sabato 26 e domenica 27 settembre

Tornano le Giornate Europee del Patrimonio: il calendario degli appuntamenti

Il tema scelto per l’edizione di quest'anno è “Imparare per la vita”. L'iniziativa è promossa dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea per valorizzare il patrimonio culturale e artistico delle città in una prospettiva di dialogo comune che coinvolge cinquanta Nazioni

Tornano le Giornate Europee del Patrimonio: il calendario degli appuntamenti
Bergamo, 21 Settembre 2020 ore 18:32

Tornano sabato 26 e domenica 27 settembre le Giornate Europee del Patrimonio, iniziativa promossa dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea per valorizzare il patrimonio culturale e artistico in una prospettiva di dialogo comune che coinvolge cinquanta Nazioni. Il tema scelto per l’edizione del 2020 è “Imparare per la vita”. «Si conferma la centralità del patrimonio culturale come eredità comune a tutti i cittadini europei, la cui fruibilità deve essere la più ampia e partecipata possibile – sottolinea l’assessore alla cultura Nadia Ghisalberti –. È attraverso la formazione, l’educazione e la conoscenza che contribuiamo a formare le giovani generazioni. Le Giornate Europee del Patrimonio sono un evento al quale partecipiamo sempre con grande entusiasmo. Inoltre, questa settimana, Bergamo ospita ArtLab 2020, piattaforma indipendente italiana dedicata all’innovazione delle politiche, dei programmi e delle pratiche culturali».

5 foto Sfoglia la gallery

Numerosi gli appuntamenti proposti dalle istituzioni culturali della città. L’Accademia Carrara, che presenterà la programmazione didattica annuale dedicata a scuole e famiglie con una due giorni di visite in presenza, laboratori on-line e percorsi guidati. L’Orto Botanico proporrà, oltre a una mostra fotografica di Pina Inferrera e una conferenza sulle virtù e i rischi del tabacco, la terza edizione di Zone Digitali: un intreccio tra mondo vegetale, installazioni luminose e musica sperimentale che condurrà alla scoperta notturna del fototropismo. La GAMeC presenterà invece una visita guidata tra Piazza Vecchia e la mostra di Daniel Buren a Palazzo della Ragione, mentre il Museo delle Storie continua il progetto di valorizzazione delle Mura, patrimonio Unesco. Anche i musei civici prenderanno parte alla due giorni, organizzando visite guidate a tema per approfondire le loro magnifiche collezioni: l’umbone longobardo di Scanzo sarà presente all’Archeologico, mentre al Caffi i visitatori potranno immergersi in un affascinante percorso nella bellezza del nostro pianeta, dai minuscoli artropodi ai maestosi mammiferi.
La partecipazione agli eventi e alle attività è gratuita, salvo dove diversamente indicato.
La fruizione degli eventi avverrà nel rispetto delle norme anti-Covid indicate dall’ente organizzatore.

Di seguito il programma delle iniziative:

SABATO 26 SETTEMBRE

Accademia Carrara (alle 15 e alle 16)
La Carrara Educazione. Più arte per tutti: presentazione delle attività educative della Carrara attraverso visite guidate, laboratori e percorsi guidati in presenza e on-line per insegnanti, educatori e famiglie. Prenotazione obbligatoria a servizieducativi@lacarrara.it, o al numero 339. 2419828 (massimo 10 partecipanti per ogni attività). L’evento è in programma anche domenica 27 settembre alle 10, alle 11 e alle 15.30.

Civico Museo Archeologico (alle 17.30)
Archeologia e scienza sotto i riflettori, sei storie per l’estate: uno scudo longobardo: breve visita guidata a piccoli gruppi per adulti Protagonista dell’approfondimento è l’umbone di Scanzo, scudo da parata longobardo e importante reperto del nostro patrimonio. Non è necessario prenotarsi, ma è consentito un numero massimo di 20 partecipanti, che saranno suddivisi in 4 gruppi da 5 partecipanti. Il costo d’ingresso al museo è di 3 euro. L’iniziativa si svolgerà anche domenica 27 settembre.

Museo delle storie di Bergamo (alle 17.30)
Fortezze veneziane della terraferma occidentale nel Cinquecento: conferenza per adulti. Alessandro Brodini, dell’Università degli Studi di Firenze, parlerà delle Fortezze veneziane del Cinquecento. Introduce Monica Resmini, Museo delle storie di Bergamo. Prenotazione obbligatoria: ticketlandia (www.ticketlandia.com/m/event/fortezze-veneziane-della-terraferma-occidentale). Massimo 40 partecipanti.

GAMeC (Palazzo della Ragione, Sala delle Capriate, Piazza Vecchia, alle 18)
“Imparare per la vita. storie di luoghi e linguaggi”: visita guidata in Piazza Vecchia e alla mostra di Daniel Buren (per adulti). Prenotazione obbligatoria: visiteguidate@gamec.it (massimo 15 partecipanti). Costo 5 euro (pagamento tramite bancomat o carta di credito entro mercoledì 23 settembre presso gli uffici GAMeC – lunedì-venerdì, ore 9-13 e 14-18). L’attività sarà attivata con un minimo di 10 partecipanti.

Orto Botanico di Bergamo Lorenzo Rota (Sezione di Città Alta “Una Finestra sul Paesaggio”, Scaletta di Colle Aperto, dalle 20.30 alle 23.30)
“Zone Digitali 2020. Augmented nature”: un percorso a tappe che fonde la natura con la video arte di Sage Jenson, la musica sperimentale di Idra Sound, e Nature Perpétuelle, l’installazione creata da MiDi in collaborazione con l’Orto Botanico e con Associazione Semifreddo per raccontare uno dei meccanismi più affascinanti della natura, il fototropismo. Prenotazione obbligatoria: eventbrite (https://zd2020.eventbrite.it). Massimo 80 partecipanti.
Nella Sala Viscontea (Passaggio Torre Adalberto) verrà allestita la mostra di Pina Inferrera FRAGILE, maneggiare con cura; dodici immagini di soggetti ripresi in acque stagnanti e riferite alla delicatezza e all’impalpabilità degli equilibri che regolano il rapporto nell’ambiente naturale. La mostra è visitabile sabato 26 (dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 23.30) e domenica 27 settembre (dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18). Ingresso gratuito (consentita la presenza in sala di massimo 10 visitatori contemporaneamente).

DOMENICA 27 SETTEMBRE

Museo Civico di Scienze Naturali Enrico Caffi (dalle 15.00 alle 16.30)
“Conoscere la biodiversità per tutelarla”: attività guidata nelle sale di esposizione e nello ZooLab per famiglie e bambini dai 6 anni. Prenotazione obbligatoria: adn@museoscienzebergamo.it. Il costo di ingresso al museo è di 3 euro.

Orto Botanico di Bergamo Lorenzo Rota (Sezione di Astino “Valle della Biodiversità”, via Astino dalle 16.30 alle 17.30)
“Una pianta in fumo: il tabacco, dalla pianta al mozzicone”: visita guidata per tutti a cura di Clara Mangili, naturalista e collaboratrice dell’Orto Botanico. La storia, le virtù e i rischi associati al consumo di tabacco. Non è necessario prenotarsi, ma è consentito un numero massimo di 50 partecipanti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia