Controcorrente

Giada, 19 anni, prende le redini dell’allevamento di famiglia a Capizzone

Diventa titolare dell’Azienda Agricola Capelli, guidata finora dal papà. Un amore per le mucche, il suo, cresciuto insieme a lei, come raccontato da La Voce delle Valli

Giada, 19 anni, prende le redini dell’allevamento di famiglia a Capizzone
Pensare positivo Val Brembana e Imagna, 20 Dicembre 2020 ore 02:21

La fuga dei giovani dalla montagna è un problema di cui si parla spesso. Ci sono però storie controcorrente che danno speranza. Come quella di Giada Capelli, 19 anni, che tra qualche mese prenderà le redini dell’allevamento di famiglia, l’Azienda Agricola Capelli di Capizzone, guidata da papà Giacomo. L’ha raccontata La Voce delle Valli.

Conduzione familiare. Nell’azienda ci sono solo Giada e Giacomo, al momento, quindi è tutto a conduzione familiare e a tempo pieno. Un’impresa partita quando ancora c’era la tradizione di avere le vacche in casa: l’ha fondata nonno Mario e ora i discendenti stanno andando avanti con 80 capi, attualmente, principalmente di razza Bruna e Red Holstein. Animali da latte, che l’azienda vende alla Cooperativa Ftb di Branzi. Senza trattarlo. In più, in azienda ci sono due asine e una cavallina. Nonno Mario, ancora attivo, si dedica a galline e conigli.

Cresciuta con le mucche. Il lavoro è duro e non conosce soste: gli animali mangiano da Capodanno al 31 dicembre, inclusi sabati e domeniche. Ma a Giada piace, e del resto è sempre stata appassionata degli animali: «Sono stata vicina alle mucche sin da bambina –racconta-, non mi si poteva tenere in casa perché volevo andare a vederle. Poi naturalmente la cosa è andata avanti… occorre anche tanta responsabilità.  Abbiamo a che fare con animali che devono stare bene: durante la mungitura, ad esempio bisogna fare attenzione alla bestia. Noi poi le seguiamo per tutta la loro vita».

Tante fiere. All’attività di allevamento si accompagna anche quella delle esibizioni, con la partecipazione alle fiere zootecniche. Per farlo «bisogna trattare bene gli animali e selezionarli: alla fiera noi vogliamo vincere e confrontarci con gli altri, per questo occorre avere capi di alto livello. Perché questo accada, occorre alimentarli in un certo modo, selezionarli geneticamente, etc.».

Innovazione alle porte. L’Azienda Agricola Capelli sarà la prima con la mungitura automatica in Valle Imagna,  tra qualche mese: «Amplieremo la stalla – aggiunge Giada -, poi vorremmo creare un mini-caseificio per produrre formaggi e dotarci di macchine per la mungitura robotizzata. Ci vuole un po’ di innovazione, bisogna avere una mentalità aperta: anche il nonno è dalla mia parte».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità