Su consiglio del Telegraph

Venticinque posti da vedere almeno una volta nella vita

Venticinque posti da vedere almeno una volta nella vita
29 Luglio 2015 ore 04:30

Pensiamo a quante volte ci siamo trovati ad esclamare: «Prima di morire quella cosa la devo fare/vedere!». Ci sono luoghi che solo per l’aura misteriosa e per le bellezze paesaggistiche che li contraddistinguono meritano di essere esplorati almeno per una volta nella vita. I giornalisti responsabili della sezione viaggi del Telegraph, lo storico quotidiano britannico nato a fine Ottocento, si sono divertiti a stilare una lista di quelle che secondo loro sono le 25 cose da fare e ammirare almeno per una volta nella nostra esistenza.

 

1) Ammirare l’aurora boreale

Vedere splendidi effetti ottici che si caratterizzano per forme varie e di una gamma di colori che spaziano tra il rosso, il verde e l’azzurro. Tale fenomeno è visibile principalmente nelle zone polari oppure in Scozia e nella Penisola Scandinava.

 

2) Fare un viaggio nelle Galapagos

Arcipelago di 13 isole vulcaniche appartenenti all’Ecuador, che deve la sua particolarità alle moltissime specie di animali selvatici, popolanti l’area, che ispirarono Darwin nella sua teoria dell’evoluzione della specie.

 

3) Raggiungere il Macchu Picchu

Letteralmente “la vecchia montagna” è un massiccio situato in territorio peruviano dove si trova un complesso archeologico inca scoperto ad inizio del Novecento.

 

4) Perdersi tra gli alberi del New England

È il colore delle foglie degli alberi del New England, soprattutto nel New Hampshire, che ha conquistato gli inviati del Telegraph. In autunno infatti è un paradiso cromatico fatto di un incrocio continuo di gialli, rossi e marroni.

 

5) Essere risucchiati dal paesaggio della Patagonia

900mila chilometri quadrati tra l’Argentina e il Cile. L’alternarsi di pianure, steppe e altopiani ha dato all’area un aspetto meraviglioso e particolare.

 

6) Perdersi nell’Amazzonia 

Affermazione più o meno condivisibile, perché se è pur vero che nello smarrirsi all’interno dell’area boscosa sudamericana di circa 5,5 chilometri quadrati c’è la possibilità di imbattersi in specie animali rarissime e variopinte, dall’altra i pericoli, magari causati proprio dalla flora e dalla fauna del posto, sono moltissimi.

 

7) Scoprire il tempio di Angkor Wat

Tempio khmer fato costruire in Cambogia all’inizio del XII secolo come mausoleo. Con la sua forma rettangolare, occupa una superficie molto ampia all’interno di un fossato tanto da essere il luogo religioso più vasto al mondo (circa 2 milioni metri quadrati).

 

8) Gli animali della pianura di Serengeti

La pianura di Serengeti, con i suoi 30mila chilometri quadrati di prateria, sita tra il Kenya e la Tanzania, ospita un vastissimo numero di felini, gnu, gazzelle, antilopi e zebre, ed ha al suo interno diversi Parchi Nazionali.

 

9) Avvistare le balene

Secondo il giornalista Mark Cawardine, «la prima balena non si scorda mai: io la avvistai nel 1979 in California».

 

10) Meravigliarsi di fronte al Taj Mahal

Il mausoleo indiano, fatto costruire nel 1632, dal 1983 fa parte dei patrimoni dell’UNESCO e dal 2007 è uno delle sette nuove meraviglie del mondo. Insomma, vale la pena andare a vederlo.

 

11) Piangere di fronte al Grand Canyon

La giornalista Pamela Petro è convinta che la grande gola scavata nelle rocce dell’Arizona dal fiume Colorado «non ti sovrasta, non ti mangia. Ma forse ti farà piangere».

 

12) Vedere la natura nel delta dell’Okavango

Se avete in mente il classico Disney Il Re Leone, sappiate che un’atmosfera così celestiale di mix tra flora e fauna africana è possibile vederla soltanto costeggiando l’Okavango, uno dei fiumi più lunghi di tutto il continente nero.

 

13) Fare trekking sull’Himalaya

Le vette più alte del mondo, dall’Everest al K2, meritano di essere non solo viste, ma addirittura scalate.

 

14) Immergersi tra la Grande Barriera Corallina

Oltre 2.900 barriere di corallo singole e 900 isole formano una struttura visibile persino dallo spazio, situata al largo delle coste dell’Australia nord-orientale.

 

15) Guardare il tramonto a Bagan

La città si trova in Birmania e ospita anch’essa una dei più antichi siti archeologici del mondo ma, a differenza degli altri, non ha turisti e visitatori che la popolano, dandole una spettrale aurea di mistero.

 

16) Scappare in Antartide

Vedere in una delle aree più fredde e ghiacciate del mondo un possibile rifugio non è cosa di tutti i giorni, ma la giornalista Joanna Symons spiega bene la sua scelta: «È accessibile solo da novembre a marzo, e non ha città, non ha villaggi, ma solo un enorme superficie di ghiaccio. Anche chi capita da queste parti a bordo di una nave da crociera può avvertirne la solitudine e la sensazione di vuoto».

 

17) Ammirare i giardini di Kyoto

Vale quello detto per gli alberi del New England con la differenza che i fiori delle aree verdi della città nipponica hanno secondo tradizione dei poteri calmanti sullo spirito.

 

18) Percorrere una delle Highway americane

Che sia su una motocicletta o a bordo di un auto decappottabile poco importa: sbrigatevi per rifare la medesima esperienza di Kerouac o degli ACDC.

 

19) Godersi il panorama delle Great Ocean Roads

Vicino a Melbourne si trova quest’area perfetta per gli amanti del surf e di chi ha voglia di sfidare faccia a faccia l’infinito. Imperdibili i faraglioni denominati Dodici Apostoli che scandiscono la zona a sud dello stato di Victoria.

 

20) Passeggiare sulla Muraglia cinese

Lunga quasi 9mila chilometri fa parte delle sette meraviglie del mondo moderno. Camminarci sopra, come facevano i soldati durante i tempi splendenti dell’Impero cinese, dev’essere un’esperienza unica.

 

21) Vedere le statue dell’isola di Pasqua

Sull’isola cilena di Rapa Nui, sita nell’Oceano Pacifico, sono presenti oltre 600 Moai, statue a forma di testa con altezza variabile (raggiungono fino ai 10 metri), la loro costruzione è stata attribuita ai polinesiani e datata intorno al 1000 d.C.

 

22) Visitare la Terra Santa

Nazareth, Betlemme, Gerusalemme, il lago di Tiberiade o Cafarnao sono solo alcuni dei luoghi dove ha vissuto Gesù con i suoi discepoli. Non solo per i cristiani, ma anche per gli Ebrei queste sono aree sante in cui, e per cui, pregare quotidianamente.

 

23) Vedere da vicino gli animali della Namibia

È uno degli Stati dove gli animali, leoni, zebre, giraffe e tigri, sono fotografabili da parecchio vicino.

 

24) Esplorare le terre dell’Artide

Anche in questo caso la ricerca della pace e della tranquillità ha sopraffatto i giornalisti del Telegraph, disposti ad un viaggio tra le terre più fredde del pianeta pur di avere un po’ di serenità.

 

25) Percorrere la via della seta

Camminare lungo il reticolo stradale che collegava l’Impero Cinese con quello Romano, lungo una rete di vie di oltre 8.000 chilometri. Le carovane di mercanti percorrevano per vendere la loro merce queste strade, permettendo così una florida attività commerciale ed un ricco scambio culturale tra due mondi così lontani tra loro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia