Il video di Atalanta.it

Le prime parole nerazzurre di Muriel

Le prime parole nerazzurre di Muriel
21 Giugno 2019 ore 16:17

Le prime voci sono filtrate dieci giorni fa, circa. Oggi, venerdì 21 giugno, Luis Muriel è un nuovo giocatore dell’Atalanta. Come ci hanno abituati i dirigenti nerazzurri, quando i colpi sono di quelli importanti non c’è tempo da perdere. L’attaccante colombiano, classe 1991, vestirà la maglia numero 9 e dopo essere arrivato a Bergamo ieri, giovedì 20 (presto ha iniziato a circolare una foto del ragazzo a cena al Roof Garden in centro città), oggi è stato accolto a Zingonia dal presidente Antonio Percassi, dall’ad Luca Percassi e da Giovanni Sartori, con cui ha firmato il contratto che lo legherà ai colori nerazzurri da qui ai prossimi anni. Il suo è un acquisto a titolo definitivo di quelli importanti: la Dea, infatti, ha sborsato al Siviglia, società che ne deteneva il cartellino, 18 milioni (15 più 3 di bonus).

 

[Muriel ieri sera a cena al Roof Garden]

 

In un video diffuso dalla società orobica, Muriel si dice molto colpito dall’entusiasmo che gli hanno trasmesso Percassi e l’ambiente atalantino e ha ammesso che il “pressing” del compagno di nazionale Zapata è stato importante nella sua scelta: l’attaccante numero 91, infatti, ha raccontato all’ex Fiorentina quanto si viva bene in città e quanto sia belle e ambiziosa la società nerazzurra. Il talento di Muriel non è certo in dubbio: rapido e veloce, è dotato di un gran dribbling, tanto che, sin da giovane, molti lo hanno paragonato addirittura a Ronaldo, il Fenomeno. In Italia ci è arrivato nel 2010, quando lo acquistò l’Udinese, che lo girò in prestito prima al Granada e poi al Lecce, dove debuttò in Serie A realizzando 7 reti. Dal 2012 al 2015 è rimasto in Friuli, per poi passare alla Samp. Dopo due stagioni in Liguria, la grande occasione col Siviglia, dove però ha faticato ad ambientarsi, tant’è che a gennaio 2019 il club spagnolo lo ha girato in prestito alla Fiorentina, nella quale ha segnato 9 gol in 23 partite in meno di sei mesi.

 

 

In queste settimane, Muriel avrebbe dovuto essere in Brasile con la nazionale colombiana. Purtroppo, però, nella sfida vinta dai Cafeteros (con anche gol di Zapata) contro l’Argentina, il ragazzo ha subito un infortunio al ginocchio che lo ha costretto a dire addio alla competizione. Gli esami medici a cui si è sottoposto non hanno fortunatamente evidenziato gravi problemi e così l’Atalanta ha deciso di affondare comunque il colpo e portarlo a Bergamo, sebbene si prevedano almeno cinque settimane di stop per lui. Appena rientrerà in gruppo, siamo certi che Muriel diventerà uno dei gioielli più preziosi di questa Atalanta da Champions. Il numero 9 a lui affidatogli è una responsabilità non da poco: è da anni che i tifosi nerazzurri non vedono brillare un giocatore con quel numero sulle spalle. Speriamo sia la volta buona.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia