Menu
Cerca
"Ritroviamoci-19"

La Mazzoleni Spa offre ai collaboratori un cenone a domicilio: tra gli chef, Chicco Cerea

Coinvolto il tristellato Da Vittorio e altri 15 ristoranti blasonati italiani per creare un’esperienza gourmet “diffusa” su tutto il territorio nazionale

La Mazzoleni Spa offre ai collaboratori un cenone a domicilio: tra gli chef, Chicco Cerea
Pensare positivo 10 Dicembre 2020 ore 16:00

Quest’anno dovremo dire addio ai tradizionali cenoni di Natale. Sia a quelli organizzati a casa che a quelli organizzati sul posto di lavoro per salutare i colleghi prima dell’inizio delle ferie natalizie. C’è però chi al cenone non vuole proprio rinunciare. La Mazzoleni Spa, azienda di Cologno al Serio leader italiana nella produzione di integratori per il settore della zootecnia, ha chiesto aiuto al tristellato Da Vittorio e a una rete di ristoranti di qualità per trasformare la cena di Natale dedicata a collaboratori e partner provenienti da tutta Italia in un’esperienza gourmet “diffusa” su tutto il territorio nazionale.

Sabato 19 dicembre andrà quindi in scena “Ritroviamoci-19”, cena in modalità delivery realizzata da 16 chef blasonati e consegnata a casa di 125 invitati. Gli ospiti, lo stesso giorno, alla stessa ora e con lo stesso menu, potranno così mangiare virtualmente insieme, scambiandosi gli auguri in totale sicurezza. «Qualcuno potrà pensare che si tratta di un delivery rivisitato, ma per noi è molto di più – spiega l’amministratore delegato Andrea Mazzoleni -. dietro questo progetto ci sono sia la determinazione a non rinunciare a condividere esperienze con le persone a cui teniamo, nonostante la pandemia, sia il desiderio di sostenere la ristorazione italiana, che è cultura del territorio e volano del settore agroalimentare di cui facciamo parte».

«Noi operiamo nel settore zootecnico che è stato toccato marginalmente rispetto ad altri, ma siamo il primo anello della filiera – aggiunge Mazzoleni -. L’entusiasmo nel portare avanti questo progetto, che non contribuirà in maniera sostanziale a modificare il risultato economico dei ristoranti coinvolti, vuole essere anche un piccolo contributo al sostegno della filiera agroalimentare di cui entrambi facciamo parte. La ristorazione italiana è un presidio strategico della nostra cultura e canale di distribuzione dei prodotti di molti nostri clienti. Insieme contribuiamo alla valorizzazione delle eccellenze alimentari italiane. Inoltre, c’è la profonda convinzione che creare sinergie, portare avanti idee positive faccia bene a tutti perché si innesca un meccanismo virtuoso».