Un'opera del grande disegnatore Ub Iwerks

Il primo film natalizio della Disney la sorpresa ritrovata sotto l’albero

Il primo film natalizio della Disney la sorpresa ritrovata sotto l’albero
20 Dicembre 2014 ore 11:00

Tra poche ore, esattamente il 18 dicembre, nelle sale cinematografiche italiane uscirà Big Hero 6, l’ultimo Classico Dinsey natalizio. Il cartone, interamente realizzato con tecnologie informatiche, è un adattamento di un fumetto della Marvel, storica società acquisita nel 2009 proprio dalla Disney. Caso ha voluto che questo evento cinematografico, a cui la società americana ha preparato gli appassionati sin dal 9 maggio 2013 con la pubblicazione online di una breve clip, fosse accompagnato da un evento storicamente ben più importante e sempre legato alla nota casa di produzione di film d’animazione: il ritrovamento del primo film natalizio targato Disney, risalente addirittura al 1927 e intitolato Calzini vuoti (in lingua originale Empty Socks). Il primo titolo di questo film, dalla durata di appena 5 minuti e 30 secondi (un’enormità per le tecnologie dell’epoca), era proprio Xmas Story e uscì il 25 dicembre del 1927 al Roxy Theatre di New York.

 

oswald_sees_empty_socks_poster_by_ozzyguy-d5iy7ow

 

Archeologia cinematografica. Protagonista della pellicola è Oswald, il coniglio fortunato, primo eroe della Disney che poi cederà il passo, con l’arrivo del sonoro, a Mickey Mouse. Di film con Oswald protagonista, ancora in circolazione, in collezioni private o in musei, se ne contano parecchi. Ma Empty Socks, di cui tutti sapevano l’esistenza, era completamente sparito. Del film rimanevano solamente 25 secondi, conservati al Moma di New York. Improvvisamente, dal più profondo Nord della Norvegia, precisamente dalla Norway’s National Library di Mo i Rana, centro abitato vicino al Circolo Polare Artico, l’archivista Kjetil Kvale Soerenssen ha dato l’incredibile notizia: il cartoon, in formato integrale (pare manchino solo pochi secondi) è stato rinvenuto in due bobine non schedate. Difficile ricostruire gli spostamenti di queste bobine. Da quel che è dato sapere, sono state ritrovate nella collezione di un privato. Nel film, Oswald veste i panni di Babbo Natale per i bambini di un orfanotrofio e poi spegne, vestito da pompiere, un piccolo incendio. Immediata l’analisi della pellicola ritrovata, sottoposta alle indagini di David Gerstein, grande esperto e storico dei cartoni animati, il quale ha dato il suo responso definitivo: è l’originale.

4 foto Sfoglia la gallery

Un po’ di storia. Una graditissima sorpresa per tutti gli appassionati di cartoni animati e, in particolare, della Disney. Oswald rappresenta un passo fondamentale nella storia ricca di successi dell’azienda cinematografica americana. Infatti, nonostante Topolino venne ideato e disegnato appena un anno dopo Oswald, fu il coniglio fortunato a rappresentare il personaggio principale della Dinsey nell’epoca del cinema muto. Calzini vuoti uscì appena tre mesi dopo il debutto ufficiale di Oswald, con il film Trolley Troubles nel settembre del 1927. Per tutto l’anno e mezzo successivo furono molti i cartoni muti con protagonista questo coniglietto, che riscontrava un discreto successo di pubblico. Poi, in seguito a delle diatribe sui diritti del personaggio, Walt Diseny ideò Mickey Mouse e il successo del coniglio iniziò a scemare. Nonostante questo, fino al 1943 furono prodotti cartoni animati con lui protagonista. Poi, fino agli anni ’60, Oswald comparve solo in alcuni fumetti, fino poi a sparire. Nel 2006, con un’operazione commerciale che ebbe grande eco, la Disney decise di riacquistare i diritti su Oswald, che però, fino ad oggi, non è ricomparso in una pellicola o in un fumetto, se non in una serie di dvd con i cartoni del simpatico coniglio completamente restaurati.

Il successo, sia di Oswald che di Topolino, sono da attribuire, in gran parte, al superbo disegnatore e umorista Ub Iwerks, che sin dall’inizio fu al fianco di Walt Disney ed era uno dei pochi a riuscire a mettere su carta le intuizioni del fondatore della Disney. Purtroppo i rapporti con Walt e Oliver Disney si deteriorarono negli anni successivi e nel 1930 Iwerks abbandonò la Disney per tentare un’avventura solitaria, che fallì miseramente: se lui era l’artefice “visivo” dei cartoni, la spiccata personalità dei personaggi e la genialità della sceneggiatura erano merito di Walt. La Disney sopravvisse al suo addio trovando nuovi giovani e talentuosi disegnatori, mentre Iwerks non riuscì mai a dare una verve narrativa ai suoi personaggi. Nel 1940, però, fu riaccolto dalla Disney, che nel frattempo era continuata a crescere. Più che dedicarsi al disegno, però, il suo compito fu lo sviluppo di nuovi macchinari e di nuovi effetti visivi.

 

ub-iwerks

 

Calzini Vuoti è uno dei tanti capolavori che Iwerks realizzò con la collaborazione di Walt Disney e il suo ritrovamento, per la storia che ha alle spalle, è una grande notizia. Un bellissimo regalo di Natale per tanti appassionati. E chissà mai che, l’anno prossimo, il Classico Disney nelle sale non possa essere anticipato da Calzini Vuoti restaurato e pensato come cortometraggio.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia