Menu
Cerca
Corriamo a votare!

Bergamo sfida Genova: un'azienda di marmellate mette in palio un restauro per la città che prende più voti

Rigoni di Asiago, celebre azienda produttrice di confetture, ha lanciato un contest online. Chi tra le due città otterrà più preferenze alla chiusura delle votazioni vincerà il restauro. Testimonial per la nostra città è il pasticcere Carlo Beltrami

Bergamo sfida Genova: un'azienda di marmellate mette in palio un restauro per la città che prende più voti
Pensare positivo Bergamo, 05 Febbraio 2021 ore 22:57

Genova contro Bergamo. Non è il titolo di una canzone né tantomeno la trama di un film prossimamente in uscita nelle sale, bensì il tema del contest lanciato online da Rigoni di Asiago, la celebre azienda produttrice di marmellate.

Un’iniziativa che per la nostra città potrebbe risultare molto utile. Come spiegato anche su Facebook dal sindaco Giorgio Gori l’impresa, che ha alle spalle quasi un secolo di storia (iniziò producendo miele nel 1923 ndr), «ha deciso di donare un restauro a una città, mettendo in questo caso in competizione la nostra Bergamo e Genova. Per votare, ovviamente per Bergamo, basta andare sul sito con il link che vi posto di seguito (cliccare QUI)».

La sfida ha anche due testimonial d'eccesione: per il capoluogo ligure ci sono gli Ex-Otago, gruppo indie pop genovese che ha partecipato al 69º Festival di Sanremo con il brano Solo una canzone; per la nostra Bergamo, invece, c'è Carlo Beltrami, pasticcere divenuto famoso nel 2017 per aver vinto la quinta edizione di Bake Off Italia. Proveniente da Casnigo, è riuscito a trasformare un hobby in una professione e sono tantissime le persone che lo seguono con stima e passione.

Chi vince la donazione? Semplice, sarà il capoluogo che alla chiusura delle votazioni avrà preso il maggior numero di preferenze. Sono già quattro le opere d’arte per di cui l’azienda, famosa in tutta Italia per le sue confetture, ha già finanziato un restauro.

Carlo Beltrami

In particolare, nel 2015 è stato rimesso a nuovo l’atrio dei Gesuiti di Brera, a Milano. Nel 2017 è stata la volta dell’originale della statua di San Teodoro, il primo Patrono di Venezia. Quindi, nel 2018, è stata restaurata la fontana “Venezia sposa il mar”, a Roma, mentre nel 2019 la chiesa di San Giovanni in Monterrone, a Matera.

Bergamo, dal canto suo, tra il 2019 e il 2020 ha già potuto usufruire di un premio simile: vincendo un concorso online è stata infatti riportata al suo antico splendore la Fontana del Delfino di via Pignolo.

Ora potrebbe essere la volta della nostra città. Sostenere la candidatura di Bergamo, in fondo, è semplice: tutto quel che costa è un click.