Pensare positivo
Terminato il primo lotto

I bergamaschi si sentono già a proprio agio sul nuovo Sentierone

Più verde e pietra (con frasi del Donizetti nella pavimentazione), panchine in legno e meno asfalto. A metà dicembre si partirà col secondo blocco, dal teatro fino a viale Roma

I bergamaschi si sentono già a proprio agio sul nuovo Sentierone
Pensare positivo Bergamo, 16 Novembre 2021 ore 13:16

Finalmente sono stati tolti pannelli e transenne, premettendo ai cittadini e ai visitatori di Bergamo di osservare l'aspetto del primo lotto di lavori finito nel Centro Piacentiniano, quello che va dall'ingresso del Donizetti fino alla chiesa di San Bartolomeo.

L'asfalto ha lasciato il posto al selciato, una pietra grigio-chiara che invita i passanti ad approfittare del camminamento, passando davanti alla fontana con la statua del compositore di casa nostra o riposandosi sulle panchine nuove di zecca, posizionate vicino alle aiuole con l'erba giovane, di un verde vivo, e i fiori piantati per aggiungere un tocco decorativo. Le nuove sedute hanno fatto storcere il naso a qualcuno, ricordando quelle davanti all'Accademia Carrara, perché sono state messe sul marmo e questa scelta estetica non piace a tutti, ma nel complesso la gente sembra apprezzare lo spazio, dato che già oggi è affollato con giovani, anziani e mamme con bambini.

13 foto Sfoglia la gallery

Il dehors vicino al teatro è ancora in fase di realizzazione, per il momento si può vedere solo una struttura metallica con degli striscioni appesi, ma arriverà il tempo anche per quello. Dei riflettori sono stati posizionati all'entrata del luogo di cultura, pronti a illuminare le serate dedicate alle opere del Maestro.

Soddisfazione per questo primo risultato è stato espresso dal sindaco Giorgio Gori: «Rispetto alla desertificazione che c'era qui all'inizio del nostro mandato, adesso sembra di respirare un'aria nuova – ha commentato il primo cittadino -. Abbiamo corso per finire e chi ha lavorato a fatto miracoli perché tutto fosse pronto per il Donizetti Opera».

Il festival della musica lirica, al termine del quale, verso metà dicembre, partirà il secondo cantiere, quello che interesserà il blocco che va dal Donizetti fino a viale Roma (l'area nuova infatti, per ora, si interrompe bruscamente per cedere il posto all'asfalto). Si conta di terminarlo entro la primavera dell'anno prossimo, per la precisione tra marzo e aprile. Dopodiché, si passerà ai lavori per realizzare l'area pedonale in piazza Matteotti. Entro il maggio 2022 dovrebbe terminare anche il cantiere in piazza Dante, con l'obiettivo di riqualificare il Centro Piacentiniano dedicando il luogo alla cultura e agli eventi cittadini.

«La fine di questo lotto dei lavori e l’inizio del festival sono un segnale di ripartenza importante - ha concluso Gori -, considerando che questo sarà un luogo centrale nell’anno della Capitale della Cultura, il 2023».