In tutta Italia

Le aziende migliori per fare lo stage

Le aziende migliori per fare lo stage
Pensare positivo 17 Giugno 2015 ore 14:18

C’è un modo per evitare lo stallo del piangersi addosso nel mondo della ricerca del lavoro: tentare di dar credito alle proprie intuizioni. Così hanno fatto, nel 2009, i fondatori della Repubblica degli Stagisti (RdS), una testata giornalistica registrata che ha come scopo – così scrivono sul sito di riferimento - quello di «tentare di individuare i punti d’intesa tra il mondo dei giovani e il mondo dell’impresa e sulla base di questi punti trovare formule che permettano alla situazione di evolversi». Da qui la direttrice responsabile Eleonora Voltolina, assieme alle altri sei redattori, ha sviluppato una serie di progetti volti a offrire maggiori strumenti e opportunità per i giovani che si affacciano al mondo lavorativo (l’ultima indagine del 2012 parla di 307mila persone impegnate in stage nelle imprese private, con una percentuale di assunzione al termine del 9,1 percento).

[Eleonora Voltolina, Direttore Responsabile]

valtolina-repubblica-542x400

 

La nuova guida agli stage e al mondo del lavoro. Lunedì 15 giugno, intanto, si è tenuto il secondo evento annuale organizzato dal network, durante il quale si sono incontrati giovani, aziende, istituzioni e mondo politico. In questa occasione, la Repubblica degli Stagisti ha esposto ai suoi seguaci le novità per l’anno successivo. Dopo lo straordinario risultato dello scorso anno è stata riproposta la guida Best Stage, un .pdf scaricabile gratuitamente (lo trovate qui sotto in versione sfogliabile), pieno di informazioni utili per chi è in cerca di lavoro. Nel 2014 il primo modello di guida al lavoro della RdS era stato scaricato da circa 50mila utenti e, per migliorare l’offerta proposta, quest’anno sono state aggiunte le voci legate ai possibili stage all’estero e alle risposte ai quesiti più comuni che nascono all’inizio di un percorso professionale. Inoltre, visto l’alto numero di aziende convenzionate con il network (ci sono anche Bosch, Danone e Philips), con il 2015 si è deciso di brevettare un applicazione per dispositivi mobili che si chiamerà RdS Job Community, che permetterà di accedere a tutte le informazioni del network sia da smartphone che a tablet.

 

 

Le migliori aziende in cui fare lo stage. Quest’anno la Repubblica degli Stagisti ha assegnato nove premi alle aziende convenzionate che si sono distinte positivamente in alcune categorie. Sono 31 i soggetti connessi al network del lavoro: Arval, Assioma.net, Axteria, Gruppo Bosch, Carglass, Contactlab, Gruppo Danone, DPV, Elica, Everis, EY, Ferrero, Hilti, Indra, Infocert, Insiel, JTI, Kellogg, KpnqWest, Leroy Merlin, Medtronic, Gruppo Nestlé Italia, Novamont, Philips, ProgettoED, PwC, Reti, Sic Servizi integrati e consulenze, Spindox, Tetrapak e Varvel. Per entrare a far parte della rete creata dal giornale online occorre offrire un rimborso spese di almeno 500 euro mensili per i laureati e 250 euro per chi svolge uno stage curriculare, e in più l’azienda deve rendere pubblico e trasparente il numero di stagisti presi ogni anno ed il tasso di assunzione una volta terminato il periodo concordato.

Al netto di queste caratteristiche, Tetra Pak, azienda svedese che produce sistemi per il confezionamento alimentare, è stata premiata per il miglior rimborso spese: 800 euro mensili (1.100 per chi risiede oltre ai 40 chilometri) oltre a un notebook, la mensa aziendale e l’accesso alla palestra aziendale. Ferrero invece è stata premiata per essere l’azienda che ha riscosso più successo tra gli iscritti alla RdS. L’azienda informatica Spindox e la multinazionale della consulenza Everis sono state premiate per il miglior tasso di assunzione post-stage: nel 2014 hanno assunto più del 90 percento degli stagisti. DPV, leader nel marketing, e ProgettoED, specialista in falegnameria, hanno ricevuto il premio come migliori piccole imprese. Dal canto suo EY (Ernst & Young), grande azienda nel settore della consulenza, ha ottenuto il premio come miglior utilizzo dell’apprendistato: nel 2014 ha stipulato 405 contratti di apprendistato. Da ultimo i premi assegnati, in collaborazione con il Comune di Milano, a Nestlè e Bosch in quanto hanno partecipato alla Giornata del lavoro agile 2015, nella quale si cercava di promuovere la qualità del lavoro svolto da casa e non in ufficio.