UN PROGETTO DELLA SAMSUNG

Arriva la smart bike:sicurezza dei ciclisti in primis

Arriva la smart bike:sicurezza dei ciclisti in primis
27 Giugno 2014 ore 18:40

Durante la Milano Design Week 2014 è stata presentata l’ultima trovata di Samsung: la smart bike. Il progetto è nato da un’importante ricerca sull’uso della bicicletta e sui pericoli che si corrono ancora oggi nel farsi una pedalata in alcune città italiane. Lo studio promosso dalla Samsung Maestros Academy ha visto partecipi anche due italiani, il telaista Giovanni Pelizzoli e la studentessa Alice Biotti. Scopo dell’iniziativa è quello di creare una bicicletta dove la sicurezza dei ciclisti sia la prima mission dei costruttori.

 

 

La struttura

La bicicletta assomiglia a una normale bike city anche se in realtà il triangolo principale, i pendenti e il carro posteriore, sono costruiti con tubi curvi che permettono in questo modo di attutire gli urti e le vibrazioni provenienti dalla strada. Per il freno anteriore si è scelto quello a disco, mentre quello posteriore potrebbe essere a contropedale.

Le novità assolute

La Smart Bike ha un’infinità di caratteristiche in linea con gli ultimi servizi offerti dalla tecnologia. Per esempio, è dotata di una fotocamera integrata, disponendo anche di una connettività Wi-fi. Lo smartphone, che sarà fissato sul palo del manubrio potrà connettersi quindi al sistema della bicicletta offrendo in questo modo una quantità infinita di sorprese.

 

4 foto Sfoglia la gallery

Con un’app da installare sul telefono sarà possibile vedere quello che succede alle nostre spalle, grazie alla Rear View Camera, una fotocamera montata sul palo sotto il sellino. Sul display del cellulare si potrà vedere il video di quello che succederà dietro di noi, oltre che poter tracciare gli spostamenti effettuati con la due ruote sfruttando il gps integrato nei nostri smartphone.

La Smart Bike di Samsung sfrutta la tecnologia gps anche in chiave social. Infatti visto che sarà facile localizzare le bici, i proprietari della Smart Bike potranno facilmente trovare compagni di pedalate soprattutto nelle ore in cui il traffico sarà più consistente. E il gps svolgerà anche la funzione di antifurto, poichè se la bici sarà spostata dal luogo in cui la si è lasciata, si  riceveranno immediate notifiche sul cellulare.

La bici dispone inoltre di quattro proiettori laser Arduino che proiettano una pista ciclabile sulla strada se non esiste, cosa che consentirebbe di segnalare la propria esistenza agli automobilisti. La bici dispone anche di luci che si accendono automaticamente quando viene buio grazie ai sensori di luce ambientale.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia