina ha fermato un sospettato. Stando a quanto emerso, la violenta lite è scoppiata fra due avventori che, dopo essersi affrontati all’interno dell’esercizio pubblico, si sono nuovamente presi a pugni all’esterno dello stesso. Alcuni  avventori del locale, che li avevano già divisi nel corso della prima lite, sono riusciti a dividerli nuovamente. Il più giovane si è allontanato frettolosamente, l’altro, rimasto a terra, si è accorto che stava vistosamente sanguinando al fianco sinistro. Sul posto, insieme ai sanitari, è giunta una pattuglia della Polizia di Stato che ha raccolto la testimonianza del ferito: aveva ricevuto una coltellata.  L’aggressore è stato quindi individuato  a distanza di qualche chilometro, a bordo di una vettura condotta da un terzo soggetto, trovato anch’egli in possesso di un coltello. Nel corso dell’attività d’indagine condotta dal responsabile della Squadra Volante del Commissariato cittadino, il presunto accoltellatore, un 23enne cremasco, è stato sottoposto ad un provvedimento di fermo da parte del P.M., mentre l’autista, un ventisettenne anch’egli cremasco, è stato denunciato per porto ingiustificato di oggetto atto ad offendere.

5 – Veronica Pivetti a Treviglio per presentare il suo libro

Veronica Pivetti sbarca a Treviglio per presentare il suo ultimo libro “Per sole donne”, un romanzo pubblicato da “Mondadori”. In questo suo nuovo libro la Pivetti, che è anche attrice, doppiatrice, conduttrice televisiva e radiofonica, protagonista di molte fiction di successo, racconta le storie di 5 donne. Si ride molto alle loro spalle e a quelle dei loro partner, ma capita anche di riflettere sull’eterna conflittualità dei rapporti tra i sessi e sull’inossidabile valore dell’amicizia. L’evento di cui sarà protagonista Veronica Pivetti è stato organizzato dall’associazione culturale trevigliese “Malala” e si terrà venerdì 10 gennaio 2020, alle 18.30, nell’auditorium del centro civico di largo Marinai d’Italia.

 

24 DICEMBRE

 

1 – Imprenditore romanese dona il 49% delle azioni milionarie ai dipendenti

La sua azienda taglia il traguardo del mezzo secolo di storia e il titolare lo celebra regalando metà della propria società ai sei dipendenti. Succede alla “Simmy” di Romano, dove nei giorni scorsi  Giorgio Bona è finito sotto i riflettori per un gesto di grande altruismo, che è al tempo stesso un esempio plastico di amore per il lavoro e la comunità. “Simmy” è un’azienda d’eccellenza di Romano che fattura 8,5 milioni di euro all’anno,  si occupa di confezionamento di capi d’abbigliamento per conto terzi e da alcuni anni anche di progettazione e produzione di abiti per l’alta moda, esportando in mezzo mondo. Nei giorni scorsi, in occasione della festa per il cinquantesimo, il titolare Giorgio Bona ha deciso di festeggiare proprio come suo padre aveva fatto con lui, cinque decenni prima. Ha donato a sei dipendenti il 49 percento delle azioni dell’azienda, per un valore a sei zeri. «Donerò anche le altre», annuncia. Questo deve aver pensato: assicurare un futuro al suo mondo, la sua azienda, che da 50 anni esporta in tutto il mondo la sapienza del made in Italy in campo tessile, è più importante di essere “soltanto” ricco.

2 – Maradona plaude al Papu per la benemerenza civica

Tra i tanti complimenti ricevuti dal Papu per la benemerenza civica del Comune di Bergamo spiccano quelli di Diego Armando Maradona. L’argentino ha commentato il post pubblicato dal capitano dell’Atalanta sul proprio profilo Instagram.

3 – Papa Giovanni: Andrea si risveglia dopo 23 giorni di coma

Miracolo di Natale all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Dopo 23 giorni Andrea Grilli, 36 anni, è uscito dal coma. L’atleta dei Falchi di Lecco era precipitato per 60 metri in un canalone sul versante bergamasco del Resegone.

4 – Cambio di gestione alla Pizzeria 900. Subentra la Trattoria Caprese di Strati

Ieri, lunedì 23 dicembre, ultima giornata di apertura per la Pizzeria 900 aperta da Claudio Mansi nel 1982 davanti ai vecchi Ospedali Riuniti. A febbraio riaprirà col nome di 900 Strati: nella gestione subentra infatti Adriano Strati della Trattoria Caprese di via Piccinini, vicino alla Rotonda dei Mille.

5 – Rapina negozio con una pistola giocattolo, arrestato 34enne

È stato arrestato in flagranza di reato per rapina il 34enne, residente a Breno (Brescia), che ieri mattina ha fatto irruzione in un negozio di alimentari di Ghisalba, rapinando le poche decine di euro contenute nella cassa. C.T, questo il nome dell’arrestato, si era dileguato verso Cologno, ma proprio lì grazie alle informazioni dettagliate fornite dalla commessa rapinata, i carabinieri sono riusciti a identificare e fermare l’uomo, che si trova ora in carcere. Si trovava  a Cologno, in un’area  notoriamente frequentata da spacciatori di stupefacenti. Era insieme alla propria compagna, in attesa di rifornirsi di stupefacente. Alla vista della pattuglia dei carabinieri ha cercato di fuggire in direzione del Serio, ma è stato raggiunto e fermato dopo una breve colluttazione con i carabinieri. Aveva ancora con sé, in auto, due revoler giocattolo, prive del tappo rosso. L’uomo è stato arrestato e si trova ora in carcere. La compagna 42enne R.N invece è stata denunciata a piede libero. Secondo i carabinieri potrebbe essere il responsabile di diverse altre rapine del genere avvenute nella zona in queste settimane.

6 – Biblioteca Tiraboschi, iniziato l’intervento del Comune di Bergamo

La Biblioteca Civica Antonio Tiraboschi è al centro di una serie di interventi di sistemazione. Nei mesi scorsi si è distaccato materiale dalle facciate e la zona è stata transennata. Ora è iniziato l’intervento del  Comune di Bergamo, ma è in arrivo anche una sala polifunzionale da oltre un milione negli spazi del porticato ora dismesso.

7 – Ztl di Natale, 650mila visitatori in centro

Non sarà solo l’effetto della ruota panoramica, certo. Ma ha sicuramente aiutato. I weekend natalizi hanno portato in centro migliaia di persone. Si può anche calcolare la cifra esatta, come scrive oggi L’Eco di Bergamo: 650mila distribuite nei cinque weekend dall’accensione delle luminarie, l’ultima settimana di novembre, a domenica. Un dato ricavato dal monitoraggio costante degli occhi elettronici installati nel 2014 dal Distretto urbano del commercio.

8 – Piscine di Cologno: in arrivo il bando per la gestione degli impianti

Approvato il bando per l’affidamento del centro natatorio colognese. Ma per le minoranze si è buttato via solo del tempo. Secondo la Lega si è “ripercorsa la strada avviata dalla precedente Amministrazione”, mentre l’ex sindaco Claudio Sesani consiglia alla Giunta Drago di pianificare una buona strategia di marketing per attrarre potenziali operatori. Il nuovo bando per la gestione delle piscine prevede una concessione ad un operatore privato. La strada percorsa è quella della “finanza di progetto” e cioè un partneraiato tra pubblico e provato con concessione mediante gara ad evidenza pubblica. Impossibile infatti la gestione diretta da parte del Comune a causa della mancanza di fondi. Questa forma di affidamento però porterà dei vantaggi alla comunità. In primis chi si occuperà dell’impianto sportivo si farà carico dei costi per l’ultimazione del centro natatorio e la sua riqualificazione. Ma non solo: oltre ai rischi di costruzione, il futuro gestore si sobbarcherà i rischi di mercato. Il Comune in cambio non darà alcun contributo pubblico, chiedendo invece un canone d’affitto.

 

23 DICEMBRE

 

1 – Sepsi da meningococco, terzo caso. Batterio “particolarmente aggressivo”

Un nuovo caso di sepsi da meningococco C è stato scoperto  a Villongo: è il terzo in pochi giorni. La vittima, un 36enne del paese, è ricoverato in ospedale a Brescia, in prognosi riservata. Interviene la Regione: “Batterio particolarmente aggressivo”. Nelle scorse settimane era morta una ragazza di 19 anni, Veronica Cadei .

2 – Sciopero per la vertenza Conad-Auchan, in centinaia sotto Palazzo Lombardia

Diverse centinaia di lavoratori sotto palazzo Lombardia a Milano nel giorno dello sciopero Auchan. «È stata alta la partecipazione dei lavoratori e buona l’adesione allo sciopero – dichiarano i segretari generali di  Filcams Cgil Fisascat Cisl e Uiltucs di Bergamo -. Numerosi dipendenti del gruppo francese, in attesa di conoscere il proprio futuro nella vicenda dell’acquisto da parte di Conad, hanno manifestato la propria preoccupazione». Una delegazione sindacale è stata ricevuta dall’assessore Rizzoli, che ha espresso la vicinanza dell’ente a tutti i lavoratori, e ha preannunciato che Regione Lombardia convocherà Conad per avere le rassicurazioni necessarie sul fronte occupazionale. «Da parte nostra – sottolineano Mario Colleoni, Alberto Citerio e Maurizio Regazzoni – terremo alta l’attenzione per evitare che l’operazione non tenga conto delle nostre richieste e delle aspettative dei lavoratori. Le parole dell’AD di Conad non riescono a tranquillizzare. Speriamo che non siano preludio a una mera operazione immobiliare e finanziaria, ma comprenda la piena occupazione dei dipendenti Auchan».

3 – Il Comune pianterà 1400 alberi lungo le strade e nei parchi

Il Comune di Bergamo si appresta alla piantumazione, nel 2020, di ben 1425 alberi in città. Si tratta di un intervento di grande importanza, che vedrà l’Amministrazione scegliere con attenzione gli spazi dove aggiungere alberi a Bergamo: completare filari verdi lungo i viali urbani, ampliare la dotazione botanica nei parchi, realizzare delle “barriere” verdi lungo le circonvallazioni, sono solo alcune delle soluzioni che sono state pensate dall’Assessorato al verde pubblico della città. Alberi di una certa dimensione: tutte le piante che saranno messe a dimora avranno infatti una circonferenza tra i 18 e i 20 cm, per un valore dell’intervento di 350mila euro.

4 – Bergamo, Dia sequestra 10 immobili agli eredi di un pluripregiudicato

La Direzione investigativa antimafia (Dia) di Brescia ha eseguito un decreto di confisca nei confronti degli eredi del pluripregiudicato Antonio Monaco, originario della provincia di Cosenza ma da anni residente a Ponteranica, deceduto nel maggio 2017. La confisca riguarda dieci immobili, fra cui un villino nel comune di Ponteranica, due appartamenti a Trescore Balneario (Bergamo) e due nella città di Bergamo, per un valore complessivo stimato in oltre 1 milione di euro. Il provvedimento scaturisce da indagini svolte dalla Dia e coordinate dalla Dda bresciana, «che acclararono la sua pericolosità sociale, derivata dall’elevato numero di condanne riportate fin dagli anni ’70 per i reati di associazione a delinquere finalizza alla commissione di reati tributari, truffa e spaccio di sostanze stupefacenti, nonché la netta sproporzione tra i redditi dichiarati (anche dal suo nucleo familiare) rispetto al patrimonio accumulato negli anni, ritenuto il frutto delle attività delittuose commesse, occultato, in taluni casi, all’estero e poi fatto rientrare in Italia».

5 – Trova letterina di Natale per terra e avvera i desideri del bimbo

Un ragazzo di Bergamo, accortosi di una letterina di Natale sul ciglio della strada legata a un palloncino ormai scoppiato, ha voluto realizzare i desideri del bambino che l’aveva lasciata andare dalla sua mano a 70 chilometri di distanza, a Villa Cortese in provincia di Milano, improvvisandosi Babbo Natale. Armato di pazienza, ha rintracciato la famiglia e organizzato un appuntamento per portare in dono il pensiero al piccolo.

6 – Ospedale di Treviglio, continui furti: il personale è esasperato

Furti e razzie ai danni dei pazienti dell’ospedale di Treviglio. Una situazione arcinota, su cui da anni si accendono puntualmente i riflettori, ma che nell’ultimo periodo sembra essersi aggravata. Tanto che il personale è giunto all’esaperazione e chiede un intervento deciso.

7 – Tre ventenni feriti sulla Rivoltana, aggressione a Treviglio

Brutto incidente ieri sera, poco prima delle 20, sulla Rivoltana a Caravaggio. Tre ventenni sono rimasti feriti in un sinistro che ha visto coinvolte due auto, all’altezza dell’incrocio che porta nella zona produttiva della città.

8 – Stracciatella, nascono le “Gelaterie Scelte” selezionate in tutta Italia

La Stracciatella il gelato di Bergamo saluta il 2019 con una preziosa novità che va ulteriormente ad arricchire il percorso di valorizzazione lanciato nel 2017. Nascono infatti le “Gelaterie Scelte”, eccellenze del territorio nazionale Italiano – ma non solo – garanti di una qualità alimentare superiore e portavoce riconosciute e riconoscibili di una cultura artigianale autentica, tipica della tradizione gelatiera italiana. Le Gelaterie Scelte saranno da oggi, insieme alle gelaterie aderenti di Bergamo e Provincia, le principali e indiscusse ambasciatrici del progetto e del brand. L’obiettivo del progetto, promosso da Ascom Bergamo e Gelatieri Bergamaschi, con il sostegno di Cciaa Bergamo e il patrocinio del Comune di Bergamo, oltre al supporto delle aziende bergamasche del mondo del gelato Astori Group, Frigogelo, Ostificio Prealpino, Puntogel e Lactis, e di un marchio di assoluto prestigio come Lindt, si conferma ancora una volta quello di diffondere storia, valori e finalità di una delle eccellenze made in Italy riconosciute e universalmente apprezzate. Eccellenza che deve a Bergamo un contributo speciale: l’invenzione del gusto stracciatella nel 1961, ad opera di Enrico Panattoni della gelateria La Marianna, che da qualche tempo è diventato ufficialmente marchio del territorio, depositato e legato ad un disciplinare per la sua produzione autentica e originale.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia