Filiera bio

Anche un vino bergamasco tra i segnalati alla rassegna nazionale dei vini biologici

Nella categoria "Selezione Vini Rosati", entra il Bergamasca Igt Franconia 2022 Elegia di Oikos Coop Soc. di Villa d'Almè

Anche un vino bergamasco tra i segnalati alla rassegna nazionale dei vini biologici
Pubblicato:

Si è conclusa con successo, lo scorso 8 giugno a Rispescia (Grosseto) la trentaduesima edizione della rassegna-degustazione nazionale dei vini biologici e biodinamici di Legambiente, che ha visto tra i premiati anche una realtà bergamasca.

Alla rassegna hanno partecipato 296 vini da 19 regioni, dai quali sono state segnalate 33 etichette. La Lombardia ha incassato la segnalazione di tre vini importanti, prodotti con filiera biologica: tra questi, nella categoria "Selezione Vini Rosati", entra il Bergamasca Igt Franconia 2022 Elegia di Oikos Coop Soc. di Villa d'Almè.

Gli altri due vini lombardi segnalati si trovano nel Bresciano: per i "Rossi Affinati" il Curtefranca Doc 2020 della Azienda Agricola Ricci Curbastro G. & Figli ss. di Capriolo, mentre per gli spumanti ha raggiunto la selezione il Riviera del Garda Classico Doc spumante rosé brut millesimato 2022 Valzer de L'Ulif di Polpenazze a Garda.

Anche la targa "Sostenibilità 2024" in provincia di Brescia: assegnata a Barone Pizzini Soc. Agr. di Provaglio d'Iseo, come azienda che si è distinta per la sostenibilità ambientale del processo produttivo "dal campo alla tavola".

«Ci auguriamo che sempre più produttori seguano l’esempio delle aziende che già promuovono l’agroecologia nella regione - commenta Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia -. La Lombardia ha bisogno di imboccare la strada dell’agricoltura di qualità in tutti i settori, valorizzando così le caratteristiche dei territori e proteggendo la biodiversità».

Commenti
Remigio Jadoul

Non so chi sia Ennio de Giorgi ma sono in profondo disaccordo col suo giudizio!!!

Fabio

Se uno dei suoi vini è stato riconosciuto a livello nazionale ne ha fatta di strada invece...

Ennio de giorgi

Sarà anche bio il vino di Oikos ma ne deve fare di strada per diventare di livello accettabile.

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali