Uno studio texano

Il caffè è un toccasana per il sesso Ne bastano due tazzine al dì

Il caffè è un toccasana per il sesso Ne bastano due tazzine al dì
28 Luglio 2015 ore 13:06

Il caffè è adrenalinico, a tutti gli effetti. E non si parla solo della capacità di dare la carica all’attività giornaliera, ma anche a quella sessuale. Bastano due tazzine dell’amato espresso, ogni giorno. È quanto emerge da uno studio condotto dalla University of Texas Health Science Center di Houston, negli Stati Uniti, pubblicato sulla rivista PlosOne, secondo cui la nera bevanda svolgerebbe l’azione di viagra naturale, ma ben più economico e salutare.

 

 

I milligrammi di caffeina fanno la differenza. In altre parole, occhio a non trasgredire perché quelli che fanno bene all’amore devono essere limitati tra gli 85 e i 170 al dì. In questo quantitativo, la caffeina sarebbe in grado di ridurre fino al 42 percento il rischio di disfunzione erettile, o impotenza che dir si voglia. Oltre questa soglia, consumandone cioè tra 171 e 303 milligrammi al giorno, la prestazione avrebbe un calo anche del 39 percento.

Non si tratta di illazioni, perché la dimostrazione è scientifica e ad opera di ricercatori americani, che hanno monitorato nel tempo quasi 3.800 uomini sani sopra i vent’anni, investigandone le abitudini alimentari – in particolare l’assunzione quotidiana di caffeina – e eventuali problemi sotto le lenzuola. Con sorpresa, è stato possibile evidenziare una stretta relazione tra il consumo di caffeina, legata a caffè (ma anche ad altre bevande che la contengono, ad esempio tè e Coca Cola, bibite gassate o sportive), e le performance intime, migliori in coloro che rispettavano i quantitativi soglia citati.

 

 

La caffeina eccita e rilassa. Le due cose sembrerebbero una contraddizione in termini. Invece proprio no, perché la sostanza pare indurre una serie di meccanismi metabolici che portano le arterie a rilassarsi, aumentando di conseguenza il flusso sanguigno. Che in buona sostanza si traduce in un miglioramento delle prestazioni, lo stesso che si avrebbe con l’assunzione della pillola blu. Una regola, quella delle tazzine di caffè e caffeina, che vale quasi per tutti: ovvero, in numero di due migliorerebbero la soddisfazione intima anche in caso di obesità, sovrappeso e ipertensione, problematiche spesso correlate alla disfunzione erettile, ma non se si soffra di diabete. Qui, nemmeno caffè e affini riescono a porre rimedio a rapporti un po’ sotto tono.

Comunque, il sesso fa bene. Un’attività sessuale regolare migliora la salute, specie del maschio. Secondo uno studio condotto dalla Harvard School of Medicine, sempre in America, che ha monitorato circa 32mila uomini sani di mezza età per 18 anni, avrebbe dimostrato che coloro che avevano come minimo 21 orgasmi mensili registravano anche un rischio di sviluppare nel tempo un tumore alla prostata ridotto di un quinto rispetto a coloro che invece vivevano la vita di coppia, sotto le coperte, solo da 4 a 7 volte al mese.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia