Un video virale

Se a farti il colloquio ti trovi Ibra

Se a farti il colloquio ti trovi Ibra
Pensare positivo 09 Marzo 2016 ore 16:00

Voi immaginate di aver mandato un curriculum per un posto di lavoro interessante, magari nell’ambito della comunicazione d’impresa. Sono sicuramente tanti a farlo quotidianamente, e quelli che vengono chiamati per un colloquio conoscitivo, spesso, si ritrovano di fronte gli impiegati dell’ufficio risorse umane. Le domande sono più o meno le solite, ad esempio “Parlaci delle tue esperienza precedenti”, oppure “Cosa potresti suggerire per la nostra azienda”. A Philip è andata in maniera piuttosto diversa.

Il ragazzo si era candidato per l’azienda Vitamin Well, presente anche in Italia, ma soprattutto impegnata nella sponsorizzazione dello svedese più famoso al mondo. Stiamo parlando, ovviamente, di Zlatan Ibrahimovic. Quello che Philip non immaginava è che si sarebbe ritrovato di fronte un impiegato delle risorse umane un tantinello diverso rispetto al solito: arriva in maglietta e bermuda e come lavoro segna gol importanti a Parigi.

 

 

Philip sembra reggere l’impatto alla vista di Zlatan, e viene il sospetto che qualcuno potesse averlo avvertito dell’ipotesi, ma la prima domanda spiazza completamente il candidato. «Quanti tipi di bevande abbiamo a disposizione?», chiede Ibrahimovic. Dall’altra parte del tavolo, un imbarazzato silenzio e qualche tentativo di giustificazione che poco convince l’attaccante del Paris Saint Germain. Lo stesso prova poi a salvare il ragazzo, chiedendogli il suo gusto preferito. «Pesca», risponde, ma alla richiesta di identificare il nome del prodotto, il povero Philip inizia a balbettare.

«Posso essere un buon membro della squadra di lavoro», spiega il ragazzo nel tentativo di raccontare il perchè sarebbe utile nel lavoro presso Vitamin Well. «Ho buone doti sociali», tutto questo mentre interrompe la frase con «cioè» o «ehm» che causano una risata quasi maligna nel volto del campione. La domanda che potrebbe salvarlo arriva alla fine: «Chi è il tuo giocatore preferito?». Certo, sarebbe stato fantastico vedere la faccia di Zlatan se il povero Philip avesse risposto «Cristiano Ronaldo», tuttavia decide di stare al gioco e risponde «Tu». Quando Zlatan esce, il candidato sembra sull’orlo di una crisi di pianto, ma arriva nuovamente Ibrahimovic a stringergli la mano per rassicurarlo sulle sue prospettive di lavoro.

Il video è il lancio di una campagna virale denominata Zlatan@Work e in due giorni ha raccolto oltre 700.000 visualizzazioni. Dovrebbe trattarsi del primo episodio della serie, e già ci si chiede quali saranno le reazioni successive di chi si troverà di fronte Ibrahimovic in altre situazioni lavorative. Per il momento, lo svedese sarà impegnato a mantenere il PSG primo in classifica (ormai con ampio margine) nella Ligue 1 e fare del proprio meglio con la nazionale scandinava agli Europei della prossima estate.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli