Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (18-23 novembre 2019)

Notizie su Bergamo e provincia (18-23 novembre 2019)
23 Novembre 2019 ore 09:00

23 NOVEMBRE

 

1 – Treviglio, armi e droga nello zaino e a casa di uno studente di 16 anni

Era andato a scuola con undici dosi di hashish nello zaino. Altre sei erano conservate nella sua cameretta, insieme a una pistola a salve in metallo, a quasi un centinaio di munizioni (vere) per pistola e fucile, e a cinque grossi pugnali. Questo l’esito, incredibile, del sequestro messo in atto dalla Polizia di Stato nei confronti di uno studente di 16 anni di un istituto superiore della città. Il controllo, eseguito in collaborazione con la Polizia locale di Treviglio e il suo cane antidroga Trevi, è avvenuto nei giorni scorsi nell’ambito di un’operazione mirata alla prevenzione e alla repressione dello spaccio.

2 – Uno studente su tre gioca d’azzardo nella Bergamasca

Uno studente tra 15 e 19 anni su tre ha provato nell’ultimo mese il gioco d’azzardo, soprattutto gratta e vinci e scommesse. Le percentuali sono in crescita secondo l’Espad Italia 2018, studio condotto a Bergamo dal Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa su mandato dell’Ats di Bergamo, in collaborazione con il proprio Osservatorio Dipendenze del Servizio Epidemiologico.

3 – Solidarietà a Liliana Segre dal Consiglio di Fara d’Adda

Il Consiglio comunale di Fara ha espresso solidarietà alla senatrice Liliana Segre sopravvissuta alla Shoah, di recente vittima di insulti e minacce sui social network al punto da vedersi assegnata la scorta. «Si ritiene opportuna l’approvazione di un atto di solidarietà da parte del nostro Comune – ha detto il capogruppo di maggioranza Lucio Colombo – per esprimere la nostra vicinanza alla senatrice, che ha subito le nefandezze del nazifascismo e si trova ora a subire le nefandezze della rete, ma anche per ribadire la nostra contrarietà alla violenza e rimarcare la nostra adesione ai principi costituzionali».

4 – Ex cicloamatore 41enne morto per malore ad Albano

Dramma ad Albano Sant’Alessandro: Cristian Rubbi, ex cicloamatore di 41 anni, originario di Torre de Roveri ma residente a Brusaporto, si è sentito male giovedì 21 novembre. Era originario di Torre de’ Roveri: «Un fulmine a ciel sereno».

5 – La stagione sciistica riparte a Colere e Foppolo

La stagione sciistica parte ufficialmente anche a Colere, dopo che Foppolo ha rotto gli indugi. In Valle di Scalve la nuova ditta di gestione degli impianti di risalita, la «RS Impianti», ha comunicato che le piste saranno aperte a partire da domenica 24 novembre alle 8.30.

 

22 NOVEMBRE

 

1 – Fumo dal treno sul Cremona-Treviglio. L’assessore Terzi bacchetta Trenitalia

«Il principio di incendio sul locomotore in servizio sulla Cremona-Treviglio è l’ennesima dimostrazione di come la società statale Trenitalia, proprietaria al 50% di Trenord, non investa in Lombardia. Il treno Ale582 che si è guastato ha 35 anni e appartiene, appunto, alla flotta conferita da Trenitalia», ha spiegato l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi. Su quanto accaduto stamattina alle porte della stazione Centrale di Treviglio era intervenuto anche il consigliere regionale Matteo Piloni del Pd.

2 – Parcheggi per disabili a scuola: a Pontirolo è sosta selvaggia

Al parcheggio delle elementari di Pontirolo nessun rispetto per lo stallo di sosta riservato ai disabili e sui social arriva una nuova denuncia e la richiesta di maggiori controlli. L’assessore alla partita Sergio Agazzi assicura controlli ma chiede anche buon senso e maggiore sensibilità.

3 – Gabriella Messina confermata comandante della Polizia Locale

Gabriella Messina è (ancora) comandante della Polizia Locale di Bergamo: il sindaco Giorgio Gori ha poco fa ufficializzato Messina come nuovo comandante del Corpo di via Coghetti, al termine del colloquio di rito. Messina era stata confermata per ulteriori 6 mesi alla guida della Polizia Locale con il primo provvedimento del secondo mandato dell’Amministrazione Gori, visto che la carica era ormai in scadenza. Un avviso pubblico per la raccolta delle candidature è stato poi lanciato dal Comune di Bergamo nelle scorse settimane: sono stati nove i curriculum pervenuti al protocollo di Palazzo Frizzoni, solo due quelli ammessi alla fase di selezione orale e Messina è stata selezionata dopo i colloqui del primo pomeriggio. La comandante rimarrà in carica quindi per i prossimi 3 anni, con possibilità di proroga dell’incarico per due ulteriori anni.  Messina, 51 anni e madre di due figli, di 27 e 21 anni, vive a Terno d’Isola ed è laureata in Giurisprudenza. È entrata in servizio nel corpo di Polizia Locale il 5 marzo 1993 ed è divenuta prima donna comandante della Polizia Locale di Bergamo il 15 settembre del 2016, quando è subentrata a Virgilio Appiani.

4 – Paura sul treno a Treviglio. Un vagone prende fuoco

Paura sul treno, un vagone prende fuoco. È successo stamattina alle 11 a bordo di un convoglio che da Crema stava raggiungendo Treviglio. Sono intervenuti i pompieri. A raccontare l’accaduto uno dei passeggeri a bordo del treno: «Non sappiamo cosa sia successo, ci hanno fatto percorrere i binari a piedi». In aperta campagna, l’ultimo vagone del convoglio ha preso fuoco. Immediato l’arresto del mezzo sulle rotaie, e tempestivo anche l’intervento dei Vigili del Fuoco. Non sembrerebbero, fortunatamente, esserci feriti. «Non sappiamo cosa sia successo, forse un cortocircuito o un guasto elettrico», ha raccontato un passeggero.

5 –  Il mercato dello stadio slitta a domenica (c’è la Juventus, domani)

Il mercato dello stadio, solitamente in programma il sabato mattina, slitta questa settimana alla domenica. Una scelta obbligata per garantire lo svolgimento della gara Atalanta Bergamasca Calcio vs Juventus, valevole per il campionato di Lega Serie A, al Gewiss Stadium.

6 – Il patrigno abusa di lei: 14enne scatta foto con l’iPad e lo incastra

Il patrigno abusa di lei ma non viene creduta e così una 15enne della Bassa bergamasca scatta delle foto e il 41enne finisce in manette. La ragazzina vive in un Comune della Bassa con la mamma e la sorellina, quest’ultima figlia del 41enne compagno della madre.

7 – Nella “Giornata nazionale degli alberi”, piantate 33 nuove querce in viale Europa

Il 21 novembre ricorre la Giornata nazionale degli alberi, istituita dal Ministero dell’Ambiente (Legge 10/2013 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”) con l’obiettivo di promuovere la tutela dell’ambiente, la riduzione dell’inquinamento e la valorizzazione degli alberi in città. Per celebrare quest’appuntamento, il Comune di Bergamo ha accolto quest’anno il progetto “Un albero per il futuro”, realizzato dall’Associazione italo-ucraina Zlaghoda in collaborazione con Fisascat Cisl di Bergamo, che ha consentito di piantare oggi in viale Europa, lungo la pista ciclabile vicina all’Istituto Tecnico Giacomo Quarenghi, 33 esemplari di Quercus robur (Quercia/Farnia).

8 – Finte compravendite di immobili. Evasione da un milione a Gorlago

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo hanno ultimato un’indagine fiscale nei confronti di un’impresa attiva nel settore dell’edilizia che ha permesso di svelare una consistente evasione di Iva, poi utilizzata per effettuare “indebite compensazioni” di imposte e contributi dovuti all’Erario. L’operazione condotta dai finanzieri della Tenenza di Sarnico, avviata sviluppando informazioni acquisite nel corso di precedenti indagini, si è concretizzata in una verifica fiscale nei confronti di una società di Gorlago, da anni operante nella costruzione di edifici residenziali e non residenziali. È stata accertata un’articolata frode fiscale nell’ambito della quale l’azienda indagata, fortemente indebitata dall’anno 2016, con vari artifizi contabili e la compiacenza di una società piemontese, poi fallita, ha simulato l’acquisto di beni immobili nella provincia di Arezzo, risultati in evidente stato di abbandono, per un importo di circa sei milioni di euro, con il solo fine di crearsi contabilmente un ingente credito Iva. Tale credito è stato, poi, fraudolentemente utilizzato nella dichiarazione Iva 2017 e negli anni successivi in compensazione di imposte erariali ed oneri contributivi-previdenziali- assistenziali dovuti e non versati. Una frode, secondo l’accusa, posta in essere con lo scopo di ripianare i debiti della società indagata nei confronti dell’Erario e degli istituti previdenziali e assistenziali. Complessivamente i Finanzieri hanno quantificato un’indebita detrazione di Iva per circa un milione di euro, false compensazioni di oneri erariali, contributivi, previdenziali ed assistenziali dovuti mediante l’utilizzo di crediti Iva non spettanti per circa 800mila euro, nonché l’annotazione e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti per circa 100 mila euro. Al termine del servizio i militari, oltre a segnalare le violazioni tributarie all’Agenzia delle Entrate, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria l’amministratore unico della società, un 51enne di Sarnico, già denunciato dalla locale Tenenza per reati tributari e in concorso per usura, per aver presentato dichiarazioni fiscali fraudolente ed aver eseguito indebite compensazioni. Il Sostituto Procuratore della Repubblica di Bergamo Antonio Pansa, titolare del procedimento penale nel quale è confluita la denuncia dei Finanzieri di Sarnico, accogliendo la proposta dei militari ha richiesto al GIP il sequestro preventivo finalizzato alla confisca, anche “per equivalente”, del profitto del reato tributario, corrispondente all’ammontare delle imposte evase. Il Giudice per le indagini preliminari Federica Gaudino, accogliendo la richiesta, ha disposto il sequestro del denaro contante giacente sui conti correnti intestati alla società nonché delle disponibilità finanziarie e dei beni mobili e immobili di proprietà o comunque riconducibili al legale rappresentante dell’azienda. Tra i beni sequestrati, il cui valore complessivo ammonta a circa un milione e 100mila euro, vi sono una cospicua somma di denaro, alcuni terreni e fabbricati, tra cui un appartamento di pregio ubicato a Sarnico, ed un’imbarcazione di oltre 10 metri di lunghezza, del valore superiore a 110 mila euro, ormeggiata a Viareggio.

 

21 NOVEMBRE

 

1 – Il Bolgia riapre, chiusura sospesa in attesa della discussione al Tar

Sabato sera al Bolgia ci sarà un grande dj in console: Wade.  Ma la notizie, soprattutto, è che i 25 giorni di chiusura della discoteca sono stati interrotti: il Tribunale amministrativo regionale ha sospeso il provvedimento emesso dal questore di Bergamo, Maurizio Auriemma, in attesa della discussione del ricorso. La serrata obbligatoria era stata imposta dopo il servizio trasmesso lunedì 11 novembre da Striscia la Notizia, nel quale si mostrava compravendita di droga e l’utilizzo di cocaina davanti e all’interno del locale,

2 – Scomparsa da Treviolo, si cerca Kaur Kirandeep

 

Da ieri, 20 novembre 2019, si cerca Kaur Kirandeep, 19 anni, di Treviolo. La giovane è uscita di casa, ieri mattina, per andare a scuole e non è più tornata a casa. Chiunque avesse notizie utili per ritrovarla è pregato di contattare i genitori ai numeri 3884251453 – 3247732320 o di chiamare il 112.

3 – La magia del Natale a Bergamo, 10 chilometri di luci

Il Distretto Urbano del Commercio di Bergamo ha presentato oggi le iniziative del Natale a Bergamo 2019, promosse dallo stesso Duc con il patrocinio del Comune di Bergamo e della Camera di Commercio di Bergamo e la partecipazione delle associazioni dei commercianti del centro città, Borgo Santa Caterina, Borgo Palazzo e di Città Alta, Ascom Confcommercio Bergamo e Confesercenti Bergamo. Il Natale a Bergamo, come da tradizione, si accende grazie alla suggestiva atmosfera delle luci natalizie che illuminano le vie della città grazie al contributo dei 645 negozi aderenti all’iniziativa: 400 nel cuore del centro con 30 vie coinvolte (da via Broseta – Longuelo a via Pignolo), 75 in Borgo Santa Caterina, 100 in Borgo Palazzo, 70 per le vie di Città Alta e molti altri ancora in arrivo. Un allestimento semplice ed elegante con ben 10 km di fili e gomitoli di luci led a risparmio energetico che creano un’atmosfera unica, per una città bella e capace di emozionare durante il periodo più magico dell’anno. Novità del Natale in città, la grande ruota panoramica posizionata in Piazza Matteotti: alta 32 metri è una delle ruote itineranti più alte d’Europa, composta da 24 cabine per un totale di 144 passeggeri e illuminata da oltre 3000 punti luce a led rossi e risparmio energetico. La ruota panoramica è realizzata grazie al contributo di Valtellina Spa. Tra le novità anche l’allestimento natalizio green di Piazza Vecchia, realizzato grazie al contributo di VisitBergamo e alla collaborazione con I Maestri del Paesaggio: 6 aiuole circolari conterranno abeti (Picea abies) illuminati a festa. Grande inaugurazione in piazza Matteotti domenica 24 novembre alle ore 17:30 con l’accensione dell’Albero di Natale: uno spettacolare evento caratterizzato dall’allestimento scenografico di quattro grandi pacchi natalizi che faranno da sfondo ad una suggestiva ed emozionante performance di ballerini sospesi, musicisti e luci scintillanti che culminerà con l’accensione dell’albero di Natale e della grande ruota panoramica.

4 – Incidente tra due Tir a Novi Ligure. Muore autista 63enne di Capriate

Incidente tra Tir sulla bretella A26-A7 dopo il  casello di Novi Ligure nella tarda serata di ieri mercoledì 20 novembre con conseguenza mortale per uno dei conducenti. La vittima si chiamava Domenico Barbera, aveva 63 anni, originario della provincia di Agrigento, abitava a Capriate San Gervasio.  Secondo una prima ricostruzione dei fatti a opera della Polizia Stradale di Ovada, uno dei due mezzi era fermo in una corsia di emergenza. L’altro veicolo, probabilmente dopo aver sbandato all’improvviso ha finito la sua corsa contro il mezzo in sosta. I Vigili del fuoco hanno lavorato a lungo per estrarre dalla cabina di guida il corpo dello sfortunato guidatore.

5 – Piano delle Opere Pubbliche: 169milioni di euro in 3 anni

169 milioni di euro complessivi su tre anni, di cui a carico dell’Amministrazione comunale oltre 38 nel primo anno, 50 nel secondo: sono alcuni dei dati quantitativi più significativi del Piano Triennale delle Opere Pubbliche appena adottato dalla Giunta del Comune di Bergamo. Un piano che l’Amministrazione vara nel solco del grande lavoro già svolto negli ultimi 5 anni, con l’ambizione di una ulteriore crescita degli investimenti sulla città. Più opere pubbliche, più attenzione alle manutenzioni e ai quartieri, più spazi verdi e interventi di qualità in tutto il territorio comunale: questi invece i principali aspetti qualitativi del Pop 2020-22. Tra gli interventi più rilevanti del 2020, primo anno del piano, si registra un’attenzione alla città a 360°: la realizzazione e la riqualificazione di campi sportivi come il Campo Utili o il campo da calcio di Longuelo, ma anche la sistemazione del nodo di Pontesecco, una nuova rotatoria in via Autostrada e il secondo lotto del cantiere sul viadotto di Boccaleone; il grande cantiere alla ex caserma Montelungo, ma anche la progettazione di una nuova palestra a Santa Lucia, della nuova scuola Rosa e la realizzazione della palestra San Tomaso de’ Calvi; le vasche di laminazione e le opere idrauliche tra Astino e Santa Lucia, ma anche nuovi parcheggi a Grumello del Piano e il restauro di Casa Suardi, di San Michele all’arco degli affreschi e delle cappelle in Sant’Agostino; il secondo lotto della riqualificazione del centro, l’ampliamento della biblioteca Tiraboschi, ma anche nuovi interventi alla Malpensata, Valtesse, Clementina, senza dimenticare i due grandi progetti di cohousing sociale che vedranno il recupero di due immobili comunali, grazie al bando europeo vinto recentemente.

6 – Anche a qui il movimento delle sardine: migliaia di sostenitori

In poche ore hanno toccato quota 2.500 le sardine di Bergamo che nel pomeriggio di mercoledì hanno aperto la pagina ufficiale su Facebook. Tanti non solo i “mipiace” e le adesioni, ma anche i commenti di sostegno e gli inviti a scendere in piazza come è successo a Bologna e a Modena.

7 – Aliquota Irpef ritoccata al rialzo anche a Bergamo

L’addizionale Irpef del Comune di Bergamo passa dallo 0,6% allo 0,8% nel nuovo bilancio di previsione, presentato anche quest’anno in anticipo. Anche a Bergamo, quindi, l’imposta raggiunge la soglia massima prevista. «Negli altri capoluoghi lombardi è già così», sottolinea il vicesindaco e assessore al Bilancio Sergio Gandi. L’operazione frutterà 4,5 milioni di euro l’anno.

8 – A fuoco la canna fumaria, paura a Pontirolo

Incendio ieri sera a Pontirolo, lungo la Sp142. L’incendio ha riguardato fortunatamente soltanto la canna fumaria di un’abitazione sita lungo la provinciale, all’altezza . Sul posto i Vigili del fuoco, che in breve tempo hanno spento le fiamme e rimesse in sicurezza l’area.  Non risultano feriti.

 

20 NOVEMBRE

 

1 – La ruota panoramica prende forma e stasera ha acceso le prime luci

Manca sempre meno al Natale 2019 di Bergamo: la ruota panoramica (per la quale non sono impiegati soldi pubblici, ma viene realizzata con uno sponsor privato), cresce nel frattempo, e poco fa ha acceso le prime luci. Domani verranno dati tutti i dettagli delle manifestazioni e delle iniziative della città fino al prossimo 25 dicembre.

2 – In casa col bimbo di due anni aveva un chilo di cocaina

Aveva in casa un  oltre un chilo di cocaina, pronto per essere spacciato.  Sono scattate le manette ieri pomeriggio a Caravaggio per M.E., 38 anni, operaia addetta alle pulizie  e madre di un bimbo di due anni. I carabinieri di Treviglio l’hanno arrestata dopo che nella perquisizione di casa è spuntata la droga, conservata in cucina.

3 – Pauroso incidente a Fara, 44enne “miracolato”

Incredibile schianto stasera a Fara d’Adda, sulla S9184 bis, all’altezza della carrozzeria Al Ponte. Un uomo di 44 anni è uscito miracolosamente vivo da un pauroso incidente con un Tir, che ha devastato la sua auto, finita poi in un fossato in secca a lato della carreggiata.

4 – Ztl in città, 112mila multe nel 2018. Ma il 40 per cento resta non pagato    

Solo una multa su dieci tra quelle date con le telecamere delle Ztl –  sono state 112mila nel 2018 – riguardano residenti della città. E al secondo posto, con quasi 8mila sanzioni, ci sono i residenti di Bolzano. Tanti anche gli stranieri, soprattutto tedeschi. È quanto emerge da un’analisi di L’Eco di Bergamo dei dati messi a disposizione dalla polizia locale. Altro dato interessante la percentuale di pagamento: non si andrebbe oltre il 60 per cento.

5 – Banco Bpm vende palazzo su via San Francesco D’Assisi

l Banco Bpm, che ha assorbito il Credito Bergamasco, ha messo in vendita il palazzo affacciato su via San Francesco d’Assisi, che fa angolo anche con viale Papa Giovanni. È da ristrutturare, ma comunque il valore raggiunge i dieci milioni di euro.

6 – Seriate sicura: potenziati i pattugliamenti pomeridiani e serali

Potenziati i controlli pomeridiani e serali per la sicurezza urbana e stradale. Sino a dicembre, sulle strade e nei quartieri di Seriate, dalle 17 alla mezzanotte, si vedranno circolare con maggiore frequenza macchine della Polizia locale e agenti grazie al progetto sicurezza, finanziato con una quota dei proventi delle sanzioni amministrative dell’art. 208 del codice stradale. I pattugliamenti pomeridiani e serali saranno garantiti da 16 agenti che, a seconda dell’intervento, potranno collaborare con il personale della locale Tenenza dei carabinieri ed essere supportati dai Baschi Verdi della Guardia di Finanza di Bergamo.

7 – La variante alla statale 42 entra nel piano per le Olimpiadi

La variante alla statale 42 nel tratto tra Trescore ed Entratico è stata inserita nel Piano straordinario degli interventi per le Olimpiadi 2026, che il Governo si appresta a finanziare con un emendamento alla prossima legge finanziaria. Lo ha detto il viceministro bergamasco all’Economia, Antonio Misiani.

8 – Camion di fronte al ponte di Calusco, traditi dal navigatore

Camion oltre i limiti di peso che fanno delle gimkane di fronte al ponte tra Calusco e Paderno sul ponte San Michele. Il motivo, sembra, è che i camionisti, soprattutto stranieri, sono guidati da navigatori che non rilevano se su un ponte possano passare o no i mezzi pesanti.

 

19 NOVEMBRE

 

1 – Francesca, tante gomme forate. Troppe buche: utenti esasperati

Da questa mattina, 19 novembre, si moltiplicano le segnalazioni di forature avvenute tutte nello stesso tratto della provinciale Francesca tra Pognano e Comun Nuovo. «Stamattina sulla strada provinciale Francesca, dopo la rotatoria di Spirano, ho visto sette auto ferme e lampeggianti. L’ottava ero io – ci ha scritto un lettore – Tutti abbiamo bucato nella stessa buca che non si vedeva sulla strada. Speriamo che qualcuno se ne accorga e ripari». A lato della strada si potevano notare anche diversi copricerchi finiti nell’erba probabilmente dopo l’impatto violento con le buche profonde presenti sull’asfalto.

2 – Università, patto col territorio per studiare all’estero

L’orizzonte di 15 studenti dell’Università degli studi di Bergamo si amplia grazie ad altrettante borse di studio finanziate da 10 aziende dell’Alta Valseriana, guidate da Lions Club Città di Clusone e Valle Seriana Superiore per un valore totale di 50mila euro. Dopo la positiva esperienza dello scorso anno accademico, si rinnova il progetto “Accrescere il Valore dei Giovani”. Lions Club Città di Clusone e Valle Seriana Superiore, Comelit Group Spa, Lamiflex Spa, Scame Spa, Parre Spa, Lamiflex Spa, Officine Meccaniche Ponte Nossa Srl, Sinergia Srl, a cui si sono aggiunte quest’anno Lame Moreschi srl, LM Engraving srl, hanno donato all’ateneo orobico oltre 50.000 euro. L’obiettivo del progetto è dare l’opportunità a più ragazzi possibile di arricchire il proprio curriculum con un periodo di studio negli atenei stranieri, sia europei che extra-continentali. 15 studenti, di 9 diversi corsi di laurea, studieranno in Cina, Corea, Estonia, Finlandia, Germania, Polonia, Spagna e Svezia. Tra loro, undici sono già partiti: dieci per il primo semestre e uno per l’intera annualità. Altri quattro andranno all’estero nel secondo semestre.

3 – Maltempo, nella Bergamasca dimezzate le semine autunnali

Le tradizionali semine autunnali, come quelle del frumento tenero, orzo, loietto, triticale e grano duro, sono state compromesse dalla pioggia che continua a cadere senza tregua, con il 50% in media delle operazioni ancora da completare. Lo segnala Coldiretti Bergamo sulla base di un monitoraggio effettuato tra gli associati, mentre il maltempo sta ancora colpendo il territorio provinciale. «I campi sono toppo impregnati di acqua – spiega Nazzareno Samuel Ferro, agricoltore di Torre Pallavicina-, e non siamo riusciti ad entrare con i mezzi agricoli per effettuare le necessarie operazioni colturali. Dove siamo riusciti a seminare, i germogli e le piantine rischiano di soffocare per la troppa acqua». Nei campi della Bassa le mancate semine dei cereali autunno vernini purtroppo rappresentano una situazione generalizzata. «A causa di queste piogge continue – dice Damiano Brembati, agricoltore di Pontirolo Nuovo – siamo riusciti a seminare solo metà della superfici ad orzo che avevamo previsto. Solitamente entro la prima settimana di novembre le semine erano terminate, ma questa situazione meteo ci ha bloccati. Speriamo di riuscire a recuperare ancora». Questo è il risultato di giorni di pioggia ininterrotta che sta colpendo da Nord a Sud l’Italia intera, dove a novembre sono più che raddoppiate le tempeste di pioggia, vento, neve, grandine e trombe d’aria, con un aumento record del +121% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

4 – Il Bergamo Pride si spacca in due. Forse due diverse giornate nel 2020

Potrebbero tenersi due diverse marce dell’orgoglio gay nel 2020, se non cambieranno le cose: nel comitato non c’è infatti accordo. Il 19 settembre la portavoce del Bergamo Pride, Cecilia Riva aveva annunciato con grande anticipo la data dell’evento, il terzo per Bergamo, per il prossimo 13 giugno. Ma Marco Arlati di Arcigay Bergamo cives oggi si è smarcato, puntando su un’altra data: il 30 maggio. «Dopo la nascita del nostro comitato nel Gennaio 2018 per il primo Bergamo Pride – scrive Arlati su Facebook – avevamo deciso nel settembre 2018 di provare a fondere i due comitati che si erano creati, pur con molti dubbi e perplessità, per valutare se fosse possibile avere un unico comitato. Purtroppo l’esperienza è stata fallimentare e molto negativa. Nell’ultimo anno quasi tutti i membri del nostro comitato si sono allontanati a causa della gestione di chi aveva ruoli di rappresentanza nel comitato. Ancora più grave la continua e voluta limitazione del ruolo delle associazioni, per favorire soggetti singoli. Una totale mancanza del ruoli di rappresentanza delle associazioni presenti nel comitato e l’incapacità di valutare i risultati ottenuti nel secondo Bergamo Pride. Arcigay ha chiesto più volte una seria e profonda riflessione sul risultato poco positivo ottenuto, passando da 10.000 partecipanti a 3.000, ma soprattutto la mancanza di famiglie e tanti cittadini. Inoltre abbiamo più volte chiesto un cambio di gestione, riportando al centro le associazioni e il valore del terzo settore, limitando i personalismi di pochi soggetti che vogliono essere i detentori del Bergamo Pride. Il Pride è di tutti e si deve basare sul valore enorme che le associazioni svolgono da anni sul territorio. Molte persone hanno scritto ad Arcigay Bergamo Cives per sottolineare che lo spirito e il clima durante la parata finale del 2019 era molto diverso da quello del primo anno, sembrava un’altra manifestazione, slogan contro le multinazionali e altri argomenti che con il Bergamo Pride nulla hanno a che vedere. Abbiamo cercato fino all’ultimo di chiedere confronti senza avere risposta. Come associazione abbiamo quindi deciso di non rinnovare la nostra presenza nel comitato attuale, ormai sfibrato e completamente svuotato di associazioni e di membri del nostro ex comitato che aveva dato origine al Bergamo Pride, attendendo l’elezione dei nuovi organi dirigenziali avvenuta a settembre, per valutare se ci fosse o meno un cambio di rotta, ma questo non è successo anzi, le figure elette sono coloro che hanno creato contrasti, annullato il valore delle associazioni, creando un clima negativo che ha allontanato tantissimi volontari e persone. Per questi motivi Arcigay Bergamo Cives lancia nuovamente la creazione del comitato da noi stessi per primi creato nel gennaio 2018: “Bergamo Pride – Educare alle differenze per combattere l’odio”. Il nostro obiettivo è riportare centrale l’azione del terzo settore e delle associazioni, potenziato dai singoli volontari che vorranno unirsi in questo nuovo progetto. Il pride che verrà organizzato sarà in data 30 maggio 2020, e come sempre aprirà tutti i pride della Lombardia: 6 giugno Pavia, 13 giugno Varese, 21 giugno Lecco e 30 giugno Milano.

5 – Balletto di Milano a Lovere con il bergamasco Federico Mella

Debutta il Balletto di Milano a Lovere con lo straordinario “Schiaccianoci”, uno spettacolo che ha già incantato decine di migliaia si spettatori nel mondo. Inoltre a Lovere sarà protagonista Federico Mella, giovane principal della compagnia, impegnato nel ruolo del Principe.

6 – Ex Studio Zeta di Caravaggio, a dicembre si inizia a costruire

Partirà alla fine dell’anno la riqualificazione dell’area dell’ex Studio Zeta lungo la ex statale 11 e, nelle intenzioni della proprietà, il tutto dovrebbe essere completato entro due anni. Verrà infatti concesso a dicembre dal Comune di Caravaggio il permesso di costruire per il primo dei sette edifici che dovrebbero sorgere sull’area commerciale. Una superficie complessiva di oltre 50mila metri quadrati, divisa in due piani di lottizzazione, costituita da sette edifici, con una superficie totale di vendita pari a 15mila metri quadrati. Il primo edificio, 2mila metri quadrati, verrà realizzato a breve anche se c’è ancora il massimo riserbo su cosa sorgerà sull’area. Mentre sembra essere definitivamente sfumata la possibilità di un insediamento dell’Esselunga non è da escludere che sull’area si insedi un’altra catena della grande distribuzione. Indubbia la soddisfazione del sindaco Claudio Bolandrini per l’avvio del processo di riqualificazione di un’area rimasta per anni abbandonata a sé stessa e sul cui futuro ora l’Amministrazione sembra avere le idee molto chiare: «Abbiamo ricevuto la richiesta per la concessione del permesso di costruire – ha spiegato Bolandrini – ma ancora non abbiamo idea di quali saranno le attività che si insedieranno all’interno del complesso commerciale. Noi abbiamo esaminato la proposta dal punto di vista edilizio e ci siamo preoccupati di avanzare richieste qualitative molto alte per gli edifici che verranno costruiti».

7 – Nuovo percorso di studi in gestione delle acque e risanamento ambientale

Mai come in questi giorni si sente l’esigenza di una gestione delle acque diversa e più responsabile. Gli allagamenti di Venezia e Matera, lo scioglimento dei ghiacciai, le cosiddette bombe d’acqua alternate a periodi di siccità, dimostrano quanto bisogno ci sia di figure professionali preparate ad una gestione rinnovata delle risorse idriche. Rispondendo ad una nuova proposta del Ministero dell’Istruzione, l’Istituto di Istruzione Superiore Mario Rigoni Stern di Bergamo (agrario) attiverà dal prossimo anno scolastico l’indirizzo in Gestione delle Acque e Risanamento Ambientale. Sarà uno dei primi istituti italiani ad offrire questo nuovo sbocco professionale. Un profilo lavorativo molto attuale, che consentirà ai diplomati di specializzarsi in un settore in espansione come quello della gestione delle acque sotterranee, superficiali interne e marine. Infatti, non solo il clima sta cambiando, ma anche l’ambiente che ci circonda. Le città, sempre più grandi, hanno un crescente fabbisogno di acqua dolce, ma necessitano anche di più efficienti sistemi di smaltimento dei reflui. L’invecchiamento delle infrastrutture idriche e l’urbanizzazione sono causa di inquinamento e di inefficienze nel sistema di distribuzione, con conseguente insostenibile prelievo di acque sia superficiali sia di falda.

8 – Controlli antidroga in parchi e scuole, spacciatore arrestato a Barbata

Sono ripresi, anche per quest’anno scolastico, i controlli straordinari della Polizia di Stato per prevenire lo spaccio di stupefacenti soprattutto nei pressi degli istituti scolastici, sugli autobus che portano gli studenti a scuola e nei vari parchi vicini alle scuole a opera del personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza che ha operato anche con l’ausilio della Polizia locale di Treviglio con l’Unità cinofila “Trevi”. L’attività ha permesso di sequestrare in più occasioni nei parchi cittadini nell’ultimo periodo varie dosi di cocaina, hashish ed eroina per circa 20 grammi, mille euro provento di spaccio, un bilancino di precisione utilizzato per pesare la sostanza stupefacente, e di effettuare il fermo amministrativo di un’auto, oltre a denunciare all’Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio tre persone e segnalare altrettanti alla Prefettura quali assuntori di sostanza stupefacente. Negli ultimi giorni i controlli straordinari si sono spostati nel parco del vicino comune di Barbata, proprio dopo aver ricevuto delle segnalazioni su un presunto giro di droga. Dopo appostamenti in borghese a opera del Personale del Commissariato insieme alla Squadra Mobile della Questura di Bergamo durato alcuni giorni, è stata individuata finalmente un’Audi che faceva da spola tra il parco, dove venivano avvicinati decine di frequentatori – risultati essere poi dei tossicodipendenti – e il casello autostradale. Fermato A.M. 24enne, cittadino marocchino in Italia senza fissa dimora, colpito da decreto di espulsione e da ordinanza di custodia in carcere emessa dal Tribunale di Piacenza per anche altri episodi di spaccio di stupefacenti.

 

18 NOVEMBRE

 

1 – Ruota panoramica, partiti i lavori. Sabato primo giro, c’è la cabina vip

Da oggi sono iniziate in piazza Matteotti le operazioni per il montaggio della ruota panoramica che accompagnerà il Natale della città di Bergamo. Per consentire i lavori di installazione sono previste alcune modifiche alla viabilità della piazza. Si apre sabato con orario continuato dalle 10 alle 23.45, fino all’Epifania.  Alta 32 metri, è tra le più alte itineranti in Italia della Moruzzi Group con 24 cabine e una capienza massima di 144 persone alla volta. Per gli adulti il costo è di 7 euro, 5 euro per i bambini. Ci saranno pacchetti promozionali per le famiglie. Ci possono salire anche i disabili, e c’è una cabina vip prenotabile per eventi.

2 – Servizio di Striscia sulla droga Bolgia, il questore lo sospende

Il Questore di Bergamo, Maurizio Auriemma, ha firmato un provvedimento di sospensione della licenza che è stato notificato sabato 16 novembre al titolare della discoteca «Bolgia» di Osio Sopra. La decisione a seguito del servizio televisivo di “Striscia la notizia”, mandato in onda l’11 novembre, sullo spaccio e uso di droga nella discoteca.

3 – Rapina in posta con il taser, si cerca un furgone bianco

Rapina  questa mattina alle Poste di Covo, in via Europa. Si cerca un furgone bianco. È successo attorno alle 10, quando due banditi hanno assaltato la filiale di Poste Italiane del paese della Bassa orientale. Uno è rimasto fuori, su un furgone bianco, a fare da palo. L’altro è invece entrato nell’ufficio minacciando i presenti con un taser. Non è chiaro a quanto ammonti il bottino. Dopo il colpo i due sono fuggiti a bordo dello stesso furgone bianco. Il mezzo – un vecchio modello – potrebbe essere rubato. Sono state acquisite le immagini del sistema di videosorveglianza del paese, ora al vaglio degli inquirenti. Non risultano fortunatamente feriti. Indagini in corso.

4 – Gli stranieri producono il 10% del Pil provinciale

Gli immigrati rappresentano il 9% dei residenti in bergamasca, ma diventano l’11% dei contribuenti e il 17% dei contribuenti per lavoro dipendente e il loro apporto è decisivo per la stessa sostenibilità economica dei servizi visto che producono circa un decimo del Pil provinciale. I dati sono stati elaborati dall’Osservatorio Cisl.

5 – Cade dalle scale in discoteca, grave un 24enne

Una serata di divertimento è finita nel peggiore dei modi con un ragazzo di 24 anni in coma farmacologico dopo una brutta caduta dalle scale. Un incidente, una tragica fatalità avvenuta domenica intorno alle 5 nella discoteca Vibe Music Zone di Treviolo.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali