Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (2-6 gennaio 2018)

Notizie su Bergamo e provincia (2-6 gennaio 2018)
06 Gennaio 2018 ore 09:00

6 GENNAIO

 

1 – Tragico incidente a Sarnico, muore un 21enne e gravissima una 87enne

Alle 11.30 di sabato 6 gennaio, in via Predore a Sarnico (più o meno all’altezza di Villa Faccanoni), c’è stato un tragico incidente in cui sono rimaste coinvolte due auto. Nello scontro è morto un ragazzo di soli 21 anni e una donna di 87 anni è invece rimasta ferita in modo gravissimo. Il ragazzo era alla guida della sua vettura, una Citroen C2, quando, per cause ancora da accertare, si è scontrato violentemente contro una Skoda proveniente dal senso opposto (da Predore verso Sarnico) e sulla quale viaggiavano tre persone: un uomo di 63 anni di Telgate, che era alla guida, e suoi due anziani genitori, residenti entrambi a Predore. Proprio la madre del 63enne è stata trasportata in elisoccorso agli Spedali Civili di Brescia in condizioni definite critiche. Il marito di 90 anni, invece, è stato portato all’ospedale di Chiari insieme al figlio. Entrambi sono feriti ma in maniera non preoccupante. Per il ragazzo di 21 anni, invece, i soccorsi intervenuti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare la morte purtroppo. La strada è stata chiusa al traffico sia per permettere i soccorsi che per permettere alle forze dell’ordine di eseguire tutti i rilievi del caso.

2 – Folle inseguimento a Ciserano, due carabinieri sono rimasti feriti

Nella notte tra venerdì 5 e sabato 6 gennaio, a Zingonia in territorio comunale di Ciserano, i Carabinieri hanno arrestato un albanese di 26 anni residente nella Bergamasca che non si era fermato all’alt, dando così il via a un folle inseguimento. Durante la fuga, il 26enne ha attraversato diversi paesi: Verdello, Pognano, Lurano, Brignano Gera d’Adda, Verdellino e infine Ciserano, dove i Carabinieri di Treviglio, con il supporto dei colleghi di Zingonia, sono riusciti a fermarlo. Il 26enne, però, non si è arreso facilmente e prima di farsi arrestare ha speronato più volte una pattuglia, danneggiandola gravemente e causando un rogo nel vano motore della sua vettura, rendendo così necessario anche l’intervento dei Vigili del Fuoco. Durante questi ultimi, concitati momenti dell’inseguimento, inoltre, due carabinieri sono rimasti feriti. L’albanese è accusato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate, danneggiamento aggravato e guida sotto l’effetto dell’alcol, visto che gli è stato rilevato un tasso superiore di quasi 3 volte il limite consentito. Come se non bastasse, il 26enne guidava senza patente, che gli era già stata ritirata sempre per guida sotto l’effetto dell’alcol.

3 – Superba Sofia Goggia: seconda manche spettacolare e terzo posto a Kranjska Gora

Una prima prova lineare le era valsa l’ottava posizione in graduatoria; una magnifica seconda manche l’ha portata sul podio, precisamente al terzo posto. È stato un grande sabato 6 gennaio per Sofia Goggia, che nella prova di slalom gigante andata in scena a Krasnjka Gora (Slovenia) conquista il suo primo podio del 2018, il sedicesimo della sua carriera e il terzo della stagione dopo i precedenti due, ottenuti in superG. La sciatrice bergamasca si è piazzata alle spalle di una irraggiungibile Mikaela Shiffrin, prima, e di un’ottima Tessa Worley, seconda. Domenica 7 gennaio, sulla stessa pista, andrà in scena lo slalom speciale.

4 – Mezza sul Brembo, tra i mille si impone il bergamasco Palamini

Nella classica gara podistica organizzata dai Runners Bergamo in quel di Dalmine e denominata Mezza sul Brembo, svoltasi sabato 6 gennaio, tra gli uomini è stato il bergamasco Michele Palamini a vincere. Il 26enne di Parre, in forza al Gruppo Alpinistico Vertovese, ha chiuso i 21 km e 97 metri in un’ora, sette minuti e ventuno secondi, precedendo il campione d’Italia di maratona Ahmed Nasef (Atl. Desio) di circa due minuti e il compagno di squadra Nicola Nembrini. Tra le donne, invece, il successo è andato invece a Monica Seraghiti dell’Atletica Brescia (1h 22’ 29”), prima davanti alla gandinese Luisa Gelmi (1h 22’ 38”). Podio completato da Samantha Galassi della Recastello Radici Group. Stando alle statistiche fornite dagli organizzatori, sono stati circa mille i partecipanti alla decima edizione della manifestazione, nonostante il tempo non fosse certo dei migliori.

5 – La banda del botto fa saltare il bancomat di Bcc Mozzanica

Colpo grosso stanotte alla Bcc Mozzanica. Attorno alle 2, una violenta esplosione ha distrutto il bancomat che dà su via Umberto I, e anche l’ingresso della più piccola Bcc della Bassa. È probabile che sia l’ennesimo colpo effettuato con la pericolosissima tecnica del «botto»: il bancomat viene saturato di gas, spesso acetilene, e viene poi fatto esplodere con un innesco elettrico attivato a distanza. L’esplosione spesso riesce divellere il bancomat, che poi viene svuotato dei contanti. L’esplosione è stata sentita da parecchi residenti. Sul posto ci sono i carabinieri della compagnia di Treviglio, che stanno indagando.

6 – Pista per i go-kart a Lenna. Gomme chiodate sul ghiaccio

Ci sono nuove attività che si possono fare sulla neve, anche a bassa quota. A Lenna hanno avuto l’idea: go-kart con ruote chiodate sul ghiaccio. Ci hanno pensato i ragazzi della Colombi Racing e del Kartodromo Orobico di Curno. La pista è in fondo a via dell’Industria: l’area sarà illuminata e grande 4mila metri quadrati. L’Ice Karting di Lenna è aperto dalle 9 alle 23. Info: tel. 337.422310, oppure si può consultare la Pagina Facebook.

7 – La camicia su misura ora si ordina con una app

Una app innovativa, la prima a livello mondiale nel suo genere, per ordinare una camicia su misura. Un ambito in cui il gruppo Albini è ben piazzato sul mercato di alta fascia, con 80mila spedizioni l’anno. Fabric Butler, questo il nome del software, sarà attivo dal 10 gennaio e metterà in moto un servizio di scelta del tessuto direttamente dal proprio smartphone per farsi realizzare una camicia su misura. Si potranno scegliere i tessuti preferiti tra quelli prodotti dal cotonificio e invire l’ordine al proprio sarto di fiducia che sarà registrato direttamente nel sistema.

8 – Incidente stradale ieri sera in circonvallazione: lunghe code

Incidente stradale ieri sera sulla circonvallazione Paltriniano, a pochi metri dal Cristallo Palace. Verso le 19.40 due auto si sono scontrate e sul posto sono giunte due ambulanze per soccorrere i feriti. Al termine delle operazioni di soccorso, secondo l’Areu (Azienda regionale di emergenza urgenza) sono tre i feriti, due uomini di 18 e 31 anni e una donna di 30. Bloccato il passaggio sul viadotto di Boccaleone, in direzione sud.

9 – Diplomati magistrali in rivolta: lunedì confermato lo sciopero

Diplomati magistrali sul piede di guerra. Dopo il presidio di ieri davanti alla sede del Provveditorato di Bergamo, continua la protesta dei precari della scuola pubblica. Per lunedì resta confermato lo sciopero che interesserà le scuole dell’infanzia e le primarie di tutta Italia. Anche la Bergamasca non farà eccezione anche se ogni scuola sta decidendo se e in che modalità aderire.

 

5 GENNAIO

 

1 – Bergamasco con cinque etti di droga arrestato sulle piste da sci a Livigno

Nel pomeriggio di ieri a Livigno, gli agenti della Polizia di Stato hanno tratto in arresto un 33enne bergamasco per il reato di detenzione ai fini di spaccio di droga. Gli agenti, nei pressi del rifugio M’Eating Point nell’area del Mottolino, hanno notato il giovane che, alla vista degli operatori, mostrava chiari segni di nervosismo, cercando di eludere il controllo. Una volta identificato, l’uomo è risultato avere precedenti specifici in materia di stupefacenti. Successivamente gli agenti hanno proceduto a perquisire l’abitazione livignasca del 33enne. All’interno dell’appartamento sono stati rinvenuti cinque involucri con all’interno marijuana per un peso totale di 491 grammi. In più 3 panetti di hashish per un peso totale di 115 grammi e la somma di 1760 euro suddivisi in banconote di diverso taglio. Una somma tale da far pensare al compenso per l’attività di spaccio, anche considerato che il soggetto aveva riferito alla polizia di effettuare lavori stagionali e di essere attualmente disoccupato. La sostanza stupefacente e il denaro sono stati sequestrati e il giovane bergamasco è stato arrestato e condotto presso la casa circondariale di Sondrio a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

2 – Scivola sul ghiaccio e si rompe un femore, soccorso alpino ad Ardesio

Oggi pomeriggio, venerdì 5 gennaio, la VI Delegazione Orobica del Soccorso alpino  è intervenuta per un uomo di 70 anni scivolato su un sentiero ghiacciato, lungo la strada che porta al rifugio Alpecorte. L’escursionista, di Offanengo (Cremona), ha riportato una sospetta frattura del femore. È stato raggiunto dai tecnici, sette quelli impegnati sul posto, condizionato e portato con la barella fino all’ambulanza.

3 – Indice dei prezzi, più 0,5% in città. E inflazione all’1%

Usciti dal tunnel della crisi, l’inflazione sta tornando verso livelli di salute economica (che però non sono ancora stati raggiunti). Nel mese di dicembre, l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività, a Bergamo, si attesta a più 0,5%. Il tasso tendenziale (la variazione percentuale rispetto allo stesso mese dell’anno precedente), sale a più 1% rispetto a più 0,9% del mese scorso. La variazione più significativa si ha per la divisione «Ricreazione, spettacoli e cultura» (+1,5%) dovuta soprattutto all’aumento dei «Pacchetti vacanza». Si registra un aumento rilevante anche per la divisione «Trasporti» (più 1,4%) dovuta principalmente all’aumento del «Trasporto aereo passeggeri».

4 – È cominciata la corsa ai saldi. Oriocenter preso subito d’assalto

È scattata stamattina la nuova stagione dei saldi invernali. In media gli italiani spenderanno 143 euro a testa, poco più di 330 euro a famiglia. Vestiti e scarpe, soprattutto, che molti preferiscono provare: l’online, qui, non piace a tutti. Oriocenter è stato preso d’assalto fin dalle prime ore della giornata, con code fuori dai negozi ancora chiusi per mettere per primi le mani sui capi scontati. E domani alle 15 al Winter Park dek centro commerciale Epiphany stars on ice, la magia di uno spettacolo tra i ghiacci.

5 – Tornano i boati in Valle Seriana. Attività bradisismica nella zona

Gli abitanti della Valle Seriana li conoscono bene, eppure i boati fanno sempre un certo timore. Nella notte tra giovedì e venerdì, intorno a mezzanotte, ne sono stati uditi due ben distinti. La Protezione civile di Clusone che ha diramato un avviso: «Attenzione : non è una esercitazione o scherzo a tema. Intensa attività bradisismica in Cerete – Cerete Basso, Borlezza. Si prega di dare avviso su eventuali rilevazioni anche da vostra località». Un episodio che si va a sommare alle tante segnalazioni degli ultimi anni. Un forte rumore, tra tonfo e botto: sembra di trovarsi in mezzo a un terremoto.

6 – Preso a spacciare cocaina ed hashish in Piazza Affari, Zingonia: arrestato

Ieri pomeriggio i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno eseguito il primo arresto del 2018 per reati in materia di stupefacenti nell’area sensibile di Zingonia. In particolare, i militari hanno catturato un marocchino 35enne, clandestino, fermato in Piazza Affari a Verdellino mentre stava spacciando «a cielo aperto» della cocaina e dell’hashish. È stata una gazzella del 112 del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Treviglio a bloccare l’extracomunitario che aveva con sè 7 dosi di cocaina e un pezzo di hashish, per un peso complessivo di circa 15 grammi. I militari dell’Arma hanno anche sequestrato del denaro contante, suddiviso in banconote di piccolo taglio, probabilmente provento della precedente attività di spaccio. Il magrebino si spostava a bordo di una bicicletta, il tutto probabilmente per rendere più agevole e flessibile la sua attività di «spaccio su piazza».

7 – Masterchef, Tiziana eliminata alla seconda puntata

È stata tradita da un rombo. Finisce così, decisamente troppo presto, l’esperienza della 44enne romanese Tiziana Sassi nella cucina di Masterchef. Dopo aver passato le selezioni, già molto impegnative, Tiziana era pronta a sfidare gli altri concorrenti e dimostrare le proprie capacità. Ma la seconda puntata del programma, in onda ieri sera, giovedì, su Sky è stata molto complessa e purtroppo l’ultima. Una puntata davvero complicata per Tiziana, quella di ieri sera, iniziata con un Invention test che l’ha messa a dura prova. Una lonza cotta male l’ha condannata al grembiule nero e alla seconda prova del Pressure test. Qui è stata la sfilettatura e la preparazione del rombo a mandare in crisi Tiziana. E i giudici non hanno perdonato. Per lei l’avventura finisce qui anche se si è detta soddisfatta di averci provato a testa alta.

8 – La ciclabile calciana sarà realtà entro l’estate

È ufficiale: entro la fine dell’estate la ciclabile calciana si farà. L’intervento sarà  finanziato dai Comuni e da un bando regionale. Fa parte del percorso cicloturistico proposto da dodici Comuni della zona tra cui Antegnate, Calcio, Soncino e Martinengo. Sarà l’inizio di una valorizzazione più grande. «La ciclabile per noi è un segnale di attenzione al territorio – ha spiegato il sindaco di Fontanella, Giuseppe Lucca – Vogliamo renderlo più appetibile dal punto di vista turistico. Chiaramente questo non basta, ma è un punto di partenza. Stiamo lavorando ad altri progetti sul fronte turistico e didattico».

 

4 GENNAIO

 

1 – A Bergamo a rischio mille maestre. Non piace la sentenza sui diplomati

Sono circa mille le maestre che a Bergamo rischiano il posto di lavoro a seguito della sentenza del Consiglio di Stato che non riconoscerebbe loro il diritto di insegnare. E questa mattina un centinaio di loro, guidato dai sindacati, ha presidiato il Provveditorato di via Pradello. Un inizio anno da incubo per queste lavoratrici. «La sentenza del Consiglio di Stato – dice Salvo Inglima, segretario generale di Cisl Scuola Bergamo, come riportato in un comunicato della Cisl provinciale – ha sostanzialmente decretato che i docenti  che hanno conseguito i diplomi magistrali entro il 2001 non hanno diritto a essere inseriti nella Graduatoria  a esaurimento. Questo comporta che nonostante le diverse pronunce giudiziarie precedenti di segno opposto, in Italia decine di migliaia di docenti della scuola dell’infanzia e primaria rischiano di essere depennati dalla graduatoria. Molti di loro sono già di ruolo, cioè assunti a tempo indeterminato. Nella nostra provincia, un migliaio di docenti si trovano in questa situazione». «È una situazione che lede i diritti dei lavoratori e la continuità didattica nelle scuole – continua Inglima -.  Noi spingeremo perché l’anno scolastico venga concluso normalmente, anche perché la magistratura ha già deciso che il titolo è valido, ora serve una decisione politica, che impedisca che per molti insegnanti si concretizzi una carriera di precario, nonostante i progressi ottenuti in graduatoria negli anni passati».

2 – Violenza contro le donne, incontro al Pesenti con nomi noti

Il 12 Gennaio alle 11.15 nell’aula magna Don Puglisi dell’Istituto Pesenti si terrà l’incontro Io sono Giordana sulla violenza controle donne. L’iniziativa, di cui si fa promotore l’istituto, è di ricordare Giordana Di Stefano, uccisa dal suo ex a vent’anni con più di quaranta coltellate, intitolandole una panchina rossa a Bergamo e in tutta Italia. Saranno presenti la madre di Giordana, Vera Squatrito, che lotta da anni instancabilmente per una giusta pena al colpevole; Selvaggia Lucarelli, giornalista e blogger, che in questa causa crede fermamente; il settimanale Grazia della Mondadori con la giornalista Annalia Venezia; l’amministrazione comunale che ha concesso la panchina rossa a Giordana e che sarà rappresentata dalla Presidente del Consiglio comunale di Bergamo, Marzia Marchesi. L’opera di sensibilizzazione è da estendersi a tutti i Comuni e, in particolare, le scuole, dove si formano i futuri cittadini ed è particolarmente significativo che tale appello giunga da un Istituto frequentato da soli maschi. Se questa è la missione di Vera, è nostro dovere stare al suo fianco e a quello di tutte le donne, vittime di un odio non più sostenibile.

3 – Torna in funzione il ponte levatoio del castello, come nel Medioevo

I lavori al castello di Pagazzano sono praticamente finiti, ora si attende la ciliegina sulla torta. Tornerà infatti a funzionare il meccanismo che consente di sollevare il ponte levatoio. Appena si rialzeranno le temperature però, che ora col gelo non sarebbe il caso.

4 – Sorpreso a rubare cavi di rame. Ex Reggiani, denunciato 62enne

Stavano saccheggiando la ex Reggiani di quasi 150 chili di cavi di rame, ieri mattina, intorno alle 12.45. E la Polizia Locale, che passava da via Legrenzi in auto, li ha sorpresi mentre facevano passare matasse di cavi dalle inferriate che delimitano l’area dismessa e li caricavano su un auto, una Fiat Punto grigia. È stato fermato e denunciato così L.B., bergamasco residente in provincia, 62enne con diversi precedenti penali: nella sua auto sono state trovate una decina di grosse matasse di cavi insieme agli utensili usati presumibilmente per recidere i cavi. Poco distante, al di là delle inferriate, un carrello pieno di cavi pronto per essere scaricato. L.B. si è dimostrato collaborativo con gli agenti del Nucleo di Sicurezza Urbana della Polizia Locale del Comune di Bergamo e ha raccontato che l’uomo che lo stava aiutando dall’interno della Reggiani (individuo che ha fatto perdere le sue tracce mentre gli agenti intervenivano sull’auto) era un ventenne che aveva conosciuto poco prima in un bar e al quale aveva chiesto un aiuto. L.B. è stato denunciato a piede libero per furto aggravato, concorso con ignoti, invasione di edifici e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli. Gli agenti del Corpo di via Coghetti hanno avvisato la proprietà dell’area ex Reggiani perché possa sporgere denuncia.

5 – Cade in moto su una chiazza: chiede 70mila euro al Comune

Ha fatto causa al Comune di Bergamo per essere caduto in moto su una chiazza d’olio, chiedendo un risarcimento di 72.759 euro. I fatti risalgono al 21 giugno scorso intorno alle 15 quando il settantacinquenne T.G., di San Giovanni Bianco, stava percorrendo la ex SS 525 in direzione Dalmine alla guida di uno scooterone. La caduta alla rotonda di Grumello al Piano. Il Comune, che per questi eventi è comunque assicurato, si costituirà in giudizio.

6 – Galli e galline in autostrada, tra Grumello e Seriate

Gallina che canta ha fatto l’uovo. O forse teme solo di essere investita, soprattutto se finisce in A4, nel tratto tra Grumello del Monte e Seriate. Un gallo e tre galline sono state segnalate stamane, intorno alle undici, sull’autostrada, nella corsia di emergenza, probabilmente provenienti dai campi che costeggiano la carreggiata.

7 – Ex gasometro, problemi di bonifica: l’apertura slitta a fine anno

Secondo il cronoprogramma di base, a gennaio 2018 (ora) l’ex gasometro, chiuso dal 1992, sarebbe stato utilizzato come parcheggio. Invece le operazioni di bonifica si sono rivelate più difficoltose del previsto. Il progetto esecutivo è slittato a febbraio, l’inizio dei lavori a maggio (se tutto va bene). E la riapertura alla fine di quest’anno.

8 – Multe fino a 20 mila euro per produttori e fornitori di calze e vestiti con etichette irregolari

Da oggi i prodotti tessili e calzature vendute alla rinfusa,senza informazioni corrette per il consumatore, costeranno cari a chi li mette sul mercato. Oggi entra in vigore una nuova disciplina sanzionatoria per l’etichettatura delle calzature e dei componenti tessili, con un inasprimento delle multe in capo a produttori, fornitori e distributori. Il provvedimento prevede inoltre sanzioni da 1.500 a 20 mila euro per i fabbricanti o importatori o distributori che non forniscano nei cataloghi, sui prospetti o sui siti web corrette indicazioni relative alla composizione fibrosa, ai sensi del Regolamento comunitario.

 

3 GENNAIO

 

1 – La trasmissione di Elisa Isoardi a Pagazzano: si parla di taleggio

Giovedì 4 gennaio a Buono a Sapersi, alle 11.05 su Rai Uno, Elisa Isoardi parlerà di taleggio. Renato Brancaleoni, affinatore e grande conoscitore di formaggi, illustrerà le qualità del formaggio e darà consigli utili su come mangiarlo e conservarlo. Myrta Mazza, nutrizionista e farmacista, ne descriverà tutte le proprietà nutrizionali e i corretti abbinamenti da fare in cucina. Il professor Lino Di Rienzo Businco, otorinolaringoiatra e audiologo all’Ospedale Santo Spirito di Roma, spiegherà come riconoscere e curare la perdita dell’udito, e come il potassio, contenuto nel taleggio, possa aiutare chi ne soffre. Sarà poi la volta del maestro di cucina Vincenzo Volpe, che realizzerà la fonduta di taleggio, indicando come gustarla al meglio. La collega Rita Monastero, invece, preparerà gustose mezze maniche con taleggio e carciofi fritti. La Bergamasca sarò protagonista: previsto un collegamento in diretta con l’inviato Umberto Salamone, ospite di un’azienda di produzione di Taleggio a Pagazzano, il Caseificio Arrigoni, che al World Cheese Awards di quest’anno si è aggiudicato ben quattro medaglie (tra cui un oro al gorgonzola dolce).

2 – Galline sgozzate dai ladri: è successo a Pontirolo

Galline sgozzate dai ladri che le rubano, lasciando solo le teste. È successo a Pontirolo. Un colpo dai contorni un po’ macabri quello messo a segno nella proprietà di Anna Riboli e del marito, in via Carbonoli. «Io e mio marito abbiamo una sorta di magazzino dove teniamo un po’ di tutto e del pollame – ha raccontato l’anziana – I ladri hanno scavalcato il cancello e hanno portato via la bicicletta di mia nipote, una tanica di gasolio da 25 litri, una cassetta di patate di quelle piccole, una decina di melograni e persino le galline». Ma prima di rubarle le hanno ammazzate sul posto. «Erano quattro, le hanno decapitate e hanno lasciato le teste e una scia di sangue, oltre ad aver fatto danni un po’ ovunque. Un disastro», ha concluso la donna sconsolata.

3 – Una fabbrica di gelato italiana nella steppa mongola

Sace, che insieme a Simest costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cdp, ha assicurato le esportazioni in Mongolia di Technogel per un valore di 665mila euro, confermando così il suo sostegno alle aziende che valorizzano il Made in Italy in nuovi mercati, espandendo il raggio d’azione delle esportazioni italiane. L’azienda bergamasca – supportata anche da Simest attraverso un finanziamento dedicato alla partecipazione a fiere e mostre internazionali – esporterà nel Paese asiatico un impianto completo per la produzione di gelato di alta qualità. Technogel da oltre sessanta anni produce macchine e impianti per la produzione di gelato. Ad oggi l’impresa, anche grazie alla sua estesa rete commerciale, esporta in più di 60 Paesi. L’azienda ha delle filiali negli Stati Uniti, in Argentina, in Brasile e in Medio Oriente, oltre ad una capillare organizzazione di agenti e collaboratori in Italia e nel mondo.

4 – Arresti domiciliari per spaccio di droga. Sfrattato dal proprietario: va in carcere

Era da circa un anno agli arresti domiciliari per reati di droga il 32enne marocchino arrestato ieri sera dai carabinieri della Stazione di Zingonia e poi portato in carcere a Bergamo. Lo straniero, in questi giorni, aveva subito lo sfratto dal padrone di casa, anch’esso uno straniero, che non vedendosi pagare l’affitto aveva dato l’ultimatum al 32enne. I militari dell’Arma hanno così informato della vicenda l’Ufficio di Sorveglianza di Brescia circa l’indisponibilità del domicilio dove l’extracomunitario stava scontando la sua pena. A questo punto, la Magistratura di Esecuzione ha disposto d’urgenza la revoca degli arresti domiciliari e la traduzione in carcere del marocchino, che vedrà quindi proseguire la sua custodia non più ai domiciliari, ma presso la Casa Circondariale di via Gleno.

5 – Rsa di Gromo, Cisl: «Per 3 nuovi assunti, il doppio disoccupati»

Quando la riorganizzazione del lavoro e una contrattualizzazione migliore producono la perdita di posti di lavoro: il caso della RSA di Gromo, in valle Seriana ne è l’esempio concreto. L’allarme arriva da un comunicato della Cisl provinciale. La Fondazione che gestisce la struttura ha infatti deciso di inserire nuovo personale infermieristico sul turno della notte e pertanto ha assunto alle proprie dipendenze 3 infermiere. Ciò, però, comporta l’interruzione dell’appalto con la Cooperativa Socilnis che fino a oggi ha garantito il servizio di assistenza notturna grazie a 6 persone con titoli di Asa o Oss, al lavoro nella Rsa da oltre 15 anni, che oggi si trovano senza lavoro. «È nelle facoltà della Fondazione riportare al proprio interno figure professionali per migliorare il proprio servizio e garantire coperture assistenziali migliori – dice Alessandro Locatelli della Fisascat Cisl di Bergamo -, ma bisognerebbe fare una riflessione di carattere generale sulla mancanza di una normativa che tuteli i processi di internalizzazione dei servizi. Infatti ad oggi quando un’azienda decide di operare come la Rsa di Gromo, riappropriandosi di un servizio che anni prima aveva esternalizzato a terzi, i lavoratori e le lavoratrici di quel servizio, anche se vi operano da anni, non hanno alcuna tutela e salvaguardia del proprio posto di lavoro e solamente gli accordi sindacali come avvenuto in diverse occasioni possono garantire tali occupazioni. Il nostro rammarico è che nella situazione di Gromo non si è raggiunto un accordo e 6 lavoratrici hanno perso un posto di lavoro occupato in modo diligente da anni».

6 – Opere pubbliche di Curno, nuovo rondò sulla Briantea

Nuovo rondò sulla Briantea. Il piano delle opere pubbliche approvato dal Consiglio comunale di Curno prevede infatti una nuova rotatoria in via Lecco (l’ex statale Briantea, appunto), in corrispondenza del mobilificio Colleoni. Costerà 542mila euro. Prevista anche la realizzazione, nel piano, della palestra alle spalle della nuova scuola Rodari. Costerà poco meno di un milione di euro.

7 – Italcementi torna a crescere e consolida la propria leadership

Italcementi acquisisce Cementir Italia, consolidando la propria leadership produttiva e di mercato in Italia. Nella giornata di ieri, l’azienda ha perfezionato l’acquisizione di tutte le attività italiane di Cementir Holding, consistenti in una struttura industriale formata da 5 cementerie a ciclo completo e 2 centri di macinazione, oltre che un network di terminal e impianti di calcestruzzo attivi sul territorio nazionale. La transazione si è conclusa a fronte di un corrispettivo di 315 milioni di euro. Gli asset di Cementir Italia e delle società interamente controllate CementiSacci e Betontir andranno ad aggiungersi alla struttura industriale Italcementi fino a oggi formata da 6 cementerie a ciclo completo, un impianto per prodotti speciali, 8 centri di macinazione del cemento, 113 impianti di calcestruzzo e 13 cave per inerti.

8 – Alza il gomito a Brignano e finisce in ospedale

Nottata tranquilla per i soccorritori della Bassa. L’unico intervento a Brignano pochi minuti dopo le 23.30. La Croce rossa di Treviglio è intervenuta in via don Vincenzo Moro 17 in seguito alla segnalazione di un 35enne con intossicazione etilica. Giunti sul posto in codice giallo hanno appurato le condizioni dell’uomo e lo hanno trasportato all’ospedale di Treviglio in codice verde.

 

2 GENNAIO

 

1 – Libri condivisi gettati nel laghetto. Vandali in azione il 31 a Onore

«Ieri (1° gennaio) ci siamo svegliati con la bella sorpresa di un atto vandalico che qualche arrogante giovincello (diamo per scontato che tale fosse) ha messo in atto presso il nostro parco comunale». L’ha scritto Angela Schiavi, sindaco di Onore, in Facebook: la casetta della lettura è stata presa di mira, e i libri condivisi lanciati nel laghetto vicino al Comune.

2 – Trovato morto nella zona industriale a Mornico, è giallo

È  stato trovato alle 16.30 di questo pomeriggio il cadavere di un uomo di 40 anni. Era nella zona industriale di Mornico al Serio. Con ogni probabilità è deceduto per un intossicazione da farmaci. Sul posto sono subito arrivati i soccorsi ma per l’uomo non c’era più niente da fare. Ancora massimo riserbo sull’identità della vittima e sulle circostanze del ritrovamento.

3 – Sul treno con una pistola giocattolo, denunciato 57enne

Ieri sera i carabinieri della stazione di Cassano d’Adda hanno denunciato in stato di libertà un 57enne di Bonate Sopra, incensurato, per possesso ingiustificato di armi. L’uomo, mentre viaggiava a bordo del treno regionale della tratta «Treviglio-Varese», aveva confidava ad alcuni presenti di essere armato. Tali affermazioni, intercettate dal capotreno, venivano riportate alla centrale operativa di Cassano d’Adda che inviava una pattuglia alla locale stazione ferroviaria. Durante la perquisizione personale, i militari rinvenivano tra gli oggetti personali del 57enne una pistola giocattolo mod. 92 FS priva di tappo rosso, 40 munizioni, «a salve», e un coltello con lama della lunghezza di 15 centimetri, posti sotto sequestro. Il denunciato ha giustificato il possesso dell’arma per il suo timore di essere minacciato.

4 – Torta di petardi al cimitero di Misano, 24enne rischia di perdere l’occhio

Stavano accendendo una «torta» di petardi nel parcheggio del cimitero di Misano. Ma qualcosa è andato storto e ora il più giovane dei tre, 24 anni, rischia di perdere l’occhio sinistro. Indagano i carabinieri sull’incidente della notte di Capodanno a Misano, causato dall’utilizzo di botti forse irregolari. Il ragazzo ferito si trova ricoverato in prognosi riservata nel Centro grandi ustionati di Verona. Si procede con l’ipotesi di reato di lesioni personali colpose aggravate. Le indagini sono tuttora in corso.

5 – Capodanno: rifiuta l’alcol test dopo un incidente, denunciato

A Romano di Lombardia, i militari del Nucleo Radiomobile di Treviglio hanno denunciato un 39enne marocchino, residente nella Bassa Bergamasca, rimasto coinvolto in un incidente stradale dopo che la sua auto era finita fuori strada, la notte di Capodanno. Lo straniero, in Italia da oltre 20 anni, si è però rifiutato di sottoporsi all’alcoltest e di effettuare gli accertamenti tossicologici presso una struttura sanitaria. Il 39enne ha inoltre minacciato e aggredito i vigili del fuoco ed i carabinieri intervenuti per soccorrerlo e per effettuare gli accertamenti. Oltre alla denuncia alla Magistratura in relazione allo stato di alterazione psico-fisica, i militari lo hanno denunciato anche per minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale e gli è stata infine ritirata la patente di guida e decurtati 10 punti.

6 – Seminudo nell’auto con il motore accesso e la droga, a Capodanno

Nonostante la pioggia, 4mila persone hanno affollato piazza Matteotti per l’ultima sera del 2017: prima che iniziasse a piovere, oltre 6mila persone si erano presentate ai varchi dell’area dei festeggiamenti predisposta dal Comune di Bergamo per la notte di san Silvestro per assistere allo show dei dj di Radio Number One e di Ivan Cattaneo. Bilancio positivo per quanto riguarda la sicurezza dell’area presidiata con attenzione dagli agenti della Polizia Locale di via Coghetti: rispettati i divieti di introdurre vetro e sparare fuochi d’artificio nell’area antistante Palazzo Frizzoni, anche grazie alla disponibilità delle migliaia di spettatori dello show di fine anno, che hanno garantito massima collaborazione durante i controlli all’ingresso. Nessun problema durante tutto l’arco della serata: alle 2 la musica si è interrotta e il pubblico ha lasciato piazza Matteotti, mentre gli addetti incaricati dal Comune spostavano plinti e transenne e gli uomini di Aprica avviavano la pulizia dell’area, operazione che si è protratta fino alle 3.15 circa. La Polizia Locale è infine intervenuta alle prime ore del mattino quando è giunta la segnalazione di un giovane seminudo a bordo di un auto con motore acceso nella zona della Fara a Bergamo Alta. Un coltello e dieci grammi di sostanze stupefacenti sono state rinvenute nell’auto.

7 – Torna la Blue Note la bergamasca CDpM Europe Big Band

Domenica 7 Gennaio alle ore 21 la CDpM Europe Big band di Bergamo torna sul prestigioso palcoscenico del Blue Note Milano per quinta volta dopo il successo di pubblico riscosso negli anni precedenti, forte del supporto solistico di alcuni noti jazzisti italiani quali Sergio Orlandi, Gabriele Comeglio, Claudio Angeleri, Andrea Andreoli ma soprattutto di diversi giovani talenti provenienti dai corsi di perfezionamento del CDpM tra cui  la vocalist Simona Zambetti.

8 – Da oggi revocate le limitazioni di 1° e 2° livello previste dal protocollo Aria regionale

Revocate da oggi le limitazioni al traffico e al riscaldamento disposte nei giorni scorsi in seguito allo sforamento prolungato dei limiti di legge dei Pm10 nell’aria del capoluogo: secondo Arpa Lombardia i miglioramenti riguardo la qualità dell’aria dei giorni scorsi sono sufficienti a far decadere le limitazioni previste dal Protocollo Aria del bacino padano e pertanto a partire da domani potranno tornare a circolare i diesel Euro 3 ed Euro 4 e sarà possibile utilizzare impianti di riscaldamento che usano biomasse legnose. Si ricorda (per quel che riguarda tutti i comuni lombardi con più di 30mila abitanti) che dal 1 ottobre al 31 marzo 2018 non possono comunque circolare, dal lunedì al venerdì tra le 7.30 e le 19.30, i veicoli benzina Euro 0, diesel fino a Euro 2.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia