Bere bene

Al concorso del Consorzio Valcalepio trionfano due vini da Friuli e Australia

Il premio più prestigioso è stato assegnato al Jaraman Cabernet Sauvignon 2017 a pari merito con il Tato 2013 di Gradisca d’Isonzo

Al concorso del Consorzio Valcalepio trionfano due vini da Friuli e Australia
24 Ottobre 2020 ore 08:30

La situazione sanitaria internazionale non è tranquilla, ma il Consorzio Valcalepio ha lanciato un  messaggio positivo organizzando anche quest’anno il concorso enologico internazionale  “Emozioni dal Mondo: Merlot e Cabernet insieme”, sedicesima edizione, nella sua formula tradizionale che lo ha reso vincente e noto al grande pubblico, mettendo alla ribalta il  nostro Valcalepio rosso (formato appunto dall’uvaggio di Merlot e Cabernet), che si è confrontato con campioni giunti a Bergamo da mezzo mondo. Esattamente sono 12 i Paesi dai quali sono arrivati al concorso un totale di 154 vini: Argentina, Australia, Austria, Brasile, Croazia, Francia, Germania, Italia, Moldavia, Romania, Serbia e Slovenia. I degustatori chiamati a giudicare sono stati 40 provenienti da 13 Paesi: Colombia, Giappone, Italia, Moldavia, Polonia, Romania, Serbia, Slovenia, Sud Corea, Spagna, Svizzera, Svezia e Usa.

2 foto Sfoglia la gallery

Alla fine a spuntarla sono stati due vini, uno australiano e uno italiano, che si sono aggiudicati il miglior punteggio (oltre 93 su 100) a pari merito e quindi la Gran Medaglia d’oro. Il premio più prestigioso è stato assegnato al Jaraman Cabernet Sauvignon 2017 prodotto da Wakefield Tylors Wines nella Clare Valley australiana. A pari merito il friulano “Tato 2013”, un taglio bordolese Igt  prodotto dalla azienda Sant’Elena srl di Gradisca d’Isonzo. Sono state 45 le Medaglie d’oro assegnate (punteggio tra 85 e 92/100). Di queste, undici sono bergamasche: due medaglie a Magri Sereno di Scanzorosciate per il Valcalepio Rosso 2018 e Valcalepio Rosso Riserva 2015; tre medaglie alla Tenuta Castello degli Angeli per il Merlot 2015 e due diversi Valcalepio Rosso 2015; La Rovere di Torre de’ Roveri una medaglia per Valcalepio Rosso 2016; Tallarini di Gandosso una medaglia per Igt Valcalepio Rosso 2013; La Rocchetta di Villongo una medaglia per Valcalepio Rosso 2015; La Tosca di Pontida per Valcalepio Rosso Riserva 2015; Medolago Albani per Valcalepio Rosso Riserva 2016; Celinate di Scanzorosciate per Igt Merlot 2019.

Articolo completo a pag. 22 di PrimaBergamo in edicola fino a giovedì 29 ottobre, o qui in edizione digitale

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia