L'iniziativa

A Barzana don Fabrizio dà la Benedizione dalla strada. E la gente prega dalla finestra

Il parroco di San Rocco scende in strada con l'Eucarestia, scortato da sindaco e Polizia Locale. Fedeli in preghiera, lumini accesi e diretta Facebook

A Barzana don Fabrizio dà la Benedizione dalla strada. E la gente prega dalla finestra
Bergamo, 24 Marzo 2020 ore 19:11

Una benedizione “a domicilio”, perché, parafrasando un’altrui certezza, «se i fedeli non possono andare in chiesa, è Gesù che arriva da loro». L’idea è di don Fabrizio Polini, parroco di San Rocco in Barzana, che da lunedì 23 marzo ha organizzato una speciale benedizione itinerante in paese.

Pubblicato da Parrocchia " San Rocco Confessore " di Barzana su Lunedì 23 marzo 2020

«Considerata la situazione straordinaria che stiamo vivendo che ci impedisce di uscire dalle nostre case – ha annunciato don Fabrizio, autore nei giorni scorsi di un’intensa riflessione sulle pagine de L’Eco di Bergamo -, ho pensato di far arrivare nelle famiglie la Benedizione del Signore. Durante la settimana percorrerò le vie del paese, accompagnato dal sindaco e dall’automobile della Polizia Locale che ringrazio per la collaborazione e disponibilità, con il Santissimo Sacramento. Partirò dalla Chiesa Parrocchiale e il tragitto sarà trasmesso in diretta Facebook in modo tale che possiate capire quando saremo in prossimità delle vostre case. Vi chiedo di non uscire di casa ma di affacciarvi alle finestre per pregare e ricevere la Benedizione Eucaristica. Gesù non ci abbandona e vuole essere vicino a noi in questo momento di prova e sofferenza portandoci il regalo più bello: la sua benedizione per darci pace, forza e coraggio per continuare».

Il parroco ha pubblicato il calendario dettagliato delle vie che visiterà giorno per giorno, dalle 20.15 alle 22, invitando anche a porre candele accese sui davanzali. Tangibili gli apprezzamenti per l’iniziativa e la partecipazione in preghiera di molti fedeli.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia