Pensare positivo
Come dare una mano

Dall'amatriciana solidale agli ultrà Bergamo si mobilita per il sisma

Dall'amatriciana solidale agli ultrà Bergamo si mobilita per il sisma
Pensare positivo 29 Agosto 2016 ore 05:30

Il devastante terremoto che ha distrutto interi Comuni del Centro Italia ha traumatizzato tutto il Paese. Il bilancio provvisorio di oltre 280 vittime e 2.500 persone rimaste senza casa non è altro che la traduzione in numeri di un'immane tragedia davanti alla quale tutta l'Italia s'è sentita improvvisamente inerme, debole. Ma non sola. Sin dalle ore immediatamente successive alla prima scossa, la più violenta (quella di magnitudo 6.0 delle 3.36 di mercoledì 24 agosto), tantissimi cittadini si sono attivati per dare una mano alle persone colpite dal sisma. Alle 14 di venerdì 26 agosto, la Protezione Civile ha reso noto che erano già 2,5 i milioni raccolti attraverso il numero 45500, ma sono tantissime le associazioni che, volontariamente, hanno lanciato eventi di solidarietà alle vittime del terremoto. E Bergamo non è stata da meno.

 

bucatini-all-amatriciana-ricetta-890x570

 

L'amatriciana solidale sul Sentierone. Già il 25 agosto il Comune di Bergamo ha annunciato un'iniziativa tesa a raccogliere fondi per i terremotati. Stiamo parlando della cosiddetta "Amatriciana Solidale", ovvero un'enorme cena per 5mila persone che si svolgerà la sera del 31 agosto lungo il Sentierone. L'idea è di Slow Food, che ha pensato di aiutare i Comuni colpiti proprio attraverso quell'eccellenza culinaria che ha reso il piccolo borgo di Amatrice (il più colpito dal sisma, con oltre 200 vittime) famoso in tutto il mondo. L’iniziativa orobica sarà quindi promossa dal Comune in collaborazione con la Federazione Cuochi italiani sezione di Bergamo e con Slow Food. Ci sarà inoltre la collaborazione dell’Aspan, l’Associazione provinciale panificatori bergamaschi, e il Consorzio tutela del Valcalepio. Partecipare è molto semplice: il prezzo fissato per un piatto è di 10 euro per gli adulti e di 5 euro per i bambini e il servizio sarà suddiviso in tre turni, il primo alle 19.30, il secondo alle 20.30 e il terzo alle 21.30. Affinché non si creino disagi, è stato attivato un sistema di prenotazione su Internet grazie al quale tutti i cittadini possono pre-registrarsi. Cliccando QUI si accede al sito dell'iniziativa, dove è possibile indicare l’orario in cui si preferisce cenare, il numero dei partecipanti e se tra questi ci sono degli under 14. La pre-registrazione consentirà di saltare le code alle casse. L'intero ricavato della serata sarà devoluto alle popolazioni del Lazio e delle Marche colpite dal sisma. Ciò avverrà attraverso il conto corrente che il Comune aprirà lunedì 29 agosto, sul quale verranno versati anche gli incassi di domenica 28 di tutti i musei della città e il contributo che i componenti della Giunta Gori hanno deciso di destinare alle vittime del terremoto, pari al 10 percento del loro compenso mensile.

 

 

Le raccolte fondi di Chei de la Coriera, Club Amici e Curva. Oltre alle istituzioni, però, ad essersi mossi immediatamente sono stati anche i tantissimi tifosi dell'Atalanta, oltre che la società stessa. I ragazzi di Chei de la Coriera, in vista della trasferta a Genova fissata domenica 28 agosto per il match contro la Sampdoria, hanno annunciato che sui due pullman verranno organizzate delle lotterie (con premi decisamente invitanti) il cui intero ricavato verrà devoluto al conto corrente aperto dalla Croce Rossa Italiana per l'emergenza. Il Club Amici dell'Atalanta, invece, ha annunciato che l'11 settembre, in occasione della partita interna tra nerazzurri e Torino, si terrà una raccolta fondi aperta a tutti i tifosi. Ai cancelli d'ingresso del Comunale, dunque, sarà possibile fare una piccola o grande donazione destinata alla popolazione colpita dal sisma. Il 27 agosto, infine, sono stati i ragazzi della Curva Nord ad annunciare attraverso la loro pagina Facebook Sostieni la Curva una serata interamente dedicata alla solidarietà: dalle 19.30 di martedì 30 agosto, nel piazzale antistante la Curva Sud, sarà organizzata una raccolta fondi per i terremotati. Chi volesse partecipare non deve fare altro che presentarsi e fare una donazione. Ulteriori particolari verranno resi noti probabilmente nei prossimi giorni.

 

maglia-speciale-per-amatrice-atalanta-solidale-da-lunedi-allasta_2fd647f0-6bc3-11e6-96f2-acc6353973bd_998_397_big_story_detail
Si muove anche l'Atalanta. Infine anche l'Atalanta stessa s'è mossa per aiutare le persone colpite dal sisma: con un comunicato stampa diffuso il 26 agosto, la società ha reso noto che «in occasione della partita con la Sampdoria in programma domenica 28 agosto allo stadio Luigi Ferraris di Genova, l'Atalanta scenderà in campo indossando delle magliette con una patch speciale applicata sulla manica sinistra. Sulla patch la scritta: # TERREMOTO NOI PER VOI. Le maglie dell'intera rosa verranno poi messe all'asta nel corso della trasmissione TuttoAtalanta in onda lunedì sera su BergamoTv (le modalità verranno comunicate successivamente) e l'intero ricavato verrà devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto nel Centro Italia. Un'iniziativa per dare una mano concreta a chi in questo momento terribile ne ha veramente bisogno». Iniziative simili anche a Genova, dove i principali gruppi ultrà della Sampdoria (Fedelissimi, Federclubs, Fieri Fossato e Ultras Tito) hanno annunciato che prima del match con l'Atalanta, a partire dalle 18, in Via del Piano e presso tutti gli accessi di distinti, tribuna e gradinata Nord, si terrà una raccolta fondi per le vittime del sisma. Questa iniziativa si protrarrà anche per le successive partite casalinghe. Il presidente blucerchiato Ferrero ha invece deciso di donare il 50 percento dell'incasso del prossimo derby Samp-Genoa.

 

 

Il rugby e tutti gli altri. Lo sappiamo, di sicuro stiamo dimenticando qualche iniziativa. Del resto in tutta la provincia ne stanno spuntando tante di vario tipo. Un esempio è quella dell'Orobic Rugby Club di Comun Nuovo, che nei giorni scorsi, in una sola sera, ha raccolto tantissimi beni di prima necessità che verranno ora inviati alla Asd Arieti Rugby Rieti 2014, che su delega e appoggio della FIR, essendo la realtà rugbystica presente e più vicina al territorio colpito, sta raccogliendo in Italia, presso lo Stadio del Rugby di V.le Fassini a Rieti, i generi di primo soccorso inviati dal mondo ovale italiano (nel video qui sopra, inviatoci da Manuela Bonomi su Facebook, si possono vedere tutti i beni raccolti a Comun Nuovo in una sola serata).

Seguici sui nostri canali