La news della Gazzetta

Foppa, finalmente una bella notizia Doping, cadono le accuse su Sylla

Foppa, finalmente una bella notizia Doping, cadono le accuse su Sylla
Pensare positivo 11 Ottobre 2017 ore 08:00

Miriam Sylla potrà giocare con la Foppa. È un arcobaleno nel cielo rossoblù della formazione di pallavolo femminile bergamasca quello comparso nel tardo pomeriggio di martedì 10 ottobre. La schiacciatrice azzurra, infatti, è stata scagionata dalle accuse di doping. Sylla era ferma ai box da oltre un mese, ovvero da quando è stata resa nota la sua positività al clenbuterolo in seguito a un test effettuato dalla Federazione internazionale volley in occasione della finale del World Grand Prix tra Italia e Brasile, partita disputata il 6 agosto scorso e nella quale, per di più, Sylla neppure scese in campo.

Da subito il caso era apparso assai strano, sia per lo scarso livello di clenbuterolo rinvenuto nell'organismo della giocatrice, sia per il fatto che, successivamente, anche la palleggiatrice serba Ana Antonijevic è stata trovata positiva alla stessa sostanza dopo un controllo effettuato durante la manifestazione. Italia e Serbia alloggiavano nello stesso albergo a Nanchino (Cina) e sin da subito si era ipotizzato che non si fosse innanzi a due casi di doping, bensì di contaminazioni alimentari. Il clenbuterolo, infatti, è una sostanza usata per "gonfiare" la muscolatura e, in Paesi con scarsi controlli sulla produzione alimentare come la Cina, talvolta utilizzata anche nei mangimi dei bovini per aumentarne la massa e guadagnare così di più sulla successiva macellazione. L'ipotesi, dunque, è che sia Sylla che Antonijevic abbiano mangiato, durante il World Grand Prix, della carne contaminata.

La scorsa settimana, la Federazione internazionale ha reso noto di aver revocato la sospensione della palleggiatrice serba, spiegando che un'analisi dettagliata del caso aveva dimostrato che la positività era causata dal consumo di carne a Nanchino durante il torneo. Ora lo stesso pare sia avvenuto anche per Sylla, stando almeno alla breve news pubblicata da Gian Luca Pasini sul suo blog per la Gazzetta dello Sport dedicato alla pallavolo. Sebbene manchi ancora l'ufficialità (né la Federazione italiana, né la Foppa, né la giocatrice si sono esposte al momento), pare ormai certo che la giovane schiacciatrice, cresciuta pallavolisticamente tra le fila rossoblù, possa ambire a una maglia da titolare nel prossimo impegno di inizio campionato della Foppa, tenuta fisica permettendo. Un bel sospiro di sollievo per la ragazza, ma anche per tutti noi tifosi della squadra.