"cruelty free"

Edonè, due giorni oltre la carne: c’è il festival vegano LiveGreen

Cibo 100% vegetale, mercatino, intrattenimento, focus su scelte di vita sostenibili, rispettose degli animali e dell’ambiente

Edonè, due giorni oltre la carne: c’è il festival vegano LiveGreen
Mangiar bene Bergamo, 04 Settembre 2021 ore 01:05

Per un luogo che ha fatto degli hamburger la fetta portante del suo menù è una sfida non da poco. Ma Edonè non ha mai nascosto una sensibilità particolare per tutto ciò che concerne etica e consapevolezza, quindi lo svolgimento del primo festival vegan di un certo peso, sabato 4 e domenica 5 settembre in città, non poteva avere cornice migliore.

Si chiama LiveGreen, è un evento co-organizzato dall'associazione Essere Animali e da Nutopia e sarà uno spazio di informazione e approfondimenti, cibo 100% vegetale, mercatino e intrattenimento. Attenzione: tutto il menù di Edonè sarà green, cioè senza prodotti di origine animale, anche i popolari burger di carne (grazie alla collaborazione con Beyond Meat).

La manifestazione nasce con lo scopo di promuovere scelte di vita sostenibili, rispettose degli animali e dell’ambiente: per questo l’area market ospiterà numerosi stand di espositori, da aziende bio-cruelty-free alle più importanti associazioni per i diritti animali.

Ricco il programma di conferenze e workshop di cucina. Le tematiche affrontate spazieranno dall’insostenibilità degli allevamenti intensivi e dalle loro problematiche anche in campo filosofico, all’alimentazione vegana applicata allo sport, Fino ad includere dimostrazioni di cucina con rinomati chef. Info: livegreenfest.it.

«LiveGreen è un invito a conoscere le scelte quotidiane che possono fare la differenza per salvare gli animali e il pianeta. Ognuno di noi può essere artefice di un cambiamento», afferma l’associazione Essere Animali, da anni impegnata a sensibilizzare le persone e a promuovere la scelta vegan. Il festival è alla sua seconda edizione; la prima si è svolta a Brescia ed è stato un successo. «Negli ultimi anni sono aumentati notevolmente interesse e consapevolezza rispetto alle problematiche legate al consumo di carne e all’allevamento intensivo degli animali - spiega Franz Barcella - e per questi motivi non poteva mancare in Edonè un evento volto a stimolare un cambiamento culturale e a dare un messaggio positivo».

Ci sono anche dei concerti. Sabato 4, per Lucine Festival (ne parliamo nel box a lato), suonano Iside e Sethu alle 21. Domenica c’è, in concomitanza con LiveGreen, il Festival delle Giovani Etichette: sul palco Shelt (18.35), René / Jamila (19.20), Amati / Teo Wise (20.05), Visconti (20.50), Sit (21.10), Claudia Buzzetti (21.55), Viboras (22.40), Tamé (23.15).

Due parole in più sulle conferenze. Oggi, sabato. alle 15.30 “La colazione del campione (goloso)” con Giulia Giunta chef della FunnyVeg Accademy. È composta da porridge al cioccolato, micro pancake e composta di frutta ai semi di chia. Con tanto di assaggio. Alle 17 “L’insostenibilità degli allevamenti intensivi” con Francesco De Augustinis, giornalista freelance autore di importanti video-inchieste e collaboratore del Corriere della Sera e di quotidiani italiani e internazionali. Esiste un collegamento tra il disboscamento in Amazzonia, la produzione di soia e i maxi allevamenti in Europa? Pare proprio di sì. Alle 18.30 “10 anni di Essere Animali: traguardi raggiunti e obiettivi per il futuro”, con Claudio Pomo, co-fondatore e Responsabile Sviluppo di Essere Animali.

Domenica, alle 14, “Maltrattamenti sugli animali a processo”. Intervengono Francesco Ceccarelli, Responsabile Investigazioni, e Alessandro Ricciuti, avvocato di Essere Animali. Alle 15.30 “Antipasti e primi piatti da urlo”, sfida tra i due chef Gianluca Ronchi e Tadzio Pederzolli. Alle 17 “Essere Virus” con il filosofo Leonardo Caffo. Alle 18.15 “Vegan & Sport: una sfida con se stessi” con Alberto Persichilli.