Pensare positivo
l'iniziativa del Comune

Bergamo crea un Albo delle Famiglie Accoglienti per ospitare i profughi ucraini

Il progetto è promosso con il supporto dell'organizzazione Refugees Welcome

Bergamo crea un Albo delle Famiglie Accoglienti per ospitare i profughi ucraini
Pensare positivo Bergamo, 01 Aprile 2022 ore 15:25

Abitate a Bergamo, avete a disposizione una camera in più nel vostro appartamento e desiderate aiutare i rifugiati ucraini offrendo loro ospitalità? Allora potete aderire all’Albo delle Famiglie Accoglienti, progetto sostenuto dal Comune di Bergamo in collaborazione con Refugees Welcome, organizzazione che promuove la mobilitazione dei cittadini per favorire l’inclusione sociale dei migranti arrivati in Italia.

L'iniziativa è già stata attivata in altri Comuni italiani e per il momento è riservata solo a chi abita a Bergamo. Al momento Palazzo Frizzoni sta raccogliendo le adesioni tra i residenti in città disposti ad essere inseriti nell’Albo per accogliere i profughi scappati dalla guerra. Le famiglie, ma anche singoli cittadini maggiorenni, possono presentare una richiesta telematica entro il 30 settembre 2022.

Aderire all’iniziativa è facile: basta compilare l’iscrizione disponibile sul sito del Comune di Bergamo al SEGUENTE LINK. Fatto ciò, si verrà ricontattati per un approfondimento dagli uffici delle Politiche sociali, che valuteranno le disponibilità raccolte.

«L’obiettivo dell’avviso è quello di favorire la sensibilizzazione e la diffusione della cultura della solidarietà tra i nuclei familiari, sostenendo lo sviluppo di reti di auto-mutuo aiuto tra le famiglie disponibili ad offrire ospitalità ai cittadini ucraini che necessitano di sostegno e accoglienza per integrarsi in Italia – spiega l’assessore alle Politiche sociali Marcella Messina -. L’Albo delle Famiglie Accoglienti risponde all’idea che la comunità sia al centro di un percorso di co-costruzione delle politiche di integrazione, che assolvono al loro ruolo solo se nascono e approdano lì dove i cittadini si incontrano e costruiscono una rete virtuosa di prossimità».

Secondo i dati forniti dalla Prefettura, ad oggi sono 2.608 i profughi ucraini arrivati in Bergamasca. Di questi, 1.835 (il 70,4%) sono femmine e 773 (29,6%) maschi; 1.048 (40,2%) sono bambini con un'età massima di 14 anni, 271 (10,4%) hanno tra i 15 e i 19 anni, 1.177 (45,1%) tra i 20 e i 64 anni e 112 (4,3%) hanno più di 65 anni.

Seguici sui nostri canali