Summer Revolution

Grande inizio di settembre tra piazzale Alpini e Spazio Polaresco

Un fine settimana con Venerus, Davide Zilli e i Ridillo in centro. Proposta culinaria toscana all’insegna di Fiorentina e cinghiale. Allo Spazio Polaresco riflettori puntati su Omar Pedrini, Mellow Mood, Otu e Sonars. Si mangia spagnolo: ci sono paella e sangria

Grande inizio di settembre tra piazzale Alpini e Spazio Polaresco
Musica Bergamo, 03 Settembre 2021 ore 02:19

Un inizio di settembre davvero niente male in città con la Summer Revolution di Bergamo1000 (piazzale Alpini) e Spazio Polaresco, che per questo weekend sfodera un poker d’assi. A inaugurare il weekend Venerus, astro nascente della musica italiana, sul palco di Piazzale degli Alpini stasera. Domani riflettori puntati su Davide Zilli e i Jazzabestia. Infine, domenica 5 settembre protagonisti i Ridillo, la storica funky band italiana che quest’anno festeggia i 30 anni di carriera.

A Longuelo saranno invece ospiti sul palco stasera i Mellow Mood. Attesissimo il live di Omar Pedrini domani. Domenica si chiude con due gruppi locali, gli Otu e i Sonars.

4 foto Sfoglia la gallery

La musica si accompagna al buon cibo, naturalmente. Al Polaresco si va di cucina iberica con sua maestà la paella, innaffiata da fiumi di sangria e accompagnata da tanti altri piatti (con la pinsa sempre presente). In piazzale Alpini invece si va di Toscana con la festa del cinghiale e della Fiorentina. Tra gli antipasti ecco la tavolozza per due persone (prosciutto crudo, crostone toscano, finocchiona, pecorino, mozzarella); tra i primi la panzanella (pane, pomodoro, cetrioli, basilico), i pici al sugo di cinghiale, le caserecce pomodoro e rosmarino; tra i secondi, oltre alla Fiorentina, la trippa, la rosticciana alla griglia (costine) con patate alla brace, il salmì di cinghiale con patate fritte.

Ma parliamo di musica. Il weekend del Polaresco inizia a ritmo di reggae con i Mellow Mood. Dopo aver girato il globo partecipando a diversi festival internazionali, quest’anno il duo friulano è in tour in Italia in versione acustica per celebrare davanti al proprio pubblico i 15 anni di carriera. All’attivo hanno 5 album, ultimo dei quali pubblicato lo scorso marzo, “Twinz 2 The World”, dove vengono ripercorsi in una veste sonora i loro ultimi lavori.

Venerus, uno dei nuovi talenti milanesi del cantautorato italiano, sta passando un’estate itinerante. È in tour con il suo album d’esordio “Magica Musica”, da cui è estratto l’ultimo singolo “Appartamento”. Classe ’92 cresciuto tra le strade di San Siro, è riuscito a fondere sonorità soul, R&B ed elettronica. Nel disco collaborano grandi artisti quali Calibro 35, Gemitaiz, Frah Quintale e Rkomi.

Omar Pedrini non ha bisogno di molte presentazioni. Dopo aver celebrato 2019 i 25 anni di carriera con “Viaggio Senza Vento” a suon di sold-out sia nei club che nei festival estivi, ha continuato a suonare anche nel 2020 nonostante l’emergenza Covid-19 in formazione acustica per regalare al suo pubblico altri momenti di grande rock d’autore. A seguito del successo per la ristampa di “Senza Vento”, lo scorso 3 luglio è stato ripubblicato l’emblematico e profetico disco dei Timoria “2020” che presto sarà portato in tour con la band completa, per rifesteggiare un’altra volta un altro importante anniversario. In questo 2021 continua ad esibirsi con il suo show elettroacustico “Dai Timoria ad oggi” insieme a Simone Zoni.

Professore di italiano al mattino, pianista-cantautore di sera, Davide Zilli è senza dubbio uno dei personaggi più eclettici del palinsesto bergamasco della Summer Revolution. Piacentino classe ‘77, Zilli ha portato la sua musica in tutta Europa, pubblicando quest’anno “Italiano all’estero” (Cosmica/Freecom), che anticipa il nuovo album in uscita nei prossimi mesi per l’etichetta Cosmica. Premiato in vari concorsi, tra cui Musicultura nel 2018, ha pubblicato tra il 2010 e il 2015 “Coinquilini” e “Il congiuntivo se ne va”. La sua musica miscela pop e jazz nelle forme più varie, seguendo una linea che va dalla canzone italiana più obliqua e stralunata (Conte, Jannacci) fino ad Elvis Costello e Randy Newman.

Sono infine 30 gli anni (suonati) di carriera per i Ridillo. La band funky pubblica da gennaio, ogni 22 del mese, un nuovo singolo dedicato ai propri fan, i “Ridillovers”. Il loro cocktail soul, jazz, afro-brasil, folk e lounge, tanto per citare le influenze più evidenti, dà vita a un pop raffinato e divertente.