Punto Impresa Digitale: un servizio per le aziende bergamasche

Punto Impresa Digitale: un servizio per le aziende bergamasche
14 Febbraio 2018 ore 09:46

Digitalità a Bergamo: la Camera di Commercio ha deciso di avviare una serie di iniziative aventi lo scopo di formare e di informare le imprese del territorio. Si tratta di Punto Impresa Digitale (PID), un servizio che verrà appunto a Bergamo e che si orienterà verso gli obiettivi del Piano Impresa 4.0: grazie a questo set di progetti, le aziende che operano in città potranno accedere a una serie di dati sul digitale molto importanti. L’obiettivo comune del Punto Impresa Digitale, come già accennato, è la formazione unita alla consapevolezza: spingere le realtà imprenditoriali bergamasche a comprendere tutte le potenzialità della digitalizzazione, per fare un balzo in avanti e per uniformarsi alle novità che le renderanno più competitive sui mercati.

 

Embed from Getty Images

 

Punto Impresa Digitale: di cosa si tratta. Il Punto Impresa Digitale è un progetto avviato sotto l’ala protettrice di Unioncamere, avente lo scopo di fornire un’importantissima formazione alle aziende sulla digitalizzazione e sulle opportunità connesse. Il fine ultimo di questo “pacchetto” di conoscenze e di informazioni, è prendere per mano le imprese di Bergamo e condurle verso tutti quegli strumenti messi a disposizione dal cosiddetto Network 4.0. Questo perché non è tanto la tecnologia a fare la differenza, quanto piuttosto il modo in cui viene utilizzata e combinata: per poter ambire a una rinnovata competitività sui mercati, questo è un punto che non deve essere perso di vista dagli imprenditori bergamaschi. Fra le attività PID che animeranno questo 2018, troviamo una serie di seminari sul digitale e dei veri e propri corsi di formazione, messi a disposizione degli imprenditori.

Cosa significa digitalizzare un’impresa. Sono tanti gli elementi che confluiscono all’interno dell’etichetta “digitalizzazione”: si va dalla trasformazione degli archivi con il passaggio dal cartaceo all’elettronico, fino all’utilizzo di software e hardware di ultima generazione. Questi aspetti comprendono in primis Internet, un passo obbligatorio per digitalizzare un’impresa. La connessione è fondamentale per un’azienda, serve infatti per gestire sistemi quali gli e-commerce ma anche la comunicazione interna dell’azienda. Per questo motivo i principali operatori, tra cui figura anche Vodafone, hanno diversificato la loro offerta, stilando dei piani di telefonia aziendale proprio per le imprese 4.0: oltre ad essere economicamente convenienti, sono anche veloci ed efficienti. Infine, per digitalizzare un’impresa occorre anche assumere del personale esperto o quantomeno avere dei consulenti esterni.

 

Embed from Getty Images

 

Digitalizzazione: i benefici per le imprese. Intanto c’è un aspetto che va sottolineato, prima di tutti gli altri: digitalizzare significa anche automatizzare, e automatizzare contribuisce in modo significativo a risparmiare molto denaro. Aspetti logistici come la gestione del magazzino, ma anche il contatto con i fornitori, possono essere snelliti usando programmi e macchinari di ultima generazione: lo stesso vale per la raccolta e l’analisi dei dati (i cosiddetti big data) provenienti dai clienti, che spesso rappresentano anche l’aspetto più complicato da gestire per un’azienda. Tutti questi elementi si traducono in efficienza e in produttività: aumentando questi valori aumenta anche il fatturato, senza per questo incidere sui costi. Anzi, la digitalizzazione è anche un sistema per eliminare le spese superflue.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia