7 idee economiche per rinnovare l’arredamento della casa

7 idee economiche per rinnovare l’arredamento della casa
Idee & Consigli 14 Gennaio 2021 ore 07:01

Se si sente la necessità di dare un nuovo aspetto alla propria zona comfort, per godere di ogni spazio della casa, si consiglia di iniziare con il rinnovo dell’arredamento.
Di seguito verranno fornite alcune idee economiche ma sfiziose per rinnovare e rendere la casa un luogo nuovo e particolare, prestando attenzione a ogni piccolo dettaglio e sfruttando al meglio tutti gli accessori già in proprio possesso.

A prescindere dalle tendenze top nel mondo della decorazione, non c’è niente di meglio che iniziare il 2021 con una casa rinnovata, fresca e moderna, senza bisogno di cambiamenti estremi. Se si vogliono apportare alcune modifiche in soggiorno, cucina, camera da letto o bagno, è possibile realizzarle con semplici passaggi che permetteranno di organizzare in modo funzionale la casa e darle un tocco moderno, semplicemente cambiando la posizione dei mobili o le disposizione di alcune lampade, per creare effetti o giochi di luce.

Ecco 7 semplici idee per rinnovare in modo economico l’arredamento della casa.

1. Eliminare ciò che non è indispensabile

Eseguire una pulizia profonda è il primo passo per rinnovare l’arredamento di una casa: eliminare tutto ciò che non serve o che non si usa e riordinare ciò che si ha, dai mobili agli elementi decorativi. In questo modo, si può pensare a nuovi modi per organizzare gli spazi e vedere quali nuovi elementi possono essere incorporati.
L’essenziale per un arredamento semplice ma confortevole.

2. Distribuzione strategica dei mobili

La distribuzione dei mobili è un’altra chiave fondamentale per rinnovare una casa, poiché genera nuove prospettive di spazio. Si può sperimentare spostando i mobili fino a trovare una sistemazione funzionale, o semplicemente spostare alcuni elementi decorativi e rendere la casa totalmente diversa, senza l’introduzione di nuovi elementi. La giusta disposizione della mobilia permette di arredare con gusto.

3. Rinnovare mobili in legno

Se si preferiscono i mobili in legno per il proprio arredamento, esistono molti modi per rinnovarli e renderli come nuovi. Il legno è un materiale che annovera tra i suoi vantaggi una lunga durata nel tempo, ecco perché mobili di questo genere rappresentano un vero e proprio gioiello per chi ama un arredamento classico e, allo stesso tempo, moderno.

Per trasformare i mobili in legno esistono tanti prodotti in commercio con i quali è possibile verniciarli, cerarli o semplicemente cambiarne il colore. Si può anche optare per una finitura trasparente, un’altra eccellente opzione per evidenziare la naturalezza del legno, e che farà di una casa un luogo accogliente.

Ancora, si può ottenere un effetto invecchiato se si applica una mano di vernice diluita in acqua sui mobili e si lascia asciugare.
Il legno è un elemento casual-chic per un arredamento senza tempo.

4. Comfort in uno stile moderno

Ispirazione e idee possono diventare realtà rispecchiando i gusti personali in un design moderno e trasformando un arredamento classico con semplici trucchi: applicare un tono bianco alle pareti del salotto, ad esempio, donerà una sensazione di calma e tranquillità. Oppure, modificare le maniglie delle porte e parti della loro struttura, sostituendo l’ottone o altri materiali pesanti con legno o acciaio colorato, doneranno alla mobilia un aspetto fresco e moderno.

Si possono cambiare anche i mobili della sala da pranzo o della cucina, semplicemente disponendoli in una posizione differente dall’originale, o dando un tocco personale, come un colore più acceso o più caldo ai mobili o alle pareti delle stanze o, ancora, adottando cambiamenti cromatici, per esempio optando per una tappezzeria liscia o stampata che rompe la monotonia.
Lo stile moderno crea un arredamento che non passa mai di moda.

5. Cambiare i tendaggi per rinnovare l’arredamento

Le tende sono uno di quei pezzi tradizionali nella decorazione della casa che danno la possibilità di essere creativi e originali. Esistono molti modelli di tendaggi, anche economici, che possono fornire funzionalità e bellezza alle finestre, svolgendo la loro funzione di privacy o di ingresso della luce naturale.

Se si vuole far sembrare più spaziosa una stanza, si consiglia di usare una tenda che copra l’intera parete: invece di scegliere la larghezza della tenda in base alla finestra, la chiave è fare riferimento alla misurazione della larghezza totale della parete, in modo che il tendaggio la copra nella sua interezza.

Anche il tipo di tessuto utilizzato è fondamentale per creare un’atmosfera più sana, dove la quantità di luce naturale è giusta per ogni stanza. La prima premessa da considerare è l’orientamento della stanza, in modo da poter conoscere la quantità di luce naturale che è necessario filtrare: per spazi scarsamente illuminati, è ideale posizionare tende traslucide, tipo visillo: organza, voile, mussola. Questi tessuti leggeri e vaporosi consentono di far passare molta luce solare e sono perfetti per stanze spaziose come il soggiorno.

Invece, le stanze esposte a sud e quindi alla luce solare diretta per diverse ore, hanno bisogno di tende con tessuti più spessi come lino o loneta. Per regolare il passaggio della luce naturale durante il giorno, un’opzione di successo è la doppia tenda. In tal caso, è consigliabile scegliere un tessuto più vaporoso per la tenda di base, che semplicemente setaccia la luce lasciando entrare la chiarezza. Per la tenda superiore, i tessuti più adatti sono quelli che bloccano completamente l’ingresso di luce, e quindi con uno spessore maggiore: quest’ultimo sistema è molto utile per stanze in cui si ricerca privacy, come le camere da letto, ma senza rinunciare alla luminosità durante il giorno e all’oscurità di notte.

Se si vuole che i soffitti delle stanze sembrino più alti, le tende possono essere ottime alleate per ottenere altezza visiva. Il trucco è giocare con la lunghezza della tenda: se si lasciano le tende con 10 cm di tessuto extra sul pavimento, si avrà la sensazione che il soffitto sia molto più alto. Inoltre, la caduta del tessuto, producendo questa delicata ruga, porterà personalità e bellezza alla stanza.

Infine, la decorazione della stanza (tappezzeria, cuscini o tono della parete) determinerà la gamma predominante, il colore ideale per le tende ma soprattutto il bastone portante e i ganci (https://www.esconti.it/ganci-per-tende). Se vi sono dubbi sulla scelta del tono giusto, con i colori neutri non si sbaglia mai. Attenzione, però: non tutti i colori riflettono la stessa quantità di luce. Quindi, se una stanza è poco illuminata, il colore migliore è il bianco, che espande la chiarezza e crea una sensazione di maggiore ampiezza.

6. Piante per un ambiente minimalista e chic

Le piante sono un elemento che dona vita ad ogni spazio. Possono essere posizionate in soggiorno, cucina, camera da letto o bagno, per rinnovare l’aspetto della casa e dare un tocco fresco agli ambienti. Se non si ha tempo per la loro cura, si può optare per la scelta di piante facili da curare, come cactus e piante grasse.

7. Tappeti per arricchire l’arredamento

Molte volte non si tiene conto di un elemento chiave nell’arredamento che è il pavimento di una casa. Se non è possibile cambiare completamente il pavimento, è possibile aggiungere di tutto, dai tappeti ai fogli di legno e marmo per dargli un tocco diverso, più fresco e raffinato.

Insomma, è possibile potenziare gli arredi di una casa con un audace progetto di ristrutturazione, utilizzando gli elementi più versatili nell’arredamento ma senza costosi investimenti.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli