Dall' Huffington Post Usa

Consigli per conservare i cibi (bastano aceto, acqua e zenzero)

Consigli per conservare i cibi (bastano aceto, acqua e zenzero)
Pensare positivo 17 Ottobre 2014 ore 11:52

Esistono mezzi molto semplici per conservare più a lungo i cibi, ma non tutti li conoscono. L’HuffPost Usa, con la collaborazione di Fresh&Easy, ha realizzato un servizio per fornire qualche dritta ai consumatori. Prima di tutto le patate, che hanno le loro preferenze, in fatto di contiguità vegetale. Poste in prossimità di una mela pare che sprizzino gioia e freschezza da tutti i pori della buccia. Anche l’avocado ha le sue amicizie: questo frutto esotico, gustoso e molto nutriente, può restare fresco per più tempo, se lo si mette in una vaschetta insieme a una cipolla tagliata.

Il sedano, che è un tipo più solitario e lo si può intuire già da quella testa tutta ciuffi in disordine, vuole essere avvolto nella carta di alluminio, senza essere lavato. Rimarrà verde e contento per (addirittura) cinque settimane. Anche gli asparagi vogliono avere un trattamento speciale, forse sono parenti stretti del sedano, forse sono persino più aristocratici di lui, così dritti e belli magri. Gli asparagi pretendono di essere posti in un vasetto, con un po’ d’acqua: proprio come i fiori. È meglio, però, che li copriate anche con un sacchetto di plastica. Più in generale, la verdura e la frutta restano lucenti più a lungo se vengono lavati in un composto di acqua, bicarbonato e succo di limone. Fanno eccezione la verdura già tagliata, il limone e la frutta secca. Per quanto riguarda la prima, che è poi quella che deve finire nelle insalate, può essere messa in vasetti di vetro e durare fino a 4-5 giorni. Benché il limone sia il frutto del sole, la sua conservazione ama le bassissime temperature e perciò deve essere tenuto in freezer, in fette sottili. Anche la frutta secca predilige il fresco, anche se è più moderata e si accontenta del frigo.

 

limone-brufoli

 

A tutti sarà capitato di tagliare a fettine una mela e di lasciarla da parte per un po’: la polpa, per effetto dell’ossidazione, si scurisce. Se volete evitare lo sgradevole fenomeno, ponete i pezzi del frutto a bagno nel succo di zenzero e poi lasciate macerare. In questo modo potrete mangiare la vostra mela quando vorrete, già tagliata e ancora freschissima. Come le mele, anche le more e gli altri frutti di bosco tendono a perdere presto la brillantezza dei loro colori. Provate e lavarli con aceto: manterranno il gusto piacevolmente asprigno che li contraddistingue.

8 foto Sfoglia la gallery

È meglio, poi, se i funghi li conservate in un foglio di carta, come la lattuga, che così facendo avrete fresca per tutta la giornata. Aglio, cipolla e scalogno vanno in un sacchetto traforato, sempre e rigorosamente di carta.

 

 

aglio

 

Le piante aromatiche possono essere conservate molto a lungo se le si fanno congelare in cubetti di ghiaccio insieme all’olio d’oliva e al burro. Basterà sciogliere il cubetto per ottenere un condimento profumato.

Se volete il gusto dei biscotti appena sfornati, ma non potete permettervi di comprarli freschi tutti i giorni, potrete sempre aggiungere un pezzo di pane a quelli confezionati. Solo voi saprete che non li avete appena comprati dal fornaio.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità