Menu
Cerca

Guida alla selezione del casco moto: quale acquistare e perché

Guida alla selezione del casco moto: quale acquistare e perché
Idee & Consigli 29 Marzo 2021 ore 07:00

È l’elemento dell’abbigliamento moto su cui si concentra maggiormente l’attenzione del centauro, perché fondamentale sul piano della sicurezza e del comfort, ma anche su quello dello stile. Il casco moto è una scelta delicata e considerate le numerose alternative offerte dal mercato è difficile orientarsi. Quali sono i criteri per fare la scelta giusta per le proprie esigenze? 

Le tante proposte che affollano gli store digitali specializzati lasciano qualche dubbio su quale sia il casco che meglio s’adatta alle proprie necessità. Il primo passaggio da compiere è analizzare le effettive condizioni di utilizzo. Sulla scorta di queste informazioni andrà individuata la tipologia di casco. I modelli jet sono concepiti per chi si sposta nelle cornici urbane, soprattutto nei mesi più caldi. 

Prendendo in considerazione i prodotti jet e demi-jet, possiamo tranquillamente impiegarli anche durante viaggi di media o breve percorrenza. Sono infatti disponibili sul mercato caschi con lunghe visiere protettive e possibilità di integrare il sistema di interfono Bluetooth (una risorsa davvero preziosa per affrontare in compagnia le ore passate in sella). 

Chi pone la protezione come principale parametro di indirizzo dell’acquisto trova nel casco moto integrale una delle migliori soluzioni. Scegliendo prodotti di qualità, alla tutela del motociclista s’aggiungono comfort (grazie a materiali particolarmente leggeri che ne riducono notevolmente il peso), sorprendenti capacità aerodinamiche ed isolamento dall’esterno. 

Approfittando di caschi integrali, il centauro può contare su eccellenti prestazioni, quelle di cui vanno alla ricerca quanti amano le emozioni della pista. Nella gamma delle proposte non andrebbero trascurati neppure i caschi modulari con mentoniera apribile. Queste prerogative devono essere attestate dalla doppia omologazione P/J. 

Hanno un profilo tecnico contraddistinto dalla versatilità, perché possono adattarsi senza difficoltà a un uso in ambito turistico e in città. Sfruttando la doppia omologazione, è consentito l’utilizzo con la mentoniera alzata, assomigliando così a un modello jet, e abbassata (per fornire più protezione e isolamento). 

Conclusa l’analisi delle tipologie di casco, restano ancora da valutare ulteriori criteri. Quali? Anzitutto la taglia, facendo eventualmente attenzione allo spazio per le astine degli occhiali. Meglio scegliere modelli che dispongono di un buon livello di ventilazione, utile sia nei mesi estivi per gestire la calura, sia in quelli invernali per evitare il fastidioso fenomeno dell’appannamento. 

Tante le opzioni per quello che riguarda lo stile, incluso il casco vintage. In merito al comfort, va valutato anche il materiale della calotta, la fibra è la soluzione più efficace. Anche i dettagli contano e quindi vanno considerati i sistemi di chiusura (è preferibile adottare sistemi a doppio anello) e colore. Le tonalità sgargianti concorrono all’incremento della visibilità. Un elemento in più a favore della sicurezza. 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli