In mostra fino a stasera a Milano

Quant’è fashion Cenerentola I designer reinventano la scarpina

Quant’è fashion Cenerentola I designer reinventano la scarpina
03 Marzo 2015 ore 15:29

Dalla favola alla passerella il salto è breve. Nove stilisti traghettano l’iconica calzatura della bella Cenerentola nell’epoca contemporanea. Rigorosamente ricoperta di Swarovski. La scarpetta simbolo della fiaba entra ufficialmente nell’era moderna grazie ai designer di fama internazionale che hanno ricevuto da Disney il compito di reinventare la celebre calzatura.

Dalla creatività di Paul Andrew, Alexandre Birman, René Caovilla, Jimmy Choo, Salvatore Ferragamo, Nicholas Kirkwood, Charlotte Olympia, Jerome C. Rousseau e Stuart Weitzman è nata così un’insolita collezione di scarpette di cristallo per omaggiare Cenerentola, che uscirà il 12 marzo al cinema con la pellicola diretta da Kenneth Branagh. I nove designer hanno rielaborato l’idea della scarpetta, reinterpretandone il senso, realizzando una capsule collection da sogno. Che, come tutti i sogni della società dei consumi, si potrà acquistare, su prenotazione, da Excelsior Milano, il luxury department store situato in Galleria del Corso (il primo a ospitare la collezione: l’installazione, realizzata dalla celebre visual designer JoAnn Tan, sarà esposta al terzo piano Antonia Donna fino a stasera, 3 marzo), come pure nei grandi department store globali: da Harrod’s a Londra, alle Galerie Lafayette a Parigi e da Saks a New York.

12 foto Sfoglia la gallery

Cenerentola veste Swarovski. Quello di Cenerentola è un mito è duro a morire, al cinema se ne sono contate oltre cento versioni, da Cenerentola a Parigi al capolavoro di Disney del 1950, e le nozze reali di Kate e William hanno rilanciato il concetto, un archetipo che si può applicare a qualsiasi epoca. Ma per diventare evento a tutti gli effetti e dare un’allure contemporanea alla fiaba pubblicata per la prima volta nel 1967, il lungometraggio di Branagh punta oggi sui costumi, affidandosi alla direzione della costumista premio Oscar Sandy Powell, che – bisogna ammetterlo – ha alleggerito la storia dalla patina del tempo. Così, nella pellicola, il sogno diventa davvero realtà, soprattutto se si utilizzano oltre 1,7 milioni di cristalli Swarovski per impreziosire i costumi della bella aspirante principessa, mentre un team di otto persone lavora allo sviluppo e alla creazione delle scarpe, dedicando all’incirca 150 ore di lavoro alla realizzazione di sei versioni prima di optare per il modello finale, ovvero un paio di scintillanti décolleté tacco 15 in cristallo a 221 sfaccettature, dall’effetto Crystal Blue Aurora Borealis. Nate, figuratevi, da un unico cristallo. Se le volete acquistare, ci sono due “piccole” condizioni: calzare il 37 e avere 1.795 euro. Per una scarpetta.

4 foto Sfoglia la gallery

Cinderella fashion time. Senza quasi accorgercene, incappiamo nello stile princess anche sulle passerelle di questo 2015. Basta contemplare le meringhe di tessuto che dominano i défilé di Giambattista Valli, couture fatte di grandi volumi, che giocano con l’effetto teatrale delle sovrapposizioni di incessanti strati di tessuto. Oppure lasciarsi incantare dagli abiti danzanti di Luisa Beccaria, sognare una delle ultime proposte bridal di Jenny Packham, la stilista amatissima anche da una vera principessa come Kate Middleton. Fantasticare sbirciando le creazioni sgargianti, teatrali di Alexander McQueen, disegnate dalla sua erede Sarah Burton. Immergersi nel mood da favola di Blumarine.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia