Dal cibo a...

10 dritte per un 2018 super salutare

10 dritte per un 2018 super salutare
03 Gennaio 2018 ore 09:15

Chi comincia bene è a metà dell’opera. Dunque cosa c’è di meglio che darsi fin da inizio anno a uno stile di vita sano? Occorre non sviare da dieci regole d’oro, facili e che non richiedono grossi sforzi per la loro messa in pratica. Come ogni cosa, anch’esse hanno però la loro esigenza: impongono costanza e perseveranza e vanno seguite quotidianamente. Perché anche la salute ha un suo costo, sicuramente però il miglior speso. L’ordine con cui citiamo i buoni comportamenti è assolutamente casuale. Nessuno è più importante ma tutti insieme fanno sinergia per darci benessere.

 

1) Cosa mangiare

Embed from Getty Images

Partiamo dalla buona tavola, perché rappresenta uno dei piaceri della vita. Meglio dunque che sia anche sana. Mediterranea innanzitutto, con un elevato apporto di frutta e verdura che danno vitamine, fibre, sali minerali e molti altri preziosi principi nutritivi. Se poi si scelgono alimenti bio o non trattati meglio ancora. Mangiare green, dicono gli esperti, serve a alcalinizzare l’organismo, cioè a bilanciare il Ph. Con ulteriori vantaggi perché le verdure, specie se a foglia verde come spinaci, cicoria e catalogna, che sono anche di stagione, ma anche frutti freschi interi e frutti rossi svolgono un effetto anti-infiammatorio. Ricordiamoci che l’infiammazione è alla base dell’insorgenza di molte malattie, anche serie, come i tumori. La stessa funzione lenitiva è effettuata anche dall’olio extravergine di oliva spremuto a freddo e da cibi ricchi di Omega 3 come noci, nocciole, pesce azzurro e semi di lino. Di contro vanno limitati il più possibile i cibi che hanno un effetto opposto per l’organismo, infiammante appunto, tra questi il glutine, il glutammato monosodico cioè l’additivo che è presente in dadi e in preparati granulari per brodo ad esempio, lo zucchero raffinato, lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio e altri dolcificanti artificiali, i cibi fritti e in generale quelli industriali, trattati e confezionati.

 

2) Come mangiare

Embed from Getty Images

Non abbuffarsi; sembra scontato dirlo, ma eccedere nelle porzioni e proporzioni è più facile di quanto si pensi. Dunque gli esperti raccomandano moderazione, specie la sera. Il che significa non fare pasti abbondanti prima di coricarsi e soprattutto fare passare almeno 2-3 ore tra l’ultimo pasto e il momento di andare a letto. Occorre ricordarsi che il pasto principale, quello più ricco, deve essere il pranzo.

 

3) Sale e zucchero

Embed from Getty Images

Non sono due alimenti da sottovalutare. Entrambi richiedono attenzione nelle dosi di assunzione. Per il sale non occorre superare i 5 grammi al giorno, meno di un cucchiaino da caffè, perché questi vanno a sommarsi a quelli già contenuti e nascosti nei cibi. La stessa regola vale per zuccheri e grassi raffinati. Questi ultimi sono ammessi solo se buoni, come quelli contenuti in pesce, frutta secca e nell’olio di oliva crudo ad esempio.

 

4) Nutrizione al seno per i neonati

Embed from Getty Images

Per le giovani mamme, con bebè o bimbi molto piccoli, il consiglio è di proseguire, salvo indicazioni contrarie, l’allattamento al seno almeno fino al sesto mese di vita del bambino. Perché succhiare il latte materno oltre a nutrire in maniera sana e completa, supporta la crescita, irrobustisce le difese immunitarie del bambino, proteggendolo da malattie più tipiche dell’infanzia.

 

5) Idratazione

Embed from Getty Images
Anche l’acqua è un alimento preziosissimo, non bisogna dimenticarselo, tanto che è stata posta alla base della piramide alimentare, come fondamento del benessere dell’organismo. Gli esperti raccomandano di bere almeno 30 ml di acqua al giorno per chilo di peso corporeo. Ciò significa che se si pesa 50 chili, l’organismo ha sete di almeno 1 litro e mezzo di acqua.

 

6) Via i vizi

Embed from Getty Images

Sono alcune nostre abitudini che proprio non ci fanno bene e che dobbiamo imparare a controllare e padroneggiare. La prima è il fumo: non andrebbe solo ridotto, ma eliminato al 100 per cento. Vale la pena provare a smettere nel 2018, e nel caso il compito sia troppo arduo, è possibile rivolgersi a centri specifici antifumo da cui ricevere il giusto supporto e indicazione terapeutica. Occorre anche non eccedere con caffeina, teina e derivati, che non è un buon binomio con il fumo, limitando anche zuccheri e dolcificanti troppo spesso, in quantità e frequenza, in coppia con il caffè o altre bevande di uso comune.

 

7) Fare sport

Embed from Getty Images
Ci vuole dell’esercizio fisico a dare vitalità alle nostre giornate. Almeno 30 minuti quotidiani di moto sono il toccasana richiesto, scelto tra le attività che più ci piacciono come marcia, corsa, ballo, aerobica o palestra e che dunque, funzionano e agiscono meglio sull’organismo. Perché l’attività fisica muove efficacemente il corpo, mettendo in circolo le tossine che vengono così smaltite. Lo sport contribuisce a ridurre l’eccesso di cortisolo dovuto allo stress che abbassa le difese immunitarie. Lo sport aerobico potrebbe essere affiancato anche da sedute di yoga che può rilassare il corpo con effetti benefici anche sulla mente.

 

8) Prendersi cura del respiro

Embed from Getty Images

Incamerare cioè aria in maniera profonda e ritmica. Ciò aiuterà a migliorare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. È difficile respirare profondamente se si è stressati, dunque se i respiri si avvertono superficiali, dicono gli esperti, è bene cercare/imporsi di regolarizzare la respirazione. In questo modo verrà stimolato anche il sistema nervoso parasimpatico a favore di un automatico relax.

 

9) Aprire la mente

Embed from Getty Images

Che non significa solo avere larghe vedute, ma concentrarsi soprattutto su pensieri postivi, esercitando il cervello ad allontanarsi dal borbottio interno dei pensieri tristi o negativi. I quali stimolano anche i fattori infiammatori che, come detto, non fanno affatto bene alla salute.

 

10) Il buon riposo

Embed from Getty Images
A fine giornata, quello che ci vuole è una sana e bella dormita. La raccomandazione è di andare a letto presto, evitando tv e computer prima di dormire perché la luce dello schermo interferisce con la produzione di melatonina. Quindi, dopo avere spento ogni schermo, il consiglio è di crearsi un rituale del buon riposo: fare un bagno rilassante ad esempio, leggere un buon libro, ascoltare della musica soft. Ogni cosa che possa predisporre alla ‘qualità’ del risposo, all’insegna del completo rilassamento.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia