Investimento da 80 milioni di euro

Amazon, via ai lavori per fine anno 400 nuovi posti di lavoro a Casirate

Amazon, via ai lavori per fine anno 400 nuovi posti di lavoro a Casirate
Pensare positivo 17 Ottobre 2017 ore 12:46

Le nebbie si diradano sul futuro dell’ex Agip, nell’area industriale di Casirate d’Adda a ridosso della Brebemi. Tanto bistrattata, la nuova autostrada, ma se favorisce l’arrivo di grandi investimenti internazionali, recupera decisamente punti. Un’operazione da 80 milioni di euro porterà Amazon a realizzare un nuovo entro di distribuzione. Il sindaco Mauro Faccà non fa il nome del colosso del commercio online, perché così probabilmente gli è stato chiesto: semplicemente rende noto che entro il fine settimana l’ufficio tecnico dovrebbe rilasciare il permesso a costruire. E Amazon, scrive oggi L’Eco di Bergamo, per ora non conferma né smentisce: «Non vogliamo creare false aspettative nel caso in cui i lavori di costruzione dei nostri centri per qualche motivo dovessero interrompersi. Daremo l’ufficialità poco prima dell’apertura», fanno sapere dall’ufficio stampa.

 

 

I tempi dell’operazione. Visto che nei giorni scorsi sono stati compiuti dei rilievi topografici, i lavori dovrebbero iniziare a brevissimo, e sicuramente entro fine anno. Il grande centro di distribuzione potrebbe diventare operativo entro la fine del 2018, proprio in concomitanza con l’inaugurazione della nuova bretella che collegherà il casello della Brebemi di Treviglio ovest alla strada provinciale Rivoltana passando per Casirate. E la realizzazione della bretella procede speditamente: gli scavalchi delle strade di campagna stanno diventando realtà: «entro luglio 2018 - assicura Faccà - ci hanno detto che sarà tutto pronto».

Struttura coperta da 40mila mq. Per il colosso di Jeff Bezos sarebbe il sesto centro di smistamento in Italia, e del resto il mercato dell’e-commerce in Italia continua a crescere. L’area ex Agip, 240 mila mq tra Arzago e Casirate, è di proprietà di Eni e della Digitec srl di Treviglio, società del gruppo Tecnostrade che fa capo alla famiglia De Ponti di Treviglio. Proprio la Digitec lo scorso 11 agosto ha presentato in Comune, per la parte di area di sua proprietà, il permesso di costruire: l’azienda si occuperà di sbrigare le pratiche urbanistiche e di realizzare parcheggi e viabilità. La struttura coperta prenderà vita invece per mano della Vailog, società specializzata negli investimenti fondiari per lo sviluppo della logistica a cui Amazon ha affidato l’incarico di individuare l’area per il nuovo insediamento.

 

 

Rilancio per il paese. Casirate alzerebbe la testa, un po’ come quando, negli anni Settanta, balzò agli onori della cronaca per la scoperta di giacimenti di petrolio nell’area della cascina Malossa. E infatti l’Agip trivellò, ma i pozzi si esaurirono in breve tempo. Ora, dopo la bonifica, si sente aria di rilancio economico e di occupazione: 400 i posti di lavoro previsti, con una richiesta da parte del Comune perché la precedenza sia data alla manodopera locale.