Foto e video

In Porta Nuova caroselli e fumogeni per abbracciare la Dea nella storia

In Porta Nuova caroselli e fumogeni per abbracciare la Dea nella storia
28 Maggio 2019 ore 04:00

A Reggio Emilia erano tanti. Quasi diciottomila, dicono i numeri ufficiali. Un altro esodo nerazzurro, l’ennesimo di una storia d’amore con i ragazzi del Gasp iniziata tre anni fa e che ci ha portati in giro per l’Europa e per l’Italia. C’è chi, però, al Mapei ad assistere alla storica qualificazione in Champions League dell’Atalanta non ci è potuto andare, ma certo questo non ha fermato la sua voglia di festeggiare. E così, pochi minuti dopo il fischio finale di Atalanta-Sassuolo 3-1, il centro di Bergamo ha iniziato, lentamente ma con costanza, a riempirsi di persone. Tutte vestite di nerazzurro, tutte vogliose di onorare qualcosa di unico. Caroselli, bandiere sventolanti, cori e fumogeni: la pioggia non ha certo creato problemi, anzi. E così, verso la mezzanotte, erano ben oltre un migliaio le persone radunatesi a Porta Nuova. E la festa è andata avanti per un bel po’, almeno finché in centro città non è giunto anche il pullman dell’Atalanta con i giocatori e tutto lo staff, che prima di rientrare a Zingonia ha voluto fare tappa a Bergamo per festeggiare giustamente anche con coloro che non erano andati a Reggio Emilia. Le immagini parlano da sole: una notte che tutti ricorderemo per sempre. Perché abbiamo assistito alla storia. Perché la storia siamo noi.

 

8 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia