Concerti, show e appuntamenti

Guida al Capodanno 2014 A Bergamo, in Italia e nel Mondo

Guida al Capodanno 2014 A Bergamo, in Italia e nel Mondo
30 Dicembre 2014 ore 11:50

La fine del 2014 si avvicina e tutti noi italiani stiamo facendo piani su come passare la serata del 31 dicembre. C’è chi preferisce una cena tra amici, tra buon cibo e qualche bicchiere di libertà; chi, invece, da tempo ha prenotato quel viaggio che desiderava tanto fare; chi, ancora, non viaggerà, ma di stare in casa non ha proprio voglia e scenderà per le piazze delle città a fare il conto alla rovescia insieme ad altre cento, mille voci infreddolite ma contente. Ma c’è anche chi (e non sono pochi), nonostante le idee, non ha ancora un piano preciso. Sa che festeggerà, ma non sa dove, come e con chi. Tranquilli, questo articolo è anche per voi: una breve guida al Capodanno 2015 nella nostra città, Bergamo, ma anche nel resto d’Italia e, addirittura (esageriamo), in alcune delle più belle città del mondo. Perché si sa che oggi, con un low cost, anche l’altra parte del globo è a poche ore di distanza.

 

A BERGAMO

fuochi d'artificio a bergamo

L’Amministrazione Gori, come ha più volte affermato, ci tiene particolarmente a riportare la vita nelle strade di Bergamo. Capodanno è certamente un evento importante in questo senso, perché riempie di suo le piazze, a patto che il Comune sia pronto ad offrire eventi in grado di solleticare la curiosità dei cittadini. Palazzo Frizzoni ha comunicato il programma ufficiale degli eventi previsti per la sera/notte del 31 dicembre nel pomeriggio del 29 dicembre e possiamo dire che gli appuntamenti saranno tanti. Il principale, naturalmente, si svolgerà nel cuore di Città Alta, in piazza Vecchia. A farla da padrona la musica e tanto divertimento, grazie agli speakers di Radio Ponte che ci accompagneranno tra balli e note nel nuovo anno. Allo scoccare della mezzanotte, però, i nasi saranno tutti puntati all’insù, perché un fantastico spettacolo pirotecnico prenderà vita da Porta San Giacomo. I colori dei fuochi d’artificio saranno visibili da tutta la città e dal circondario: 20 minuti di vera magia. Tutto ciò sarebbe vano senza un buon servizio di trasporto pubblico, vista la difficoltà di raggiungere in auto Città Alta. Per questo la buona notizia l’ha data Atb, comunicando che per la prima volta la funicolare resterà attiva fino alle 2 di notte. Le altre linee, invece, seguiranno l’orario feriale ridotto, con le ultime corse previste per le ore 23 del 30 dicembre. Per chi volesse restare nella parte bassa di Bergamo, consigliamo di armarsi di sciarpa e guanti e “piroettare” nella pista di pattinaggio su ghiaccio di piazza della Libertà, che rimarrà aperta tutta la notte per offrire un Capodanno diverso dal solito.

Chi alla ressa delle piazze e delle strade preferisce l’intimità, potrà sempre passare il 31 dicembre a teatro: sia il Donizetti che il Creberg, infatti, hanno un programma di tutto rispetto. Nel primo andrà in scena lo spettacolo “Te’ per due (No, no, Nanette)”, un musical  di Vincent Youmans, una nuova produzione in esclusiva nazionale; nel secondo, invece, si punta sulla comicità con il duo comico Ale & Franz, i quali ripercorreranno 20 anni di risate e successi per poi festeggiare l’arrivo del nuovo anno con un brindisi insieme agli ospiti in sala.

 

NEL NORD ITALIA

piazza duomo milano

Ci sono anche tanti bergamaschi che preferiranno salire in macchina e raggiungere alcune città a noi vicine per festeggiare il Capodanno in modo alternativo. Tra le mete preferite, naturalmente, Milano. Nel capoluogo lombardo, il fulcro della festa sarà, logicamente, piazza Duomo: Roy Paci insieme ai suoi Aretuska Allstars animeranno uno spettacolo tra musica e divertimento, che accompagnerà la gente allo scoccare della mezzanotte e oltre. In suo aiuto anche il dj set a cura di Elita Sound System e la musica di Angelique Kidjo. Milano, però, è nota anche per le sue discoteche, che non mancheranno all’appello del “tutto esaurito” di fine anno. Tra le feste più interessanti c’è quella in stile Moulin Rouge organizzata dal Le Banque: cenone a partire dalle 20.30 al costo di 120 euro, oppure, dalle 23.30, la vera festa (30 euro con prevendita, 35 senza). Molto di successo, nell’ultimo periodo, è anche il Bonbino Club, che ci riporta indietro nel tempo con una serata di fine anno ispirata alla Belle Epoqué, intitolata “Une nuit a Paris”. Solo su prevendita (50 euro) Royal Buffet con ingresso alle 20. Dalle 23, invece, via alle danze (20 euro con prevendita, 30 senza). Per chi al caos della discoteca preferisce dalla buona musica unita a del buon cibo, assolutamente indicata è la serata del Blue Note, storico locale milanese. La serata inizia alle 20.30 con il cenone a cura dello chef Domenico Magistri e il concerto degli Angels in Harlem Gospel Choir. Dopo il brindisi delle 24, pandoro e panettone in salsa vaniglia, a cui seguirà lo zampone con lenticchie. Come ogni anno, ci sarà anche la tradizionale grande Lotteria di Capodanno.

Spostandoci più a Ovest, è pronta ad accoglierci la sabauda Torino. A discapito della sua immagine altera, l’ex capitale italiana si accende per la serata del 31. Merito, come sempre, della grande festa in piazza San Carlo, che inizierà alle 21.30 e che farà ripercorrere ai presenti la storia della musica dagli anni ’30 ad oggi, grazie alla Gatsby Orchestra, la GianPaolo Petrini Big Band e Paolo Belli accompagnato dalla sua orchestra.

Chi invece preferisse spostarsi verso Est potrà fare tappa a Verona, con la classica festa, tra balli e fuochi d’artificio, in piazza Bra. Delusione per Brescia, dove l’Associazione commercianti non ha trovato l’accordo con il Comune, facendo saltare il tradizionale concerto in piazza. A Mantova sarà Piazza Sordello il luogo clou dei festeggiamenti: a partire dalle 21 si esibiranno i dj di Radio Bruno, seguiti dalle band This Place e Controtempo oltre che dal cantautore Simone Fornasari che introdurranno l’evento più importante della serata, ovvero il concerto dei Nomadi. Ma la vera meta del Nord-Est italiano è certamente Venezia: un grandioso spettacolo pirotecnico illuminerà di mille colori il bacino di San Marco, mentre al Teatro La Fenice andrà in scena il tradizionale concerto di fine d’anno diretto da Daniel Harding.

Chi sognasse il mare a Capodanno può puntare sulla Liguria, ricca d’eventi più che mai: Albenga, Sanremo, Savona e La Spezia saranno infatti l’epicentro di feste ricchissime di musica e divertimento, senza contare i molti eventi previsti a Genova, tra mostre artistiche al Palazzo Ducale e dj-set in piazza delle Erbe.

 

NEL RESTO D’ITALIA

capodanno-roma-4

Tanta buona musica riempirà il Capodanno 2015 di moltissime piazze sparse nel resto dell’Italia. Occhi puntati su Roma e Napoli. Nella capitale ci sarà il solito trionfo di feste e concerti, dai Fori Imperiali a Piazza del Popolo, dal Palalottomatica al Quirinale, da Piazza Navona a Piazza Venezia e Piazza di Spagna. L’evento principale sarà però, da tradizione, al Circo Massimo, con il concerto dei Subsonica che andrà anche in diretta su Rai 1. Il capoluogo partenopeo, invece, sprizzerà napoletanità da tutti i pori grazie al mega concerto di Capodanno targato Gigi D’Alessio: lo spettacolo, che sarà trasmesso live sia da Canale 5 che da Rtl 102.5, promette grandi cose. Il cantautore napoletano, infatti, salirà sul palco in compagnia di tantissimi amici: Fedez con Vivian Grillo (direttamente da X Factor 8), Francesco Renga, Alex Britti, Bianca Atzei, Dear Jack, Enzo Avitabile e l’immancabile moglie di D’Alessio, Anna Tatangelo. Sul palco anche spazio alla comicità e alla beneficenza, con ospite la madre di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ucciso prima della finale di Coppa Italia a Roma del maggio scorso.

Firenze scommette invece sul “salotto in piazza”, grazie allo spettacolo della calda voce soul di Mario Biondi, come al solito accompagnato dalla sua band, che andrà in scena nel piazzale del Re alle Cascine. Anche a Salerno si fanno le cose in grande: in piazza Amendola, infatti, spazio all’idolo locale Rocco Hunt e al suo rap gioioso, che aprirà le porte allo spettacolo di Emma Marrone.

Occhi puntati anche su Matera, prossima capitale europea della cultura nel 2019 e già in clima. A vivacizzare il Capodanno in piazza, infatti, oltre al dj locale Damiano Fragasso, anche artisti provenienti da Mons e Pilsen, le capitali europee della cultura del 2015. Tutti i materani, e non solo, potranno partecipare anche scegliendo i brani della playlist, in coerenza con la filosofia partecipativa di Matera 2019. C’è tempo per votare fino al 28 dicembre.

Capodanno al risparmio a Palermo, dove rispetto all’anno passato l’Amministrazione comunale ha tagliato il budget di un terzo (spesi 100mila euro). In piazza Politeama, però, l’intrattenimento sarà di qualità grazie alla conduzione della comica Teresa Mannino e alle splendide voci di Antonella Lo Coco (terza classificata a X Factor 2012) e Daria Biancardi, tra i protagonisti di The Voice of Italy. Brilla invece Catania, dove la grande festa in piazza Duomo sarà aperta dal fresco vincitore di X Factor 8, Lorenzo Fragola. Dopo di lui si esibiranno grandi nomi della musica italiana, quali Antonella Ruggiero, Luca Madonia, Paola Turci e Simone Cristicchi per il tributo a Lucio Dalla con il concerto “Caro amico ti scrivo”.

Invece, a Cagliari, si è preferito non accentrare, riempiendo ogni piazza della città di musica ed eventi. L’obiettivo è far passeggiare la gente ed evitare fastidiosi assembramenti. Il clou nel cuore del Castello, con uno spettacolo internazionale di luci e musica. Per chi volesse scatenarsi, c’è l’inventore della musica techno, Kevin Saunderson, a mettere musica per tutta la notte insieme a una decina di deejay presso la Fiera. Nel resto della Sardegna, invece, tanti artisti: Liftiba a Castelsardo, Caparezza ad Alghero, Giuliano Palma e i Club Dogo a Olbia.

 

NEL MONDO

capodanno times square

Tanti italiani, però, non resteranno in Italia. Come per ogni Capodanno, anche quest’anno le mete preferite sono state le capitali estere, da sempre ricche di fascino ed eventi. Centro del mondo, il 31 dicembre più che mai, non poteva che essere New York. Nella Grande Mela i più fortunati potranno assistere alla meravigliosa festa in Times Square. Si parte con il New Year’s Ball Drop, una sfera di circa 4 metri di diametro interamente ricoperta di cristalli e illuminata da luci Led capaci di dare vita a più di 16 milioni di colori: con la sua discesa scandirà il conto alla rovescia per celebrare l’avvento del 2015. Ospite d’onore per l’abituale concerto che prenderà il via alle 20, addirittura la bella Taylor Swift, vero e proprio fenomeno “made in NY”. Allo scoccare della mezzanotte, Times Square verrà coperta di coriandoli colorati che riportano i desideri delle persone di tutto il mondo.

Non tutti possono permettersi un viaggio Oltreoceano però. Tanti hanno dunque optato per le capitali europee. In cima alla lista la romantica e sempre stupenda Parigi. Negli ultimi anni, nella capitale francese, non sono stati organizzati spettacoli pirotecnici, ma le feste di piazza non mancano, con gli Champs Elysées cuore pulsante della serata. Lo spettacolo di luci della Tour Eiffel allo scoccare delle 24 è un’emozione imperdibile.

Anche Londra resta una meta assai richiesta. Tradizionalmente, il Capodanno nella capitale inglese significa Capodanno sotto il Big Ben: allo scoccare della mezzanotte, scandita dai 12  rintocchi dell’orologio, hanno inizio gli splendidi fuochi artificiali che illuminano il Tamigi tra Westminster e il Tower Bridge. Alternativa affascinante è anche la crociera sul Tamigi, dove festeggiare il nuovo anno tra cena e balli.

Anche Vienna, a Capodanno, diventa una meta assai richiesta, soprattutto perché ricchissima di eventi: il 31 dicembre, dalle 14 alle 2 di notte, il Silvesterpfad, il percorso di San Silvestro nel centro storico di Vienna, compreso tra la piazza del Municipio e il Prater, sarà animato da spettacoli, valzer, operette, rock, pop e musica popolare. A mezzanotte, nella piazza del Municipio e al Prater, si terrà uno spettacolo pirotecnico. Alternativa molto interessante è il Capodanno a bordo dei battelli lungo il Danubio. La mattina dell’1 gennaio non fate tardi però: tradizione vuole che dobbiate fare colazione nella piazza del Municipio, davanti ad un megaschermo che trasmetterà in diretta lo storico Concerto di Capodanno dei Wiener Philharmoniker.

Per gli amanti dei viaggi meno banali e più esotici, una meta che sta andando fortissimo quest’anno è Tokyo. La capitale giapponese, infatti, unisce alla spettacolarità delle feste in piazza, tra fuochi d’artificio, concerti e show, la tradizione e la cultura locale. Il Capodanno, in Giappone, ricorda molto il nostro Natale: si cena in famiglia (o nei migliori ristoranti) e, finito il cenone, ci si reca al tempio (buddhista o shintoista), solitamente in abiti tradizionali. I templi e i santuari rimangono chiusi fino alle 24, quando risuona la campana. A questo punto, tutti i presenti, arrivano davanti all’altare e battono le mani due volte per salutare gli dei, recitano una preghiera e fanno un’offerta. A questo punto la campana del tempio risuonerà ben 108 volte. Non un numero a caso: tanti sono, secondo la cultura giapponese, i desideri e i peccati che l’uomo si porta dentro durante l’intero anno e che devono essere espulsi con l’inizio del nuovo. Forse non un Capodanno classico, ma assistere a questa tradizione è veramente emozionante.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia