Il festival

Successi punk rock a cappella con il coro queer bergamasco

Successi punk rock a cappella con il coro queer bergamasco
12 Luglio 2019 ore 13:09

L’invasione di punk rocker da tutta Europa (e non solo) è cominciata. La festa del quarto Punk Rock Raduno ruota attorno all’Edonè ma ha anche tanti altri centri di gravità; gira sulle ali della musica ma si può fregiare di più fulcri di creatività, energia ed apertura mentale. Dopo la serata di benvenuto di mercoledì al Goisis e i concerti di ieri sera all’Edonè, si va avanti fino a domenica lunga una linea spezzata che attraversa Bergamo e propone delle “fermate” decisamente interessanti. Non solo concerti, appunto, ma attività capaci di dar lustro a una manifestazione che è molto di più di un semplice festival musicale (programma completo su punkrockraduno.com).

Andiamo con ordine. Oggi, venerdì 12 luglio, dalle 12 alle 15 sarà presente al raduno, protagonista anche di un brunch al Bikefellas, un personaggio fondamentale per la scena di San Francisco: Larry Livermore, co-fondatore di Lookout Records, etichetta che ha lanciato Green Day e Rancid. Eseguirà un set acustico e un reading del suo libro “How To Ruin a Record Label: The Story of Lookout  Records”. Sempre oggi, dalle 11 alle 19 all’Ink Club di via Carducci 4B, il Tattoo Party, perché punk rock e tatuaggi sono da sempre legati indissolubilmente tra di loro. Agli inchiostri Valentina De Rosa, Richie Headchease, CrapMan Mayo e Olimpia Quartieri Tattoos, mentre dalle 16.30 ci sarà un set acustico di Kepi Ghoulie (frontman dei mai dimenticati Groovie Ghoulies) e Gutter Romance, duo acustico proveniente dal Regno Unito.

4 foto Sfoglia la gallery

Domani, invece, torna il Punk Rock Bus: partenza alle 10 per vedere la partita delle Crimson Vipers Roller Derby Bergamo. Take The Sixty Bus e Bikefellas hanno organizzato questo evento che, attraverso varie fermate lungo la città (Piazzale Oberdan e Piazza della Libertà in primis) arriverà alle Piscine Italcementi, luogo di svolgimento del match. Durante il viaggio: dj set di Paolo dei Semprefreski e concerto del duo folk punk milanese Menagramo. Dopo la partita, il bus riporta all’Edonè, dove alle 18 nell’area per bambini partono dei mini live acustici punk per i più piccoli. Alla stessa ora, workshop di Paolo Proserpio, docente dello Ied – Istituto Europeo di Design di Milano: insegnerà ad assemblare la copertina di un 45 giri in vinile senza usare il computer. Due parole sull’incontro a suon di pattini: le Vipers sfidano le All Star Roller Derby. Prima della partita e durante l’intervallo ci sarà un set di sole hits di Dan Vapid & The Cheats.

Domenica pomeriggio. Alle 14.30 merita menzione l’esibizione speciale di “Fuori dal coro”, gruppo corale polifonico dal carattere queer – che farà versioni di successi punk rock a cappella – impegnato nel promuovere il rispetto per tutte le identità sessuali e il diritto di poter scegliere la propria relazione affettiva senza pregiudizi. Del resto la quarta edizione del Punk Rock Raduno ha come tema centrale l’amore, ogni tipo di amore, anche quegli amori che qualcuno ritiene immorali, ancora oggi. Tra i brani della scaletta anche una versione originalmente rivisitata di “Smells Like Queer Spirit” dei Pansy Division, grandi ospiti del festival domani sera nonché uno dei primi gruppi rock dichiaratamente gay. “Fuori dal coro” è guidato dal maestro Antonio Giammarco che ne segue la direzione, la composizione e gli arrangiamenti dei brani musicali, e dal maestro Tsai Kang che cura la preparazione vocale.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia