Comune e Regione copriranno i costi

Seriate, adesso sì che è tutto vero Via Volta avrà un parco tutto suo

Seriate, adesso sì che è tutto vero Via Volta avrà un parco tutto suo
17 Settembre 2018 ore 09:10

Da grande sarò… un parco: partono a tutti gli effetti i lavori nell’area verde di via Volta. È un progetto di cui da tempo l’Amministrazione comunale si sta occupando: la richiesta è giunta dirittamente dai cittadini, che hanno portato la questione in Consiglio comunale, esponendo la richiesta, come da regolamento, prima dell’inizio della riunione. Un anno fa è stato approvato dalla Giunta seriatese il progetto, redatto dall’ufficio tecnico del Comune, per dare nuova vita e nuovo volto a quello che era un terreno comunale incolto, privo di destinazione e utilizzo. Purtroppo, però, non c’era alcuna disponibilità di bilancio, perciò il progetto è rimasto semplicemente su carta. È intervenuta poi l’azienda agricola «Vivai e fiori» di Vittorio Lanzi, la quale, con un lavoro totalmente gratuito, ha ripristinato le condizioni ambientali, rendendo quella che era un’area degradata, un terreno ordinato e curato.

 

 

«Il signor Lanzi con le proprie attrezzature ha provveduto, in maniera del tutto volontaria e gratuita, alla sistemazione degli alberi e all’aratura del terreno, nonostante il Comune gli avesse proposto quanto meno il riconoscimento economico di un contributo per sostenere le spese vive, come i costi per la manodopera o per il carburante necessario al funzionamento delle macchine agricole» commenta il sindaco di Seriate Cristian Vezzoli. Il sostegno è giunto anche da parte di uno studio di professionisti di Pedrengo, che ha risposto all’appello del Comune di Seriate e confermato il sostegno economico per realizzare il progetto: «Uno studio di Pedrengo, che si occupa di servizi di formazione e di consulenza in tema di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, ha ritenuto questo progetto comunale meritevole di attenzione, decidendo di sponsorizzare questa realizzazione. Lo sponsor ha infatti confermato l’importante contributo di 7.500 euro». A ciò si aggiunge la domanda per avere un contributo regionale: «Siamo in attesa di un finanziamento da parte di Regione per quanto riguarda i giochi inclusivi. Siamo i attesa di risposta e speriamo fortemente che sia positiva».

Il progetto è stato approvato lo scorso luglio, con una spesa prevista complessiva di 125 mila euro. Si è però deciso…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 34 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 20 settembre. In versione digitale, qui.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia