Capolavori unici

Sette Natività all’Accademia Carrara per farvi tanti auguri di Natale

Sette Natività all’Accademia Carrara per farvi tanti auguri di Natale
26 Dicembre 2017 ore 08:00

Buon Natale a tutti, care lettrici e cari lettori. È giunta la festa più bella e calda dell’anno, fatta non solo di regali e leccornie, ma anche di gesti, tradizioni e sentimenti veri, intimi, da vivere in famiglia, avvolti dalla magia di un evento che tocca i cuori. Questo avviene non da ieri, non da anni, ma da secoli, e la storia dell’arte lo ha sempre raccontato: che siano artisti padani o toscani, piemontesi o veneti, che abbiano vissuto e operato nel Medioevo o nel Rinascimento fino al Barocco, gli artisti sono riusciti a toccare l’animo degli uomini non solo per la loro capacità di rendere lievi le fattezze della Vergine o per la resa delle dolci movenze che la contraddistinguono nel suo essere madre e sposa, ma anche per la stupita contemplazione, mai stucchevole, comune sia ai più umili, i pastori, che ai più ricchi, i Magi. Il tutto riscaldato dal tepore della stalla e illuminato dalla stella, che con la sua scia pare trasportarci in un’altra dimensione.

Il Natale è parte di noi, entra nel nostro animo e si irradia sui nostri affetti. La sua magia è quella di comunicare tutto senza dire nulla, in qualsiasi lingua del mondo, proprio come il linguaggio delle opere d’arte. Non si viene catturati né dalla tavolozza usata dal pittore o artista di turno, né dalla moda sfoggiata dai singoli modelli, tanto meno dalle loro acconciature. Si viene invece coinvolti dal paesaggio che circonda i protagonisti, spesso ampio e dai toni pastello; si viene riscaldati dai timbri caldi e soffusi che gli aloni di luce emanano; ci si immedesima nelle ambientazioni che tendono a caratterizzare i singoli pastori e le loro famiglie accorse per il lieto evento, contribuendo a raccontarci di una quotidianità a noi tanto vicina. Il tutto condito da quel tepore rilasciato da quei giochi di sguardi sommessi e da quelle movenze flemmatiche, che anche se mutano in maniera impercettibile di opera d’arte in opera d’arte sanno infonderci quella serenità che è il miglior augurio che possiamo inviare per questo Santo Natale. Per questo abbiamo pensato che il modo migliore per augurarvi un felice Natale fosse quello di presentarci sette meravigliose opere sulla Natività custodite nello scrigno dei tesori artistici della nostra città, l’Accademia Carrara. Auguri di cuore.

 

Giuseppe Cades, Adorazione dei pastori, olio su tela
1787-1788 circa, Accademia Carrara (sala 19)

 

Perugino (Pietro Vannucci) e bottega, Natività, olio su tavola
1504 circa, Accademia Carrara (sala 4)

 

Pittore cremonese, Adorazione dei pastori, olio su tavola 
1500/1510, Accademia Carrara

 

Giovanni da Asola (?), Adorazione dei pastori, olio su tela
1520/25, Accademia Carrara (sala 16)

 

Bernardino Luini (Bernardino de Scapis), Adorazione del Bambino, olio su tavola
1524, Accademia Carrara (sala 11)

 

Defendente Ferrari, Adorazione dei pastori, olio su tavola
1530/35, Accademia Carrara (sala 12)

 

Luca Longhi, Adorazione del Bambino con san Giovannino e angeli con strumenti della passione
1550/’60 circa, olio su tela, Accademia Carrara

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia