Pensare positivo

Obiettivo Champions: crediamoci ma c'è bisogno di una prova di forza

Obiettivo Champions: crediamoci ma c'è bisogno di una prova di forza
Pensare positivo 19 Aprile 2019 ore 09:01

Niente è perduto: lo dice la classifica, che vede l'Atalanta a soli due punti dal quarto posto attualmente occupato dal Milan. I rossoneri sono a quota 55 punti, la squadra di Gasperini è a 53. Nel mezzo è seduta la Roma a 54, e poi ci sono da tenere in considerazione sempre la Lazio (52) e il Torino (50). Grande bagarre per la Champions League, tutto si deciderà in queste ultime sei giornate di campionato. E lunedì prossimo Gomez e compagni sono chiamati a una prova di forza non indifferente: in programma c'è la sfida contro la seconda della classe.

Ultime uscite. L'Atalanta ci ha provato in tutti i modi nell'ultima giornata, ma non è riuscita a sfondare il muro tirato su dall'Empoli, che è riuscito a portare a casa un punto al termine di una partita a senso unico: 0-0 all'Atleti Azzurri d'Italia, secondo pareggio consecutivo dopo quello (dal sapore completamente diverso) a San Siro contro l'Inter. Nessun gol subito, nessun gol segnato. Un piccolo passo indietro dopo un periodo super, adesso però bisogna fare quadrato e andare avanti, sfruttando tutta la rabbia della mancata vittoria contro la squadra di Andreazzoli per cercare di strappare punti al San Paolo.

4 foto Sfoglia la gallery

Crederci, nonostante tutto. Una partita sicuramente complicata, con l'Atalanta che parte sfavorita, almeno sulla carta: dando un'occhiata alle scommesse sulla Serie A con le quote di William Hill, si vede come i bergamaschi siano sfavoriti per la gara del San Paolo. Quota 4.00 per la squadra di Gasperini, mentre il Napoli è offerto a 1.95 (con il pareggio a 3.70). Nonostante questo, però, i nerazzurri hanno comunque l'opportunità di far bene: il Napoli ha da tempo rinunciato alla corsa scudetto, ora è stato anche eliminato dall'Europa League dall'Arsenal e sostanzialmente non ha più obiettivi per questa stagione, se non quello di non perdere il secondo posto (che, al momento, è comunque al sicuro visto il vantaggio di 7 punti sull'Inter).

L'Atalanta dovrà quindi crederci fino in fondo, mettendo in mostra le qualità evidenziate nel corso di una stagione straordinaria, dove diversi giocatori si sono messi in luce sia da singoli che (soprattutto) da squadra. Incredibile la stagione di Zapata, benissimo i difensori, gli esterni, gli altri attaccanti. Applausi per tutti, ma non è ancora arrivato il momento di fermarsi per fare i complimenti: c'è da combattere per continuare a sognare la Champions League, senza guardare troppo la classifica, almeno per il momento.

Come detto, il Napoli è sicuramente superiore alla squadra di Gasperini. Lo dice la storia recente, lo dice la classifica, lo dicono i numeri. Ma in una singola partita può succedere veramente di tutto, e se l'Atalanta gioca come ha dimostrato di saper fare nel corso di questa annata può mettere in difficoltà chiunque. Come successo nella sfida di Coppa Italia contro la Juventus, l'undici nerazzurro dovrà disputare la gara perfetta per ottenere una vittoria che potrebbe rilanciare in maniera concreta le ambizioni di una squadra che sta regalando parecchie soddisfazioni ai propri tifosi. Nella speranza che riesca a regalarne ancora, da qui a fine stagione.