solidarietà

La Fiorente Colognola in campo per sostenere le famiglie in difficoltà del quartiere

La squadra, grazie al supporto della parrocchia e l’aiuto dei volontari, hanno organizzato per sabato 18 aprile una consegna di generi alimentari

La Fiorente Colognola in campo per sostenere le famiglie in difficoltà del quartiere
Bergamo, 17 Aprile 2020 ore 11:01

I giocatori della Fiorente Colognola sono abituati a scendere in campo, ma questa volta lo fanno in nome della solidarietà. Il Consiglio direttivo e lo staff societario, grazie al supporto della parrocchia e l’aiuto dei volontari, hanno deciso di organizzare sabato 18 aprile una consegna di generi alimentari destinati alle famiglie più bisognose del quartiere, con l’augurio che questo gesto possa essere un contributo utile per affrontare e superare un momento di crisi così difficile e delicato.

Le famiglie che si trovano in condizioni di difficoltà economica a causa del blocco delle attività lavorative, individuate con l’aiuto del parroco don Francesco Poli e di Samantha Baleri, riceveranno un pacco contenente: 1 chilogrammo di sale, 1 chilogrammo di zucchero, 1 litro d’olio d’oliva,2 confezioni di passata di pomodoro, 2 chilogrammi di pasta, 2 pacchi di pane a fette, 4 confezioni di legumi in scatola, 10 uova e 2 litri di latte Uht.

3 foto Sfoglia la gallery

La società Asa Fiorente 1946 Colognola, in una nota stampa, ha desiderato ringraziare quanti hanno contribuito e, in particolare, «don Francesco Poli per i locali che ci concede, fondamentali per il buon compimento dell’iniziativa, ma in particolar modo un ringraziamento straordinario va al ristorante One Love di Colognola, alla famiglia Cerea del Ristorare Da Vittorio e a Edoardo Ruggeri della ditta 3DZ per tutti i materiali forniti. Un ringraziamento di cuore anche alle signore Antonella Iodice, Samantha Baleri e Cristina Lagana per la passione e l’impegno profuso. Da ultimo, ma non per importanza, un ringraziamento va anche al gruppo whatsapp “amicheXamiche” per le importantissime donazioni economiche».

«In una situazione così critica come quella che stiamo affrontando tutte queste realtà orobiche e lombarde hanno dimostrato di che pasta e di che cuore sono fatte, combattendo a testa alta, ognuno con i propri mezzi e la propria generosità questo nemico – concludono -. Un saluto davvero sentito va anche a tutto il nostro quartiere, così silenzioso ma mai spento in questi giorni. La nostra corazza e la nostra volontà d’animo ci permetterà di superare questa immensa sfida per tornare a vivere e sorridere, abbracciandoci e tifando sul nostro amato campo da calcio».

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia