Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (27-30 agosto)

Notizie su Bergamo e provincia (27-30 agosto)
29 Agosto 2014 ore 08:20

30 AGOSTO

 

1 – È morto Andrea Locatelli, quindicenne caduto dal trattore a Blello il 29 agosto

Le sue condizioni erano gravissime e purtroppo Andrea Locatelli non ce l’ha fatta. Il giovane di 15 anni, nel pomeriggio di venerdì 29 agosto, era caduto da un trattore a Blello, dove si trovava in vacanza insieme ai nonni. Cadendo ha sbattuto violentemente la testa sull’asfalto ed è stato ricoverato, in condizioni gravissime, all’Ospedale Papa Giovanni XXIII. Nonostante i tentativi dei medici, nella mattina di sabato 30 agosto il ragazzo è deceduto. Residente a Ponteranica e studente presso l’Istituto Superiore Majorana, Andrea Locatelli era salito sul trattore di un quarantaseienne amico di famiglia ma, durante il tragitto, nelle vicinanze del Municipio di Blello, è scivolato giù dal mezzo. Smentita la prima ricostruzione dei fatti, secondo cui il trattore si era ribaltato in prossimità di una curva.

2 – Allarme rosso maltempo: in arrivo freddo e nubifragi dalla notte tra sabato e domenica

Il maltempo non dà tregua e dopo appena un paio di giorni di stabilità, dalla notte di sabato 30 agosto un nuovo vortice di freddo colpirà tutto il Nord Italia, con forti nubifragi e possibili grandinate. Il vortice ciclonico, che si soffermerà nel Settentrione durante il weekend in corso, giunge dal Nord Europa e scenderà verso il Centro e il Sud Italia nei primi giorni della prossima settimana, portando un drastico calo delle temperature. Da martedì dovrebbe tornare a farsi vedere il sole nel capoluogo orobico. Intanto, però, i meteorologi lanciano l’allarme: il maltempo potrebbe causare danni.

3 – Le ultime ore di Gessica e Patrick ricostruite dagli inquirenti

Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire le ultime ore di vita di Gessica Mambretti e di suo figlio di 9 anni, Patrick Lorenzi, residenti a Ponteranica e trovati morti venerdì 29 agosto sui piani dell’Avaro.

L’ultimo contatto con il padre del piccolo, separato da Jessica ma rimasto in buoni rapporti con lei, è avvenuto alle 21.47, con un sms mandato dalla donna: «Siamo da mia sorella, non continuare a chiamare». In realtà dalla sorella di Jessica non ci sono mai stati. Dal pomeriggio di mercoledì 28 agosto, lei e suo figlio se sono andati da Ponteranica, con i due furetti che tenevano in casa, gli zaini e una tenda da campeggio. Giungono nel tardo pomeriggio al parcheggio del ristorante Ristorobie, ai piani dell’Avaro, a Cusio. Lì prendono una Coca-Cola, una bottiglietta di acqua e chiedono informazioni. «Dov’è un punto con un bel panorama e con degli strapiombi?» domanda Jessica. Poi si sono avviati e hanno piantato la tenda nel punto in cui il pastore l’ha trovata vuota.

Questa la crono-sequenza delle ultime ore di vita di Gessica Mambretti e Patrick Lorenzi ricostruite dagli inquirenti, che sono sempre più sicuri si tratti di un caso di omicidio-suicidio. La donna soffriva da tempo di depressione e, secondo il padre del piccolo, il motivo risiederebbe nel fatto che i servizi sociali erano intenzionati a toglierle l’affidamento del figlio.

4 – Arriva il Delegato di Quartiere, legame tra cittadini e Comune

La giunta ha approvato con una delibera il nuovo progetto di decentramento e partecipazione ideato e voluto da Giorgio Gori e la sua amministrazione. Il via definitivo è atteso per l’8 settembre, quando il Consiglio Comunale dovrà dare l’ok, ma intanto il primo passo è compiuto. Via le consulte territoriali, sostituite da un nuovo sistema di gestione dei rapporti con la cittadinanza, basato sui quartieri della città. Le attività dei vari quartieri saranno seguite e coordinate da una nuova figura, quella del Delegato di Quartiere, soggetto che avrà il compito di promuovere le relazioni tra le varie realtà del territorio, sarà la voce degli abitanti del quartiere e sarà il legame tra questi e l’amministrazione. Saranno 7 e verranno scelti tra i dipendenti comunali o particolari figure professionali. Ognuno gestirà più quartieri.

5 – Dopo il picco di pre-iscrizioni a Ingegneria, anche Psicologia è da record

300 posti disponibili e 816 pre-iscrizioni al test d’ingresso: dopo i grandi risultati ottenuti per i test di Ingegneria, anche la facoltà di Psicologia fa registrare numeri da record. L’anno scorso furono 464 le domande di ammissione ai test, circa il 50% in meno. La maggior parte delle domande arriva da fuori provincia (479), segno che l’Università di Bergamo sta iniziando ad avere un certo appeal che era fino ad oggi mancato.

6 – Aprono due nuovi piccoli paradisi dei giocattoli: “Lego” e “Don Chisciotte”

Giocattoli: passione dei più piccoli ma anche dei più grandi che vogliono tornare a sentirsi un po’ bambini. Il mercato del settore non sta vivendo il suo momento migliore, ma in città le cose paiono andare diversamente visto che tra sabato 30 agosto e martedì 2 settembre sono addirittura due i negozi di giocattoli ad aprire. Inaugura in piazzetta Santo Spirito l’unico negozio monomarca dedicato ai “Lego” del capoluogo orobico. Ci saranno mattoncini per tutte le età, dalle nuove edizioni alle linee da collezione. Al suo interno anche uno spazio interamente dedicato allo svago dei bambini. Aprirà invece martedì 2 settembre, in via Sant’Orsola, un negozio della catena “Don Chisciotte”. Saranno 150 metri quadri, distribuiti su due piani, di giocattoli.

 

29 AGOSTO

 

1 – Sui piani dell’Avaro trovato morto un bambino di 9 anni. E anche il corpo senza vita della madre.

Nella tarda serata di giovedì 28 agosto, sui Piani dell’Avaro in territorio di Cusio (Alta Valle Brembana), il soccorso alpino ha rivenuto in un sentiero il corpo senza vita di Patrik Lorenzi, un bambino di 9 anni. Il cadavere presentava  ferite d’arma da taglio. Poco lontano, a circa 1850 metri d’altezza, c’era una tenda posizionata in una zona impervia, senza corsi d’acqua nelle vicinanze e vietata al campeggio. Intorno alle 13,15 di oggi è giunta la conferma che è stato trovato anche il corpo della mamma, Jessica Mambretti, 41 anni, di Ponteranica, che pare soffrisse di depressione.

Madre e figlio erano arrivati sui piani dell’Avaro all’alba di giovedì, da soli. «Nessuno si aspettava un epilogo simile, ma da tempo avevamo paura», dice Vittorio Lorenzi, il padre dell’ex compagno (Marco Lorenzi) di Jessica Mambretti, e nonno di Patrik. Il sindaco di Ponteranica, Alberto Nevola, ha inoltre confermato che Jessica Mambretti «era seguita dai servizi sociali e che la sua situazione di difficoltà era nota».

I soccorritori erano stati contattati da un pastore che, nel tardo pomeriggio di giovedì 28 agosto, aveva notato la tenda distante dal rifugio Monte Avaro. Il pastore attratto dalla luce accesa, si era avvicinato. All’interno non c’era nessuno, solo indumenti, farmaci antidepressivi e un telefono cellulare. Ha digitato alla voce «mamma» e ha risposto la madre della donna la quale si è detta subito preoccupata perché la figlia sta vivendo un difficile momento familiare.  Anche il nonno paterno di Patrick e padre di Marco Lorenzi, l’ex compagno di Jessica Mambretti, ha confermato: «Negli ultimi anni i rapporti tra Jessica e Marco non erano buoni. Lei soffriva di depressione e io ho detto più volte a mio figlio di fare attenzione. Avevamo paura, ma non immaginavamo che sarebbe potuta succedere una tragedia simile». 

Vista la situazione, il pastore ha avvertito il gestore del rifugio e sono cominciate le ricerche da parte dei carabinieri: alle 23 di giovedì 28, a 15 minuti di cammino dalla tenda, è stato trovato il corpo del piccolo. Le ricerche sono proseguite tutta la notte per trovare la madre il cui corpo è stato rinvenuto il giorno dopo. «Quando ieri sera mio figlio è stato contattato dai carabinieri ho capito subito: era successo qualcosa a Patrick. È una tremenda tragedia, ancora non ci credo. Mio nipote, nonostante la difficile situazione, era un ragazzo allegro e solare», racconta ancora Vittorio Lorenzi, il nonno di Patrik.

Il magistrato, il pm Raffaella Latorraca, ha disposto l’autopsia per stabilire le cause della morte del bambino e ha aperto un fascicolo per omicidio. La decisione è stata presa dopo aver visionato i fascicoli trasmessi dai carabinieri.

2- Trattore ribalta a Blello. Due feriti, gravissimo un ragazzo di 15 anni

Un trattore si è ribaltato in Valle Brembilla nel comune di Blello attorno alle 16. Il bilancio dell’incidente (secondo una prima ricostruzione il trattore stava percorrendo un tratto di Via Giulio Cesare quando si è ribaltato improvvisamente a ridosso di una curva) è di due feriti, di cui uno gravissimo: si tratta di un ragazzo di 15 anni. Il conducente del mezzo, invece, è rimasto illeso al contrario delle due persone che erano a bordo del mezzo agricolo. Sul posto l’eliambulanza di Sondrio, una ambulanza e i carabinieri di Zogno.

3 – È morto l’avvocato Luciano Pezzotta, dal 1980 al 1991 presidente degli Ospedali Riuniti

Giovedì 28 agosto, nel pomeriggio, è morto a Bergamo Luciano Pezzotta, avvocato penalista e personalità di spicco del capoluogo orobico. Aveva 89 anni ed era da tempo malato. Laureatosi in giurisprudenza nel 1950, figlio di Giuseppe Pezzotta, ex sindaco, divenne presto uno dei migliori avvocati della città. Nel 1972 fu chiamato a far parte del Consiglio d’Amministrazione degli Ospedali Riuniti. Il 27 settembre 1980 ne divenne presidente. Lascerà l’incarico solamente nel 1991. Lascia la moglie Lella Bertoncini e i figli Andrea (vicesindaco nella giunta Tentorio) e Marina.

4 – All’Ospedale Papa Giovanni XXIII bambino di 2 anni muore dopo trapianto di fegato

L’intervento sembrava andato bene, il trapianto di fegato pareva ben riuscito. Ma poche ore dopo, Samuele Zanardo, di 2 anni, è morto. L’Ospedale ha disposto e compiuto l’autopsia per capire le cause della morte del piccolo, ma il direttore del Dipartimento chirurgico dell’Ospedale, Michele Colledan, ha reso noto che ad un esame macroscopico non è emersa alcuna anomalia. Si attendono ora gli esiti delle analisi più approfondite.

5 – A Blello si ribalta un trattore con a bordo tre persone. Due feriti, di cui un quindicenne

Alle 16 di venerdì 29 agosto, a Blello (centro della Valle Brambilla), un trattore con a bordo tre persone si è ribaltato nei pressi di una curva. Illeso il conducente, mentre i due passeggeri sono rimasti feriti, in particolare un giovane di 15 anni, gravissimo e soccorso con l’eliambulanza dell’Ospedale di Sondrio. I Carabinieri di Zogno stanno ricostruendo l’accaduto.

6 – Il maltempo non dà pace: altri danni nell’Isola e nella Bassa

Un’altra bomba d’acqua ha colpito il territorio orobico. A pagarne le conseguenze questa volta l’Isola e la Bassa. Tra Locate di Ponte San Pietro e Brembate la grande quantità d’acqua ha saturato totalmente i tombini. La conseguenza è stato l’allagamento di diversi box e scantinati. A Treviglio il forte vento ha abbattuto diversi alberi, tra cui un noce che ha distrutto una recinzione. Gli eventi risalgono a giovedì 28 agosto mattina, ma solo nel pomeriggio e nella mattina del 29 agosto si sono conclusi i numerosi interventi dei vigili del fuoco.

7 – La cartella per la scuola costa di più: a Bergamo +3%

La Camera di Commercio di Monza e Brianza, con l’aiuto di REF Ricerche, ha calcolato quanto costerà ai lombardi la spesa per la scuola dei propri figli. Mediamente è stato stimato, rispetto al 2013, un aumento di 10,2 punti percentuali nella Regione, ovvero circa 7 euro in più. A soffrire maggiormente i cittadini di Milano e Como, con aumenti superiori al 15%, mentre a Bergamo gli aumenti sono molto più contenuti, con un “moderato” +3%.

 

28 AGOSTO

 

1 – Matteo Rossi candidato del Pd per la Provincia

Il Pd scioglie la riserva: Matteo Rossi sarà il candidato per la presidenza della Provincia di Bergamo. L’elezione si terrà il 28 settembre alla Fiera di Bergamo e vedrà come elettori i consiglieri comunali, gli assessori e i sindaci dei comuni bergamaschi. Il nome di Matteo Rossi è uscito dalla riunione del Pd riscuotendo il favore di una quarantina di amministratori di centro-sinistra che guidano i comuni della Bergamasca. Responsabile regionale degli enti locali per il Pd, ex consigliere provinciale, in passato Matteo Rossi è stato segretario cittadino dei Democratici di Sinistra. Se il Pd ha nominato il suo candidato,negli altri partiti la situazione appare meno chiara: la Lega deciderà nella riunione del direttivo dell’1 settembre, mentre in Forza Italiauna soluzione sembra essere ancora lontana.

2 – Fiom Lombardia denuncia: «Cassa integrazione in continuo aumento. A rischio 55 mila tute blu».

Continua ad aumentare la cassa integrazione tra i metalmeccanici in Lombardia. Una crescita del 4 percento nel periodo compreso tra agosto 2013 e luglio 2014 costante in tutte le sue tipologie, come dimostrano i dati diffusi dall’Istat relativi al mese di luglio. Per quanto riguarda la distinzione tra categorie aumenta l’utilizzo dell’ammortizzatore sociale sia per gli impiegati (7,64%) sia per gli operai (2,69%). In particolare, si è verificata un’impennata del 40% della cassa integrazione in deroga, un aumento del 23% della cassa integrazione ordinaria, mentre c’è stato un dimezzamento della cassa integrazione ordinaria, per un totale di circa 55mila metalmeccanici stabilmente in cassa integrazione nella nostra regione.«La ripresa è un miraggio», lancia come grido d’allarme il segretario generale della Fiom Cgil Lombardia Mirko Rota.

3 – Da tutto il mondo per studiare il lago preistorico di Sovere e Pianico

Il lago preistorico di Sovere e Pianico, risalente a 800 mila anni fa, sarà meta di un convegno internazionale in programma venerdì 29 agosto quando da Padova una cinquantina di paleontologi e paleobotanici si recheranno nell’antico luogo lacustre bergamasco impegnati in un consesso dedicato al Quaternario nelle Alpi italiane. Successivamente, verranno raggiunti altri due luoghi: Cerete Basso, dove il torrente Borlezza permette di studiare la transizione tra l’ultima glaciazione e il presente interglaciale, e poi Leffe per osservare i sedimenti del primo Pleistocene. Poco noto ai bergamaschi, il lago preistorico di Sovere e Pianico è invece spesso meta di studiosi e appassionati che arrivano anche da ben oltre i confini nazionali per ammirare e «toccare con mano» un libro di storia del nostro pianeta.

4 – Rimborsi regionali: Giosuè Frosio (Lega Nord) accusato di danno erariale

La Procura della Corte dei conti della Regione Lombardia ha contestato un danno erariale di oltre 100 mila euro a vari consiglieri regionali del gruppo consiliare Lega Nord tra cui anche il bergamasco Giosuè Frosio. Si tratta dei cosiddetti «rimborsi facili» delle spese da considerarsi del tutto estranee al mandato consiliare e spesso palesemente attinenti a interessi personali del singolo consigliere. «L’indagine – si legge nella nota – fa seguito alle precedenti contestazioni per oltre un milione di euro riferite agli stessi illeciti contabili commessi nell’arco delle consiliature degli anni 2008-2012 e si è sviluppata in parallelo con i procedimenti penali pendenti presso il Tribunale di Milano».

5 – Si chiamava Giancarlo Biffi il cercatore di funghi precipitato in un canalone a Mezzoldo

Ora si conosce anche il nome del pensionato di 74 anni morto mercoledì 27 agosto precipitando in un canalone a Mezzoldo, in località Ponte dell’Acqua. Si chiamava Giancarlo Biffi, era di Calusco d’Adda, ed era uscito in mattinata con un amico a cercare funghi. I due si erano poi separati ma con l’accordo di rivedersi in seguito. All’appuntamento, però, l’uomo di 74 anni non è più arrivato ed è scattato l’allarme. Verso sera il corpo di Giancarlo Biffi è stato notato in fondo a un canalone.

 

27 AGOSTO

 

1 – Cercatore di funghi precipita e muore in un canalone

Un pensionato di 73 anni è morto mercoledì 27 agosto precipitando in un canalone a Mezzoldo, in località Ponte dell’Acqua. L’uomo era uscito in mattinata con un amico a cercare funghi. I due si erano poi separati ma con l’accordo di rivedersi in seguito. All’appuntamento, però, il 73enne non è più arrivato ed è scattato l’allarme. Verso sera il corpo del pensionato è stato notato in fondo a un canalone.

2 – La colomba di Picasso su Palazzo Frizzoni

L’Amministrazione comunale di Bergamo ha deciso di esporre lungo la facciata di Palazzo Frizzoni, l’effigie della Colomba di Picasso, simbolo universale della pace, accompagnata dalla parola «Pace». La volontà del Comune – dice un comunicato – è quella di richiamare la necessità che nelle terre martoriate dai conflitti le popolazioni inermi siano salvaguardate, protette e sostenute con ogni mezzo e che i governi, l’Europa e gli organismi internazionali sia adoperino in tutti i modi possibili per perseguire questo obiettivo, unitamente alla cessazione dei conflitti ed al ripristino, in tali aree, della pace tanto agognata. La fotografia dei due marò che da due anni è esposta all’esterno del Palazzo sarà spostata sulla facciata di Palazzo Uffici, prospiciente Palazzo Frizzoni.

3 – Doccia gelata per Carlo Nicora (e a seguire tanti altri)

Il direttore generale dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII, Carlo Nicora, ha accettato la sfida lanciata da Elena Carnevali e si è sottoposto alla doccia gelata, l’Ice Bucket Challenge. Sottolineando l’impegno degli operatori dell’Ospedale di Bergamo a fianco dei malati di SLA, Nicora ha invitato ad investire sulla ricerca, invitando Giuseppe Remuzzi, Direttore del Dipartimento di medicina e ricercatore di caratura internazionale, a partecipare all’appello. Remuzzi ha invitato tutti gli operatori a donare un’ora del proprio lavoro di settembre a favore della ricerca. Nicora ha poi nominato come prossimi testimonial delle docce gelate il direttore de L’Eco di Bergamo Giorgio Gandola, il presidente provinciale Aiop Francesco Galli e il direttore sanitario del Papa Giovanni XXIII Laura Chiappa, che a sua volta ha accolto la sfida nominando il direttore del Dipartimento di chirurgia dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII, Michele Colledan, il direttore della Gastroenterologia 1 – epatologia e trapiantologia Stefano Fagiuoli, e il Direttore generale della Volley Bergamo Giovanni Panzetti.

 

4 – Si schianta contro un tir in sosta, muore operaio di Treviglio

Massimo Marafante, 40 anni, è morto dopo essersi schiantato con la sua Kia Picanto contro il tir che lo precedeva, fermo in attesa che un’auto svoltasse. È costata molto cara la distrazione all’operaio residente a Geromina, frazione di Treviglio. L’incidente è avvenuto nel pomeriggio del 26 agosto sulla strada statale 11 che collega Cassano d’Adda (Milano) a Treviglio, sul territorio del comune milanese. Intervenuti sul posto Vigili del Fuoco, Carabinieri, due ambulanze e l’elisoccorso dell’Ospedale Niguarda di Milano, ma i tentativi di rianimare l’uomo sono stati vani. Nessuna conseguenza, fortunatamente, per il camionista tamponato.

5 – L’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico avvia un procedimento contro Uniacque

Federconsumatori rende noto che l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico ha avviato un procedimento nei confronti di Uniacque per accertare la violazione in materio di servizio idrico integrato per l’adozione di provvedimenti sanzionatori e prescrittivi. Il motivo sarebbe vederci chiaro circa gli ultimi aumenti tariffari attuati dalla società. Ci vorranno circa 9 mesi per portare a termine tutta la procedura e, nel frattempo, Federconsumatori e Adiconsum chiedono al Consiglio d’Amministrazione di Uniacque di sospendere l’applicazione gli aumenti tariffari.

6 – Iniziata la vendemmia anche nella Bergamasca

Si è fatto di tutto per rimandare il più possibile l’avvio della vendemmia, in altre zone iniziata già a metà agosto, ma alla fine non è stato più possibile attendere. Da ieri è iniziata la raccolta dell’uva anche sul territorio orobico, soprattutto di quella a bacca bianca (Chardonnay e Pinot grigio) e di quella per la produzione di spumante e vini bianchi fermi. Il maltempo che ha colpito tutto il Nord Italia in questa estate mai arrivata, ha certamente creato non pochi problemi: si stima che il 30% degli acini dovrà essere scartato.

7 – A Mozzo il sindaco disarma la polizia locale

Una situazione di tensione tra due agenti della polizia locale di Mozzo ha costretto il sindaco, Paolo Pelliccioli, a un provvedimento drastico: il ritiro degli armamenti dei due vigili. La vicenda è finita anche davanti ad un magistrato, che ha incaricato i Carabinieri di svolgere un’indagine circa la conflittualità venutasi a creare all’interno dell’ufficio della polizia locale.Il sindacato autonomo Ospol-Csa di Bergamo ha espresso la volontà di indire una giornata di sciopero per i dipendenti del Comune di Mozzo in seguito al provvedimento del sindaco.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia