Tulipania: da sabato la raccolta

Aperto il campo di raccolta self di girasoli a Terno d'Isola: è il primo in Italia (poi le zucche)

Si può entrare dalle 7 alle 21 e i soldi per i fiori (tre euro quelli grandi, un euro quelli piccoli) si lasciano in una cassetta: un progetto che ha fiducia nelle persone

Aperto il campo di raccolta self di girasoli a Terno d'Isola: è il primo in Italia (poi le zucche)
Pensare positivo Ponte San Pietro e Isola, 16 Agosto 2021 ore 13:01

Un progetto particolare e unico nel suo genere in Italia: da sabato 14 agosto scorso ha aperto a Terno d'Isola il campo di girasoli u pick di Tulipania, dove ognuno si potrà recare liberamente per raccogliere questi fiori. L'iniziativa è di Tulipania, gestita da Luciano Alborghetti, dalla moglie Cecilia Cefis, da Sergio Persutti e dal giardiniere Michael Wolfger. Negli anni scorsi questa realtà si è distinta per la raccolta con le stesse modalità di tulipani, iris e zucche. Il terreno si trova in via Biagi ed è aperto al pubblico dalle 7 alle 21. Non c'è personale o sorveglianza fissi, semplicemente le persone arrivano, prendono gli attrezzi lasciati a disposizione e li utilizzano per raccogliere i fiori di girasole, lasciando poi i soldi in una cassetta lasciata all'ingresso del campo. Si pagano tre euro per quelli più grossi, un euro per i più piccoli e chi vuole può anche lasciare un'offerta.

«Ci hanno dato dei pazzi, ma la nostra è una scommessa sull'onestà delle persone - ha spiegato Alborghetti in un articolo su Repubblica -. Ripartire significa anche avere fiducia nel prossimo. Negli ultimi mesi noi italiani ci siamo distinti a livello internazionale in vari campi, dalla musica allo sport. Perché non provare a farlo anche nell'educazione civica? Noi ci crediamo e vogliamo dare il buon esempio con questa iniziativa. Siamo un popolo dalle mille risorse».

Questa iniziativa si ispira al sistema del u pick (tradotto "raccogli tu"), già consolidato in altri Paesi europei, in cui ad esempio i cittadini raccolgono autonomamente alcuni ortaggi e poi lasciano il corrispettivo in denaro in alcune cassettine, proprio come funziona in questo caso. Tuttavia sul territorio nazionale questa è una vera e propria novità, in quanto è il primo campo di questo tipo a essere aperto. All'interno ci sono percorsi segnati per non perdersi, cartelli che ricordano le buone norme sul distanziamento, anche se essendo all'aperto la raccolta non comporta l'obbligo di mascherina, mentre lo staff provvede a disinfettare tre volte al giorno gli strumenti utilizzati dai frequentatori.

Intanto si guarda a settembre, quando i girasoli passeranno il testimone alle zucche, che saranno ancora disponibili per tutti, all'insegna di un progetto che, come specificato dai responsabili, guarda alla fiducia verso gli altri e all'educare all'onestà i più piccoli, dato che Tulipania è già diventata meta di varie famiglie.