potenziamento della diagnostica

Da 92 a 1.071 tamponi analizzati al giorno: la crescita del laboratorio dell’Asst Bergamo Ovest

Acquistati nuovi macchinari e assunto personale aggiuntivo. Ad oggi, l’Asst possiede 3 linee analitiche complete, per una capacità di analisi di oltre 1000 tamponi al giorno

Da 92 a 1.071 tamponi analizzati al giorno: la crescita del laboratorio dell’Asst Bergamo Ovest
12 Novembre 2020 ore 15:28

A marzo, all’inizio della prima ondata pandemica, il laboratorio dell’Asst Bergamo Ovest analizzava 92 tamponi al giorno. Martedì scorso (10 novembre) i test molecolari refertati sono cresciuti fino alla soglia di 1.071 unità. Un percorso di crescita della capacità d’analisi che assume una rilevanza fondamentale, alla luce del fatto che proprio la Bassa bergamasca risulta oggi la zona della provincia più colpita dal contagio.

«Il nostro laboratorio è stato accreditato dalla Regione e incluso nell’elenco del Ministero già nei primi giorni di marzo, dopo aver superato la prova di analisi in doppio dettata dall’Istituto superiore di sanità – spiega il biologo Angelo Pesenti, direttore del Dipartimento di Diagnostica clinica -. Con i biologi molecolari Maurizio Zaccanelli e Maria Oggionni abbiamo fin da subito pianificato un percorso di crescita, consapevoli del fatto che la diagnostica sarebbe divenuta un punto centrale per la lotta al virus».

Un potenziamento che è stato possibile grazie agli investimenti sostenuti dai vertici dell’Asst, che ha acquistato strumenti innovativi e assunto personale aggiuntivo. «Ci siano dotati di una strumentazione flessibile e di fornitori diversi, così da non incorrere in carenze di materiali – aggiunge Pesenti -. Quindi, grazie ad una donazione, abbiamo installato un secondo termociclatore per piastre da 96 pozzetti, uno strumento che serve ad amplificare gli acidi nucleici, da affiancare a quello più piccolo da 36 posizioni che avevamo già in dotazione. È stato anche acquistato un estrattore di acidi nucleici da 48 posizioni, in grado di completare un ciclo in 35 minuti, affiancandolo a quello da 24 posizioni già in uso. Gli ultimi step che devono ancora essere completati sono l’acquisizione di un ulteriore termociclatore per piastre da 96 pozzetti e di un altro estrattore veloce da 48 posizione, associati a due preparatori necessari per predisporre in modo automatico e completamente tracciabile sia i rack per gli estrattori, sia le piastre per l’amplificazione».

Di conseguenza, ad oggi, l’Asst Bergamo Ovest possiede 3 linee analitiche complete per una capacità di analisi di oltre 1000 tamponi al giorno: due sono formate da preparatore automatico, estrattore e temociclatore, la terza manuale è formata da estrattore e termociclatore. Per riuscire a tagliare questo traguardo sono stati assunti cinque tecnici, una biologa e due medici ed è stato contestualmente ampliato l’orario di lavoro del personale già presente, arrivando alle attuali 14 ore nei giorni feriali e 12 ore nei festivi e prefestivi. «Tutto questo – conclude il dottor Pesenti – non sarebbe stato possibile senza la sensibilità della direzione generale e, soprattutto, senza la professionalità e l’abnegazione di biologi, tecnici, amministrativi e personale di supporto che svolgono questa attività. Non ci fermeremo qui, possiamo fare ancora di più».

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia