Pensare positivo
Largo ai giovani

Chioschetto in Valpiana e bici elettriche a noleggio: a Gandino la ripartenza è green

Silvia Savoldelli apre un punto di ristoro nella località montana ai piedi della Malga Lunga; Alessandro Terzi promuove in paese il noleggio delle due ruote

Chioschetto in Valpiana e bici elettriche a noleggio: a Gandino la ripartenza è green
Pensare positivo Val Seriana, 11 Giugno 2021 ore 15:06

di Giambattista Gherardi

Largo ai giovani, alle nuove idee e a orizzonti che, finalmente, tutti auspicano positivi. Il post pandemia delle Cinque terre della Val Gandino ha la concretezza di piacevoli novità per residenti e turisti, portate avanti grazie all’entusiasmo e (bisogna dirlo) al coraggio di alcuni esercenti che a Gandino, dall’inizio di giugno, hanno varato nuovi servizi.

Una prima bella notizia riguarda innanzitutto la zona di Valpiana, dove Silvia Savoldelli ha inaugurato, mercoledì 2 giugno, Il Chioschetto. Si tratta di un punto di ristorazione completamente in legno, allestito lungo la strada carrabile che conduce alla località Costa d’Olive, ai piedi dell’ultimo strappo verso la Malga Lunga, in territorio di Sovere. «È un’idea – spiega Silvia, che a Gandino è titolare del Funny Pub di via Innocenzo XI – cui stiamo lavorando da oltre un anno, figlia dei mesi del lockdown e della necessità di aprire nuove strade. Il Chioschetto sarà operativo sino al prossimo autunno, il sabato, la domenica e i festivi (tutti i giorni nel periodo di Ferragosto) dalle 7.30 alle 19.30. In caso di maltempo il servizio potrebbe essere sospeso. Offriamo colazioni, pranzi e aperitivi, condividendo con escursionisti e residenti il piacere di ritrovarsi e soprattutto i prodotti tipici del nostro territorio, ancor più apprezzabili in un contesto naturale che per me richiama anche la storia di famiglia».

La chiesa di Santa Maria degli Angeli in località Valpiana a Gandino

La zona di Valpiana, cui si accede salendo dagli antichi Opifici di Gandino verso Fontanei, si è sviluppata negli anni ’50 e ’60, attraverso la ristrutturazione di alcune cascine, ma anche e soprattutto con l’edificazione di piccole abitazioni. Uno sviluppo progressivo e per nulla speculativo, affidato al sacrificio di molte famiglie (non necessariamente benestanti) che si dotavano in questo modo di una base estiva. Spesso le mogli e i bambini restavano “in quota” per l’intera estate, lasciando ai mariti l’incombenza del lavoro in fabbrica (che non poteva sopportare periodi di ferie prolungati) e la fatica del ritorno in Valpiana nel fine settimana, visto che erano necessarie anche un paio d’ore di cammino.

La strada carrabile è stata completata nel 1973 e solo negli ultimi anni è stata asfaltata sino alla Malga Lunga. Il Chioschetto di Silvia Savoldelli è situato in una posizione strategica, raggiungibile in auto, ma anche utile a chi vuole dirigersi per esempio verso la Baita Monte Alto (gestita dal CAI Valgandino) o verso l’incomparabile panorama della Sparavera, da cui si ammirano il lago d’Endine e il lago d’Iseo, oppure ancora lungo gli itinerari dell’Alta Via delle Grazie e della Traversata tra i Pizzi. Anni fa, Valpiana ha ospitato lo storico Bistrò e il locale della famiglia Fiori, ma ormai da decenni non c’erano in zona luoghi utili di somministrazione. Impossibile non ricordare la chiesetta di Santa Maria degli Angeli (inaugurata nel 1954), la relativa festa agostana e l’impegno di custodi e volontari (fra loro gli Alpini) per farne un essenziale punto di aggregazione.

Alessandro Terzi con una delle e-bike disponibili al Bar Sport di Gandino

L’altra importante novità, arrivata a Gandino con l’inizio del mese di giugno, è il servizio di noleggio delle e-bike (info al 339.6155964) presso il Bar Sport di via Cà dell’Agro, gestito da Alessandro Terzi. Si tratta del locale annesso al campo sportivo comunale, ormai celebre come Gandinese Stadium, che offre anche spazi all’aperto utili ad aperitivi in compagnia e giochi per bambini.

L’idea è quella di offrire la disponibilità delle ormai diffusissime biciclette elettriche per scoprire le aree montane (innanzitutto il vicino Monte Farno) con una modalità sostenibile e poco impattante anche per i parcheggi, che in quota rappresentano un problema visto l’afflusso di escursionisti letteralmente esploso negli ultimi mesi.

L'area montana del Farno a Gandino

«È una novità - sottolinea Alessandro - che ho sperimentato di persona, salendo senza fatica al Rifugio Parafulmine. Al momento disponiamo di sei biciclette (le ultime in arrivo, reperirle in questo periodo non è stato semplice) che noleggiamo per mezza giornata (25 euro) o tutto il giorno (40 euro)». Il locale è aperto tutti i giorni dalle 7.30 alle 23 (e anche oltre). Il noleggio e-bike per Gandino è una prima assoluta, l’ulteriore conferma di una rinnovata vitalità che nel post pandemia può davvero fare la differenza.

Nel giorno della Festa della Repubblica è arrivata anche la riapertura del parco comunale Giuseppe Verdi (con gli antichi cedri e aree gioco) dalle 9 alle 22, senza dimenticare l’area di Cirano in zona San Gottardo, dove oltre al campo da gioco sono in via di allestimento lo skatepark e l’attrezzatura per il calisthenics, disciplina fitness che va per la maggiore. E per tenersi in forma all’aria aperta la Val Gandino è davvero il luogo ideale.